• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Juventus > Juventus-Torino, Llorente esalta Conte e avverte il 'Toro': "Ho sempre sognato di fare

Juventus-Torino, Llorente esalta Conte e avverte il 'Toro': "Ho sempre sognato di fare il matador!"

L'attaccante basco parla a poche ore dalla stracittadina contro i granata


Llorente (Getty Images)
Stefano D'Alessio (Twitter: @SDAlessio)

22/02/2014 09:47

JUVENTUS TORINO LLORENTE INTERVISTA / TORINO - Fernando Llorente, attaccante della Juventus, ha concesso un'intervista a 'Tuttosport' a poche ore dal derby contro il Torino.

TITOLO 'E' SOLO BELLO?' - "Ricordo quel titolo, mi fece sorridere. Non mi infastidì perché avevo capito il senso: non giocavo, la gente si chiedeva come mai, dove fossi finito... Ma Conte sapeva che dovevo lavorare molto per raggiungere la forma giusta. Con me ha fatto un lavoro incredibile".

TEVEZ - "Siamo molto differenti, forse anche per questo formiamo una bella coppia. Lui è più aggressivo di me, si muove di più, è più piccolo. Si tocca con mano la sua voglia di impressionare, di fare goal. Il nostro obiettivo è aiutare la squadra a vincere il campionato e l’Europa League".

CONTE - "Mi aspettavo un grande lavoro, ma non credevo così tanto. Per fortuna a Bilbao non solo con Bielsa ero abituato a lavorare parecchio. Come allenatore, Conte è fortissimo, vive tantissimo il calcio, trasmette energia e una voglia di vincere gigantesca. Si porta dietro tanta esperienza da calciatore, ti avverte in anticipo e ti mette in guardia su ciò che succederà. Ogni tanto racconta qualche episodio accaduto a lui da calciatore, sono curioso di vedere com'era da giocatore".

SCUDETTO - "Non bisogna perdere punti per strada, ci stiamo giocando lo scudetto. In effetti stiamo faticando tanto in questo periodo, serve per accumulare nuove energie utili per il rush finale. Sul momento magari patisci, ma a gioco lungo sarà molto utile. Non dobbiamo fare cavolate tali da mandare in pezzi quanto abbiamo costruito finora".

GRUPPO JUVE - "Siamo un unico blocco di cemento. Derby? Mi farebbe tanto piacere segnare perché mi piacciono da morire queste partite così così attese, così differenti dalle altre, così speciali. In qualche modo il 'Toro' è nel mio destino, ho sempre amato la corrida... E' ancora una tradizione molto amata. Volevo diventare un torero, da piccolo. E spesso mi travestivo da torero. Riconosco che la corrida è molto cruenta per il toro, anche perchè qualcuno furbo ogni tanto si incontra".




Commenta con Facebook