• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Fiorentina > Fiorentina-Esbjerg, Montella: "Ho avuto buone risposte. La Juventus? In Europa..."

Fiorentina-Esbjerg, Montella: "Ho avuto buone risposte. La Juventus? In Europa..."

Il tecnico ha commentato il passaggio del turno


Vincenzo Montella (Getty Images)

28/02/2014 00:10

 

FIORENTINA ESBJERG MONTELLA / FIRENZE – Vincenzo Montella ha commentato il passaggio del turno in Europa League: "Era importante dare continuità ad alcuni giocatori. Con tante partite è difficile far giocare sempre gli stessi. Abbiamo gestito bene nel primo tempo non concedendo niente agli avversari, mentre nella ripresa abbiamo alzato il ritmo e siamo passati in vantaggio. Ci dispiace di non aver vinto – le parole del tecnico a 'Sky' - E' stata disputata una grande partita sul piano delle risposte mentali. Stiamo recuperando alcuni giocatori, anche importanti, e questo ci permetterà di fare valutazioni più scientifiche per avere tutti al meglio di gara in gara".

GOMEZ - "Non è ancora in condizione per i novanta minuti. L'ho tenuto in campo perché so cosa significhi non segnare per tanto tempo, e se non glielo avessero annullato avrebbe avuto energia nuova. Con un ritmo diverso da quello di oggi sarebbe difficile tenerlo in campo a lungo".

JUVENTUS - "Sicuramente ci capita l'avversario più forte in Italia, tra tutte le europee in corsa non lo so. Avrei fatto a meno di scegliere i bianconeri, potendolo fare. Il 4-2 in campionato? La prima ora è stata complicata, poi siamo riusciti a ribaltare e a imporre un risultato storico. Ce la giocheremo pur sapendo che l'avversario forse è il più forte".

GERVASONI IN MILAN-JUVENTUS - "Si può sbagliare in generale e non si deve punire. Si può sbagliare una valutazione singola, non credo nelle punizioni. Se credo in un giocatore però è proprio nel momento in cui sbaglia che devo dimostrargli la mia fiducia. Non trovo nulla di strano in Gervasoni addizionale, anzi: se credo nelle qualità dell'arbitro l'avrei fatto arbitrare direttamente. Io così faccio coi miei giocatori".




Commenta con Facebook