• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > PAGELLE E TABELLINO DI CAGLIARI-UDINESE

PAGELLE E TABELLINO DI CAGLIARI-UDINESE

Ibarbo indirizza la partita, Ibraimi la chiude. Deludono Adryan e Gabriel Silva


Adryan: pomeriggio deludente (Getty Images)
Stefano Carnevali

02/03/2014 15:22

PAGELLE TABELLINO CAGLIARI-UDINESE / CAGLIARI - Nella vittoria netta ma un po' troppo larga del Cagliari, Ibarbo è mattatore (anche se non molto costante). Positivo l'ingresso di Ibraimi e il crescendo di Astori. Fatica Cossu, delude molto l'acciaccato Adryan. L'Udinese è troppo grigia per opporsi al Cagliari: disastroso G. Silva, crollano anche Naldo e Danilo. Delude il macchinoso Yebda. Di Natale è vivo ma impreciso, Lopez entra troppo tardi. Pinzi e Pereyra si spengono con troppa velocità.

 

CAGLIARI

Avramov 6 - Primo intervento - brutto ma efficace - al 23' su Di Natale. Al 28', invece, è salvato dalla traversa. Poi è sempre sotto pressione, ma non ha vere parate da effettuare. Nella ripresa ha il vento come avversario principale: se la cava più con efficacia che con bello stile.

Pisano 6 - Dà un po' troppo campo a G. Silva ma, per sua fortuna, il fluidificante friulano è in giornata fortemente negativa. Potrebbe osare di più, ma preferisce non rischiare. 

Rossettini 6 - Pasticcia non poco durante le 'folate' dei friulani centrali. Via via, però, risulta in grado di effettuare molte chiusure importanti.

Astori 6,5 - Un altro avvio superficiale. Al 17', dal nulla, crea la prima occasione per gli avversari perdendo una palla sanguinosa. Si riscatta un minuto dopo, con il grande lancio che consente a Ibarbo di creare il gol dell'1-0. Cresce con il passare dei minuti. Finisce alla grande.

Avelar 6 - Prova coscienziosa, ma tutt'altro che travolgente. Cresce nella ripresa, quando è tra i più propositivi di un Cagliari che si fa schiacciare un po' troppo. 

Dessena 6 - Limita lo spento G. Silva, ma ha il torto di non provare ad aggredirlo con maggior continuità.

Cossu 5,5 - Dopo la buona prova contro l'Inter, viene riproposto in cabina di regia. Primo tempo sufficiente, poi torna sulal trequarti per l'infortunio ad Adryan e, per quanto si trovi maggiormente a proprio agio, non ha mai il colpo decisivo in rifinitura. Non brilla più. Dal 77' Ibraimi 6,5 - Entra con grande propositività: ha il merito di firmare l'assit per il 2-0 di Vecino e, poco dopo, segna il proprio primo gol in Serie A.

Vecino 6,5 - Fa il suo cercando di coprire Avelar senza dimenticarsi di appoggiare l'attacco. Nella ripresa passa sul centrodestra e cresce, trovando anche il gol che chiude la gara. 

Adryan 4,5 - Non pervenuto per tutta la prima frazione di gara: non trova la posizione e sbaglia praticamente tutto. Forse anche per un problema fisico che lo limita. Poi esce. Dal 46' Eriksson 6 - Si piazza sul centrosinistra e tiene bene. 

Ibarbo 7 - Molto attivo e molto 'arruffone' è comunque decisivo con una grande giocata ai danni di Naldo che porta al gol dell'1-0. Dopo un primo tempo assolutamente propositivo, comincia male la ripresa: non riesce a condurre le ripartenze dei suoi. Buono, invece, il finale: i 'colpi' migliori nel Cagliari li offre lui.

Pinilla 6 - Si vede poco per tutto la prima parte del primo tempo, poi comincia a mettere pressione alla difesa avversaria, soprattutto come assist-man. Ha colpi da campione che non sostiente con la dovuta concentrazione. Dal 67' Nenè 6 - Più accentrato di Pinilla, si rende utile come punto di riferimento e come sponda avanzata. 

All: Lopez 7 - Il Cagliari non incanta, ma è solido e colpisce quando deve. I sardi giocano  a memoria e hanno una rosa con tanta qualità. Nella ripresa difendono con ordine per non esporsi al letale contropiede avversario. Forse mance qualche ripartenza. Vittoria un po' troppo larga ma comunque meritata: la squadra è tutta con Lopez. 

 

UDINESE

Scuffet 6 - Nessuna parata per tutto il primo tempo, ma numerose uscite sicure. Incolpevole sul gol. Pochi interventi 'veri' anche nella ripresa. Battuto da Vecino e Ibraimi senza responsabilità.

Heurtaux 6 - Spesso deve duellare con Ibarbo, che non è un cliente facile. Riesce comunque a disimpegnarsi piuttosto bene. Molto bravo nelle diagonali durante il finale di gara. 

Danilo 5  - Tiene compatta la difesa, sbrigliando le situazioni più ingarbugliate. Non ha, però, l'autorità mostrata nella scorsa stagione. Beffato da Ibraimi sul 3-0.

Naldo 5 - Ibarbo se lo 'lavora' con sconcertante facilità in occasione del gol. Soffre anche su Pinilla che, da quella parte, sfonda quasi sempre. Dal 76' Maicosuel 5 - Non incide e non si accende. 

Basta 5,5 - Molto timido in fase di spinta, più efficace quando si tratta di raddoppiare su Ibarbo. Decisiva la sua chiusura al 39' su Pinilla. Finisce a sinistra, in crescendo ma si perde Vecino sul 2-0.

Pinzi 6 - Mezz'ala di grande corsa e ritmo. Lo si vede in entrambe le fasi ed è sempre efficace. Meno positivo nella ripresa, quando si nasconde un po' troppo e rallenta non poco.

Yebda 5 - Preferito a sorpresa ad Allan, ci mette molto più fisico e copertura. Deficitario, però, per ordine e geometrie. Nel secondo tempo gioca molto più a ridosso dell'area avversaria senza grandi risultati.

Pereyra 6 - Tanta qualità. Assieme a Pinzi anima il centrocampo friulano, rendendosi protagonista delle iniziative migliori. Decisamente meno brillante nel secondo tempo.

G. Silva 4,5 - Spinge poco e male. Spreca anche un bell'assist di Di Natale al 36'. Errori tecnici e di visione di gioco piuttosto evidenti. Negativo in entrambe le fasi: in pesante involuzione. Dal 61' Widmer 5,5 - Non riesce a trovare gli spazi giusti e non fa fruttare la propria grande forza fisica. 

Fernandes 6 - Molto vivo, molto mobile. E' tra i più ispirati dell'Udinese nell'avvio del match. Poi cala un po'. Dal 51' Lopez 6 - Vivace come il compagno che sostituisce, ci mette molta più cattiveria e incisività. Nel finale ha la grande occasione del pareggio, ma cerca Di Natale invece che la porta sulla brutta uscita di Avramov.

Di Natale 6 - Al 17' si divora una grandissima occasione regalatagli da Pinzi, mentre al 23' è Avramov a dirgli di no. Colpisce anche la traversa al 28' ad Avramov battuto. Si vede a fiammate, in cui è sempre pericolosissimo. Cala alla distanza. 

All: Guidolin 5 - L'Udinese non riesce a fare gioco sulle fasce e in mezzo, per quanto le mezz'ali e Fernandes giochino bene, manca la qualità di Allan. Nella ripresa i friulani si piazzano con stabilità nella metà campo avversaria ma, nonostante la grande pressione, non arrivano palle gol troppo nette o numerose. Il crollo finale è sintomatico di una squadra troppo macchinosa e priva di valide alternative offensive.

 

Arbitro: Valeri 5,5 - Decide di tenere in tasca i cartellini (e in avvio ne beneficiano Heurtaux prima e Cossu poi). Inspiegabile al 15' come inverta il fallo - comunque a metà campo - tra Ibarbo e Pinzi, punendo ingiustamente il colombiano. Ammonizione a Danilo esagerata. In generale lascia correre un po' troppo e spesso non è preciso. Nessun errore grave, comunque.

 

CAGLIARI-UDINESE 3-0

CAGLIARI (4-3-1-2): Avramov; Pisano, Rossettini, Astori, Avelar; Dessena, Cossu (77' Ibraimi), Vecino; Adryan (46' Eriksson); Ibarbo, Pinilla (67' Nenè). All: Lopez

UDINESE (3-5-1-1): Scuffet; Heurtaux, Danilo, Naldo (76' Maicosuel); Basta, Pinzi, Yebda, Pereyra, G. Silva (61' Widmer); Fernandes (51' Lopez); Di Natale. All: Guidolin

Arbitro: Valeri

Marcatori: 18' Ibarbo, 81' Vecino, 89' Ibraimi

Ammoniti: 30' Pinilla, 33' Cossu, 89' Ibraimi (C); 80' Danilo (U)

Espulsi

Note

 




Commenta con Facebook