• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Roma > Roma, Destro: "Campionato straordinario, nostra forza e' il gruppo. Mondiale? Ci spero"

Roma, Destro: "Campionato straordinario, nostra forza e' il gruppo. Mondiale? Ci spero"

L'attaccante giallorosso si racconta nel corso di una lunga intervista


Mattia Destro (Getty Images)
Stefano D'Alessio (Twitter: @SDAlessio)

01/03/2014 13:03

ROMA INTERVISTA DESTRO INFORTUNIO MONDIALE / ROMA - L'attaccante della Roma Mattia Destro è il protagonista di una lunga intervista pubblicata oggi sul settimanale 'Sportweek'.

L'INFORTUNIO - "Dopo otto mesi in cui non puoi allenarti e non puoi scendere in campo, la cosa che ti manca di più è la partita, giocare. È quello che ami fare. Il mio è stato un rientro graduale ma quando mi sono visto tra i convocati mi sono detto 'ce l’ho fatta, sono rientrato'. E ho fatto subito gol, bellissimo. Se le cose prima andavano in un determinato modo, dopo l’infortunio si sono complicate. Mi sarei aspettato non dico più affetto, ma più pazienza. È la vita e in questi momenti riesci a valutare meglio tante cose".

LA PARTITA CON LA FIORENTINA - "Quando sono rientrato, conoscevo bene le qualità della squadra, si erano viste. La Roma sta facendo un campionato straordinario. E, da attaccante, scendo in campo ogni volta determinato a fare il mio dovere, cioè il gol. Quella domenica sono entrato con lo spirito giusto, con la voglia di giocare dopo otto mesi e con la speranza che ti capiti la palla giusta da buttare in rete. Per l’emozione, per la felicità, per tutto insomma direi che il gol alla Fiorentina è il più importante in carriera. C’erano tante sensazioni, dalla rabbia alla gioia".

LA SQUADRA - "A parte le singole qualità del mister e di noi giocatori, la nostra forza è il gruppo. Siamo una squadra che va avanti tutta insieme e ognuno insegue lo stesso obiettivo".

MONDIALE - "Ho sempre detto che il Mondiale è il sogno di chiunque faccia il mio mestiere. Se si domanda a un giocatore cosa desidera con tutte le sue forze, oltre a vincere trofei, risponderebbe 'partecipare a un Mondiale'. Ci si spera sempre. Il giocatore simbolo in Brasile? Per non far torto ai miei compagni, non farò i nomi degli azzurri. Neymar sarà il protagonista ma sono certo che farà benissimo anche Maicon".




Commenta con Facebook