• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Serie A > Serie A, caso arbitri: ecco quanto costano e chi li sponsorizza

Serie A, caso arbitri: ecco quanto costano e chi li sponsorizza

L'AIA e' la settima componente della FIGC, che paga gli stipendi ai fischietti


Nicola Rizzoli (Getty Images)
Matteo Torre (twitter: @torrelocchetta)

01/03/2014 00:53

SERIE A ARBITRI COSTI FIAT BUFFON / ROMA - Interessante analisi riportata dal portale del quotidiano 'Libero' circa i costi per la FIGC degli arbitri di Serie A, che rivolge inoltre particolare attenzione agli sponsor dei nostri fischietti. Dopo gli errori di Rizzoli in Juventus-Torino e la maxi-squalifica comminata a Borja Valero per via del referto di Gervasoni, oltreché il rigore non concesso da Russo all'Inter nel finale della gara contro il Cagliari, si legge che i fischietti costano circa 5 milioni di euro annui, suddivisi in 3,8 milioni per le 38 gare di Serie A (circa centomila euro a giornata), cui vanno aggiunti la Supercoppa italiana e tutta la Coppa Italia.

Gli arbitri internazionali hanno un 'fisso' di 80 mila euro annui, più l'ingaggio UEFA, arrivando così potenzialmente a 200 mila euro lordi a stagione. Rizzoli finora ha percepito 77,600 euro, mentre Orsato e Doveri ne hanno avuti 62,400 (13 partite di A, una di Coppa Italia, 12 volte da giudici d'area).

SPONSOR - La FIGC paga gli arbitri, poiché l'AIA è settima componente della Federcalcio. Oltre a TIM e alla finanziaria Compass risultano tra i main sponsor di FIGC e CONI la Fiat e Iveco, divisione dei veicoli industriali dell'azienda. 'Libero' domanda se non si possa parlare di conflitto d'interessi, leggendo "Fiat uguale Agnelli uguale Juventus". E' doveroso ricordare che la sponsorizzazione va avanti dal 2000 (con l'intermezzo 2006 del partner Volkswagen, a Calciopoli esplosa e Mondiale vinto), e che è stata rinnovata nel 2011 con scadenza quest'anno. Il marchio Fiat è presente sull'abbigliamento sportivo e la fornitura esclusiva di auto e mezzi per gli spostamenti, e frutta alla Federcalcio 3 milioni a stagione (12 in 4 anni), che potrebbero salire fino a 18 in base ai risultati.

BUFFON - C'entra però anche Gigi Buffon: il capitano della Juventus e della Nazionale è infatti titolare della maggioranza (56,26%) del capitale di Bassetti, storico marchio tessile italiano che fa parte del gruppo Zucchi. 'Libero' conclude sostenendo che la causa contro la Federcalcio da 443 milioni presentata al Tar del Lazio da Andrea Agnelli per i danni di Calciopoli può essere letta come un'azienda che ne porta in tribunale un'altra da lei stessa supportata.

 

Clicca qui per l'intervista a Maurizio Pistocchi sugli arbitri

 




Commenta con Facebook