• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > PAGELLE E TABELLINO DI PALERMO-SPEZIA

PAGELLE E TABELLINO DI PALERMO-SPEZIA

Hernandez firma il vantaggio rosanero. Una magia di Scozzarella regala il pari alla formazione di Mangia


Abel Hernandez(Getty Images)
Giorgio Elia

22/02/2014 20:51

PAGELLE E TABELLINO DI PALERMO-SPEZIA/PALERMO - Allo stadio 'Renzo Barbera' Palermo e Spezia non vanno oltre il risultato di 1-1 nel match valido per la ventiseiesima giornata del campionato cadetto. Un colpo di testa di Hernandez illude gli uomini di Iachini, che mantengono comunque il loro posto in testa alla classifica. Esce indenne dal campo della capolista lo Spezia, con Mangia che regala un piccolo dispiacere al suo vecchio pubblico.

PALERMO

Sorrentino 6 - Un paio di uscite e una parata a terra su una conclusione di Migliore, non abbozza però la parata nella punizione comunque molto precisa di Scozzarella.

Munoz 6,5 - In piena linea con l'andamento del suo torneo conferma la crescita individuale maturata in questa stagione, prendendosi una piccola rivincita personale considerato quanto fatto all'andata con il suo autogol che aveva condannato la squadra in terra ligure.

Terzi 6 - Cresce la qualità delle sue prestazioni con il numero diciannove del Palermo che riacquista partita dopo partita la sicurezza che ha contraddistinto la propria carriera.

Andelkovic 5,5 - Alterna ottime chiusure difensive a scelte poco felici nella natura dell'intervento da realizzare, come in occasione di un contropiede concluso con un intervento molto pericoloso in area di rigore su Ferrari che aveva fatto urlare al rigore lo Spezia.

Stevanovic 6,5 - Preferito a Pisano per le spiccate doti offensive risponde appieno alle richieste del suo tecnico creando spesso la superiorità numerica per la sua squadra grazie alla sua capacità nel saltare l'avversario di turno. Va alla conclusone in un paio di occasioni senza centrare lo specchio della porta, forzando a tratti la giocata individuale anche in zone non proprio tranquille del campo. Resta comunque una prova convincente quella del serbo. Dal 80's.t. Vitiello s.v.

Bolzoni 6,5 - Moto perpetuo gli avversari lo ritrovano in ogni zona del campo, tra recuperi, ripiegamenti e diagonali. Tanti chilometri percorsi senza però perdere mai la lucidità nella scelta dei tempi di inserimento, con un'alta percentuale di passaggi riusciti nella fase di costruzione del gioco oltre che di immediata ripartenza della squadra.

Di Gennaro 6 - Prestazione sufficiente per il numero dieci rosanero nell'insolita posizione di play davanti alla difesa. Illumina in un paio di circostanze la manovra, riuscendo spesso a dare ampiezza alla squadra con i suoi cambi di fronte. Dal 64' Verre 5 - Ingenuo nel commette il fallo che regala la punizione allo Spezia trasformata da Scozzarella.

Barreto 6 - Buono il ritorno dal primo minuto da parte del capitano non ancora al cento per cento sotto il profilo atletico, ma sempre efficace nella fase di ripartenza della squadra sia per la sua partecipazione che per la precisione dei suggerimenti dettati.

Daprelà 7 - Forse la migliore prestazione fornita dalla svizzero dal suo arrivo a Palermo, impreziosita da efficaci iniziative sulla fascia mancina e dall'assist vincente per l'inzuccata di Hernandez. Dal 70's.t. Pisano 6 - Subentra al posto dello svizzero Daprelà, lavorando con attenzione prevalentemente in fase difensiva.

Hernandez 7 - Sale in cielo nel primo tempo rubando il tempo ai difensori avversari e battendo con forza e precisione Leali, facendosi notare anche per il sacrificio mostrato nel rincorrere l'avversario di turno e nel dettare il pressing sui difensore avversari.

Lafferty 6 - Meno agguerrito del solito forse frenato dalla squalifica che pende sulla sua testa e che non gli avrebbe permesso di scendere in campo contro il Bari nel prossimo turno interno, si fa comunque notare per i suoi precisi suggerimenti per i compagni quasi da rifinitore puro sprecando una buona occasione nel primo tempo per lasciare il suo timbro nell'incontro.

Allenatore Iachini 6,5 - La sua squadra si mostra solida con le scelte di Stevanovic e Di Gennaro che producono i loro frutti anche nella fluidità della manovra del gioco, con il limite di non chiudere l'incontro che stavolta costa caro con due punti lasciati per strada.

SPEZIA

Leali 6 - Viene beffato da Hernandez, compiendo poi dei buoni interventi tra i pali ma anche in uscita.

Datkovic 5,5 - Rimane bloccato in difesa non riuscendo però a reggere il confronto con un ispiratissimo Daprelà.

Bianchetti 6 - Ribatte colpo su colpo nel duello fisico con Lafferty, apparendo però fuori posizione nel gol di Hernandez per il quale divide le colpe con Migliore.

Lisuzzo 6 - Partita senza particolari sbavature nella quale fa valere il suo senso della posizione.

Seymour 5,5 - Con Sammarco lavora da schermo davanti alla difesa, con la sua azione però meno efficace di quella del compagno di squadra con Barreto che gli crea qualche problema di troppo. Dal 75's.t. Scozzarella 7 - Regala il pari ai suoi con una punizione chirurgica che non lascia scampo a Sorrentino.

Sammarco 6 - Lavora in mezzo al campo in fase di interdizione. non commettendo particolari errori in fase di possesso del pallone.

Bellomo 5 - Ha tutte le carte in regola per poter fare la differenza in campo, ma non riesce a salire mai in cattedra. Dal 67's.t. Ciurria 5,5 - Entra senza riuscire a incidere nell'incontro.

Schiattarella 6 - Un paio di buone iniziative sull'out di destra prima dell'infortunio alla schiena che lo costringe ad abbandonare il campo. Dal 27'p.t. Catellani 6 - Entra in campo come fosse tarantolato, gettandosi in ogni pallone e vivacizzando la manovra della squadra con la sua velocità palla al piede.

Migliore 5,5 - Protagonista di diverse iniziative offensive sulla fascia di sinistra commette però qualche errore di troppo in difesa, con la copertura in ritardo su Hernandez che permette all'uruguaiano di battere Leali per la rete che sblocca l'incontro.

Ferrari 6,5 - Sfiora in un paio di circostanze la rete personale, facendo correre qualche brivido lungo la schiena dei tifosi di casa.

Giannetti 5,5 - Lotta in avanti alla riceva di palloni giocabili, ma deve scontrarsi con la solidità di Munoz.

Allenatore Mangia 6 - Le sue scelte evidenziano la voglia di scendere al Barbera con l'intenzione di giocare a viso aperto la partita, con la squadra che ha il merito di restare in partita non rinunciando mai alla ricerca del pari venendo così premiata nel finale.

Arbitro Di Paolo 5 - Direzione di gara non priva di episodi dubbi. Manca nel primo tempo un calcio di punizione dal limite dell'area di rigore dello Spezia in favore del Palermo, per un intervento di Lisuzzo che con il braccio largo intercetta un traversone di Daprelà. Da rivedere anche lld sue scelte nella gestione dei cartellini. Giusto non giudicare da rigore l'intervento di Andelkovic su Ferrari, con l'intervento del difensore del Palermo arrivato soltanto dopo la conclusione di Ferrari. 

TABELLINO

PALERMO-SPEZIA   1-1

PALERMO: 1 Sorrentino; 6 Munoz, 19 Terzi, 4 Andelkovic; 14 Stevanovic(Vitiello 80's.t.), 15 Bolzoni, 10 Di Gennaro(Verre 64's.t.), 8 Barreto (cap.), 28 Daprelà(Pisano 70's.t.); 18 Lafferty, 11 Hernandez. A disp.: 22 Ujkani, 5 Milanovic, 9 Dybala, 13 Troianiello, 20 Vazquez, 27 Ngoyi. Allenatore: Giuseppe Iachini.

SPEZIA: 1 Leali; 35 Datkovic, 23 Bianchetti, 4 Lisuzzo, 3 Migliore; 17 Seymour(Scozzarella 75's.t.), 7 Sammarco, 18 Schiattarella (Catellani 27p.t.); 10 Bellomo(Ciurria 67's.t.); 20 Ferrari, 9 Giannetti. A disp.: 12 Vozar, 22 Valentini, 6 Ashong, 11 Magnusson, 28 Bastoni, 31 Orsic.Allenatore: Devis Mangia.

Arbitro: Di Paolo

Marcatori: Hernandez(P), 16'p.t., Scozzarella(S) 85's.t.

Ammoniti: Sammarco(S), Lisuzzo(S),  Hernandez℗, Ciurria(S)

 




Commenta con Facebook