• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Altro > Nella Tela del Ragno: Josef Martinez, l'uomo che rilanciera' il Venezuela

Nella Tela del Ragno: Josef Martinez, l'uomo che rilanciera' il Venezuela

Il talento dello Young Boys e' protagonista del nostro nuovo appuntamento con la rubrica


Josef Martinez con la maglia del Venezuela (Getty Images)
Hervé Sacchi

21/02/2014 13:13

NELLA TELA DEL RAGNO SPECIALE JOSEF MARTINEZ YOUNG BOYS VENEZUELA TALENTI MERCATO / ROMA - In Sudamerica, il calcio è vissuto in maniera sentita, spesso più che negli stati del Vecchio Continente. Si parla sempre dei campioni di Brasile, Argentina, Uruguay e negli ultimi anni anche della Colombia. Ma ci sono altre nazioni, o meglio federazioni, che ambiscono al palcoscenico mondiale. La nazionale del Venezuela non è mai stata all'altezza delle altre selezioni più blasonate, ma anno dopo anno riesce a portare in Europa sempre più esponenti. Tra questi, è certamente da segnalare Josef Martinez.

CHI E' - Josef Alexander Martìnez nasce il 19 maggio 1993 a Valencia (Colombia), capitale dello stato di Carabobo con circa un milione e quattrocentromila abitanti. Piccola curiosità, la città di Valencia vanta un gemellaggio con Napoli. Viene scoperto all'età di 9 anni dal suo attuale rappresentente, Sebastian Cano. I primi passi importanti a livello agonistico li muove al Centro Italo a Cabriales. Più tardi tenterà un approccio con l'Estudiantes di La Plata, noto club argentino che manca l'acquisizione per un problema burocratico. Resta dunque nel suo Paese e si trasferisce nella capitale Caracas, nell'omonimo Futbol Club. Debutta nella massima serie all'età di 17 anni, entrando anche nell'azione che portò all'uno a zero finale contro l'Estudiantes de Mérida.
L'opportunità più grande ce l'ha nel gennaio 2012 quando viene acquisito dallo Young Boys di Berna. Debutta il 5 febbraio contro il Servette. Gioca diversi spezzoni di partita, senza mai incidere. La stagione successiva (2012-2013) trova poco spazio in prima squadra, ma si mette in mostra nella squadra riserve, realizzando 18 gol, di cui cinque in una sola partita. All'inizio della stagione in corso viene mandato in prestito al Thun, per vedere se ha le potenzialità per giocare nella massima serie: il risultato è tre gol nelle prime tre partite, una delle quali proprio contro lo Young Boys. I gol diventano sei nelle prime sette gare, poi il ritmo realizzativo rallenta. Chiude la prima parte di stagione con otto reti in diciotto gare. Nell'ultima sessione di gennaio lo Young Boys si è affrettato a riportarlo alla base. Nell'ultimo turno ha realizzato la sua prima doppietta coi gialloneri. Attualmente vanta una media di un gol ogni 129 minuti. E' inoltre titolare della Nazionale maggiore.

CARATTERISTICHE - La vena realizzativa che lo contraddistingue fa capire che parliamo di un attaccante, ma non di un centravanti. Martìnez fin da piccolo ha sempre lottato per vestire la maglia numero 10, che lo identifica come un giocatore di classe, capace di fare quello che vuole con il pallone tra i piedi e nella trequarti offensiva. E' un giocatore che piace per la spettacolarità che imprime al gioco. Vanta un dribbling importante che gli permette di saltare l'uomo con discreta facilità. Gli basta un tocco per mettere fuori causa il diretto marcatore e aggirarlo, altra qualità che delinea un buon controllo di palla e grande intelligenza nell'approccio alla giocata. Come detto, il suo ruolo naturale è il trequartista. Può giocare anche come esterno offensivo, più facilmente a sinistra, in modo tale da rientrare verso il centro e andare a concludere con il destro.

MERCATO - E' stato proposto a diverse squadre italiane prima di giungere allo Young Boys. Tuttavia, nessuno ha scommesso su di lui. Si poteva acquistare per meno di un milione di euro. Ora vale già il doppio, prezzo che resta alla portata di molte squadre, ma attenzione agli inserimenti delle inglesi (l'Arsenal è sempre molto attento) e delle spagnole. Non ci stupirebbe se anche l'Udinese fosse sulle sue tracce, considerando che in Friuli sono sempre molto attenti a questo genere di talenti che si possono strappare anche a basso costo. Ha una valutazione che si aggira attorno ai 2 milioni di euro, ma potenzialmente può far accrescere nettamente la sua valutazione nel giro di pochi anni.

LA SCHEDA

NOME: Josef Alexander

COGNOME: Martinez

NAZIONALITA': Venezuela

SQUADRA DI APPARTENENZA: Young Boys (Svizzera)

DATA DI NASCITA: 19 maggio 1993

ALTEZZA: 172 cm

PESO: 71 kg

RUOLO: Attaccante

POSIZIONE: Trequartista/Esterno offensivo

PIEDE DI CALCIO: Destro

VALORE APPROSSIMATIVO DI MERCATO
: 2 milioni di euro




Commenta con Facebook