• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Resto del mondo > Guangzhou, Diamanti: "Qui non per soldi. Inseguo esperienze e... il Mondiale"

Guangzhou, Diamanti: "Qui non per soldi. Inseguo esperienze e... il Mondiale"

Il trequartista ex Bologna traccia un bilancio dei suoi primi giorni in Cina


Alessandro Diamanti (Getty Images)
Stefano D'Alessio (Twitter: @SDAlessio)

22/02/2014 10:24

GUANGZHOU EVERGRANDE DIAMANTI ITALIA MONDIALE INTERVISTA / MILANO - Alessandro Diamanti, trequartista ex Bologna ora al Guangzhou Evergrande, ha rilasciato un'intervista a 'La Gazzetta dello Sport'.

SCELTA DI VITA - "La vita è strana... Ci sono novità quando non te l’aspetti. La Cina è un Paese più vicino di quanto si possa immaginare: sali sull’aereo, ti addormenti e ti svegli qui. I soldi? Lo dicono tutti, ma perché tutti l’avrebbero accettata. Peccato che non si parli mai di esperienze. Io ho sempre dimostrato con i fatti che inseguo le esperienze, non i soldi".

TRATTATIVA - "L'ho vissuta serenamente, in silenzio. Ero e resto legato a Bologna, ho sempre detto che avrei preso in considerazione proposte dall’estero e così è stato. Tempi e modi della cessione non li ho stabiliti io. Mi sono sempre allenato e ho giocato con impegno e serietà, con professionalità, lo possono dimostrare i miei compagni".

BOLOGNA - "Ce la farà lo stesso a salvarsi, ha giocatori forti che lavorano con passione. Ho un ricordo bellissimo, Bologna mi ha dato tanto e ho cercato di ripagare. Ho avuto tanti attestati di stima, e qualche sassolino nella scarpa m’è rimasto, ma avremo tempo per parlarne, e comunque non riguardano la città".

IMPATTO - "Ora sono in un hotel stupendo, appartiene al presidente. Sto cercando casa, la città è molto grande e pulita, molto avanti. Ho visto qualche casa, ma comandano le donne e quindi sceglierò con Silvia: la casa è fondamentale, vivi lì la tua vita".

CALCIO CINESE - "Ho fatto solo un’amichevole, la squadra è molto forte, corre tanto e ha un’idea di calcio propositiva, molto tattica e tecnica, grazie al mister. Anche i compagni sono positivi, seri professionisti: una bella scoperta. Grazie a Lippi questo è un campionato in grande espansione e credo che qui verranno in tanti. Se farò i Mondiali e mi metterò in mostra, sarà una bella vetrina per il calcio italiano in Cina".

LIPPI - "E' come se l’avessi conosciuto da sempre. Mi hanno parlato tanto di lui De Rossi e Pirlo, sapevo della sua mentalità vincente. Mi sono trovato subito bene".

INGHILTERRA -
"L'impatto è stato diverso. Gli inglesi mi trattavano come un ospite, non ero a mio agio, ho dovuto conquistare tutto piano piano. Con i cinesi sembra di essere a casa, sono molto più calorosi".

NAZIONALE - "Io sono venuto qui per giocare con continuità, lui mi conosce e sa cosa posso dargli. Al Mondiale ci credo. Ci siamo sentiti prima di partire e farò di tutto per prendere anche l’aereo per il Brasile. E' un girone a cui voglio bene, spero di volerne altrettanto anche dopo".




Commenta con Facebook