• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Sampdoria > Sampdoria, Krsticic: "Dalla guerra ed il linfoma al sogno Europeo. Mihajlovic, gli arbitri e Lj

Sampdoria, Krsticic: "Dalla guerra ed il linfoma al sogno Europeo. Mihajlovic, gli arbitri e Ljajic..."

Il centrocampista serbo si racconta soffermandosi sulla sua infanzia difficile



27/02/2014 11:13

SAMPDORIA KRSTICIC GUERRA LINFOMA MIHAJLOVIC / GENOVA - La guerra, la grave malattia ed ora la fascia di capitano. Nenad Krsticic è cresciuto tra mille difficoltà che ne hanno temprato l'animo e la forza di volontà ed ora è pronto a prendersi la Sampdoria, prima, e la Serbia, poi. Il centrocampista blucerchiato si racconta ai microfoni di 'Tuttosport' in una lunga intervista tra passato e sogni per il futuro: "A novembre del 2008 mi ero rotto il menisco e dopo l'intervento avevo sempre mal di pancia ma pensavo fosse un problema legato all'alimentazione. A Natale tornai a Belgrado e mi telefonò il dottore della Samp dicendomi di tornare immediatamente. Avevo un linfoma che avvelenava il sangue e solo dopo un mese mi rivelarono che pensavano mi restassero 48 ore di vita. Sono rimasto senza parole, nessuno pensa di morire a vent'anni. La forza di volontà non mi è mai mancata. Il male può essere dimenticato in fretta se si ha questo atteggiamento".

ACERBI - "Mi dispiace per lui, ma è un ragazzo forte. Ha carattere, può vincere questa battaglia". 

GUERRA - "Avevo cinque anni, eravamo contenti all'inizio perché avevano chiuso le scuole. Un'esperienza che mi ha aiutato a crescere. Ci raccoglievano nei rifugi e trascorrevamo le giornate lì, giocando a carte ed a basket". 

LJAJIC - "Sono molto contento che sia stato convocato per l'amichevole con l'Irlanda. Abbiamo fatto carriera insieme. La questione dell'inno? Acqua passata".

SERBIA - "Fallito l'obiettivo Brasile ci riproveremo per il 2018. Prima però c'è la qualificazione all'Europeo in Francia. Ci giochiamo il posto con la Danimarca".

MIHAJLOVIC - "E' arrivato qui in un momento difficile ma sono sicuro che ci aiuterà a tirarci su, conosco bene il suo carattere".

TORINO - "Andiamo per vincere anche se loro stanno bene. Temo Ventura, che prepara le partite molto bene. Sono un'ottima squadra, dobbiamo arrivare per primi su tutti i palloni. Pericoli? Cerci, subito dopo Immobile e meno male che manca El Kaddouri".

ARBITRI - "Non parlo di arbitri, sono persone come noi. Tutti possono sbagliare".




Commenta con Facebook