• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > PAGELLE E TABELLINO DI MILAN-ATLETICO MADRID

PAGELLE E TABELLINO DI MILAN-ATLETICO MADRID

Un super Courtois ed un cinico Diego Costa piegano il miglior Milan targato Seedorf


Kaka' in azione (Getty Images)
Valerio Pantone

20/02/2014 00:29

PAGELLE E TABELLINO MILAN-ATLETICO MADRID/ MILANO – Due parate straordinarie del portiere belga Courtois ed un gol a cinque minuti dal termine di Diego Costa, rovinano l’esordio in Champions di Clarence Seedorf. Ottima la prova di Taarabt, mentre generose le prestazioni di Kakà e Balotelli. Male, invece, Emanuelson e Rami, colpevole in occasione della rete dei colchoneros. Tante le insufficienze in casa madrilena: su tutti quelle di Insua, Gabi e Koke.  

 

MILAN

Abbiati 6 – Praticamente inoperoso nel primo tempo, risolve un paio di mischie pericolose nella propria area di rigore. Può fare ben poco sul gol decisivo di Diego Costa.  

De Sciglio 6,5 – Ha tanta voglia di riscattare le ultime deludenti prestazioni ma ha la sfortuna di dover lasciare il terreno di gioco anzitempo dopo un duro scontro con Insua. Dal 25’ Abate 6 – Fondamentale, dopo dieci minuti dal suo ingresso in campo, una sua diagonale difensiva che nega a Diego Costa un gol già fatto. Spinge poco, però, in fase offensiva e con poca convinzione.

Bonera 6,5 – Attento nel guidare il reparto difensivo, si mostra all’altezza della situazione considerando anche la caratura dell’avversario.  

Rami 5,5 – Aggressivo e determinato sin dal primo minuto, concede pochissimo agli attaccanti avversari fino all’83esimo, quando si perde la marcatura di Diego Costa che costa il vantaggio dell’Atletico.

Emanuelson 5 – A volte impreciso in fase d’appoggio, va spesso in difficoltà quando l’Atletico attacca dalle sue parti, non solo perché è poco supportato dai suoi compagni. Tatticamente, infatti, lascia ancora molto a desiderare.   

Poli 6 – Inizialmente nel ruolo di mezz’ala destra, ha sulla testa l’opportunità di portare in vantaggio il Milan, ma Courtois si salva con un autentico miracolo. Cala fisicamente nella ripresa, un po’ come il resto della squadra. Dall’85’ Constant s.v  

De Jong 6,5 – Sempre puntuale nel raddoppio in marcatura e nell’avviare la manovra di gioco, si rende protagonista di un primo tempo praticamente impeccabile. Meno brillante nel secondo tempo, ma può essere perdonato. 

Essien 6 – Un po’ macchinoso nella circolazione della palla, dall’alto della sua esperienza internazionale vince diversi duelli importanti a centrocampo, senza mai strafare.

Kakà 6,5 – Appena l’Atletico gli concede un po’ di spazio lascia partire un sinistro a giro che complice la deviazione di Courtois si stampa sulla traversa. Sfiora la rete anche poco dopo con un bel destro che sorvola la porta degli spagnoli. Per il Milan e per Kakà non è proprio una serata fortunata.

Taarabt 7 – Approccio praticamente perfetto alla gara. Dai suoi piedi nascono le azioni che portano ai due legni colpiti dai rossoneri. Generoso anche nel ripiegamento difensivo, si conferma l’acquisto più azzeccato del mercato invernale del Milan. Ci prova fino all’ultimo con tanto coraggio.

Balotelli 6,5 – Il primo tempo avrà sicuramente reso felice anche il ct Prandelli presente sulla tribuna del Meazza: generoso e battagliero, confeziona assist e pericoli costanti alla porta di Courtois. Dopo l’intervallo, però, il Milan abbassa il ritmo e Super Mario non riceve più palloni giocabili per aiutare la squadra. Lascia il campo per un infortunio alla spalla. Sfortunato. Dal 77’ Pazzini s.v.

All. Seedorf 6,5 – La leggenda del Milan Dr. Jekill in Champions e Mr Hide in campionato trova conferma anche nel giorno della sua prima panchina europea. Il primo tempo giocato dai rossoneri è probabilmente quello che Clarence desiderava vedere da quando ha varcato per la seconda volta i cancelli di Milanello. L’unico neo è quello di non aver fatto gol: nella ripresa infatti alla prima vera chance l’Atletico punisce severamente il Milan mettendo una serie ipoteca sulla qualificazione.

 

ATLETICO MADRID

Courtois 7,5 – Il perché sia già considerato uno dei migliori portieri in circolazione lo si capisce dopo appena 20 minuti. Straordinario il suo intervento sul sinistro a giro di Kakà, miracolosa la parata sul colpo di testa a botta sicura di Poli, premiata anche dall’ausilio del palo. Se l’Atletico raggiungerà i quarti di finale, gran parte del merito andrà attributo a lui.

Juanfran 5,5 – Il Milan gli concede diversi metri per avanzare nella metà campo avversaria, ma non sempre sfrutta lo spazio a sua disposizione con la necessaria efficacia.

Miranda 6 – Poco reattivo nella prima frazione quando deve tamponare gli assalti del Milan, strappa la sufficienza nel secondo tempo anche in virtù dell’evidente calo fisico dei rossoneri.  

Godin 6 – Soffre molto quando Balotelli si allarga per gli inserimenti dei trequartisti. Dopo un primo tempo complicato, si riscatta nella ripresa concedendo pochissimo agli attaccanti rossoneri.

Insua 5 – Il dinamismo e l’intraprendenza di Taarabt complicano non poco la serata del Meazza dell’ex Liverpool che, quasi per dispetto, mette fuori causa De Sciglio con una brutta entrata sulla caviglia.

Koke 5 – I pregi e i difetti del suo repertorio sono racchiusi nei primi quarantacinque minuti: bravo tecnicamente e nel fraseggio stretto, lascia ancora molto a desiderare tatticamente in fase di non possesso. Un po’ come tutta la squadra di Simeone per buona parte della gara.

Gabi 5 – Serata no anche per il metronomo spagnolo. La superiorità numerica in mezzo al campo del Milan lo costringe a disputare una partita insolita, dedicata più all’interdizione. Rischia tantissimo sul contatto in area con Poli, che l’arbitro, per sua fortuna, non punisce con il penalty.  

Suarez 5,5 – La posizione tra le due linee di Kakà gli procura non pochi grattacapi. Poco preciso nei passaggi, combina davvero poco per guadagnarsi almeno la sufficienza.

Arda Turan 6 – A differenza di Koke, capisce le difficoltà dell’Atletico e così si immola per la causa anche nel cosiddetto ‘lavoro sporco’. Dal 74’ Cristian Rodriguez 6 – Entra nel momento migliore dei colchoneros, contribuendo con due buone accelerazioni sull’out di destra.

Raul Garcia 5,5 – Parte da supporto all’unica punta, ma non riesce quasi mai ad un essere un pericolo per la difesa rossonera. Dall’80’ Adrian s.v.

Diego Costa 7 Quando un campione può fare la differenza. Non supportato a dovere nei primi quarantacinque minuti dalla squadra, l’attaccante per metà spagnolo e per metà brasiliano, prova a lottare da solo contro tutta la difesa milanista e alla prima occasione non perdona. Chapeau!

All. Simeone 6 – Probabilmente tutti si sarebbero aspettati un altro Atletico, ovvero quello del campionato. Soltanto un grande Courtois ed un pizzico di fortuna, infatti, impediscono al Milan di passare in vantaggio meritamente nel primo tempo. Passata la sfuriata, il Cholo però sistema la squadra nella ripresa e grazie al suo bomber alla fine espugna San Siro. Una gioia doppia, per un ex interista come lui.

 

Arbitro Proença 5 – Bravo nella gestione dei cartellini, macchia la sua direzione negando un calcio di rigore solare al Milan. Al 37esimo minuto Gabi aggancia chiaramente il piede del centrocampista rossonero: non per l’arbitro lusitano che lascia proseguire il gioco tra le proteste dei padroni di casa.

 

TABELLINO

MILAN-ATLETICO MADRID  0-1

MILAN (4-3-2-1): Abbiati; De Sciglio (dal 25’ Abate), Bonera, Rami, Emanuelson; Poli, De Jong, Essien; Kakà, Taarabt; Balotelli (dal 77’ Pazzini). A disp.: Amelia, Coppola, Mexes, Zaccardo, Constant, Petagna. All.: Seedorf.

ATLETICO MADRID (4-4-2): Courtois; Juanfran, Miranda, Godin, Insua; Koke, Gabi, Suarez, Arda Turan (dal 74’ Cristian Rodriguez); Raul Garcia (dal 80’ Adrian), Diego Costa. A disp.: Aranzubia, Alderweireld, Diego, Sosa, Villa. All.: Simeone.

Arbitro: Proença (Portogallo)

Marcatori: 83’ Diego Costa (P)

Ammoniti: 20’ Insua (A), 41’ Suarez (A), 44’ Abate (M), 60’ Bonera (M), 69’ Diego Costa (A), 91’ Rami (M), 93’ Adrian (A)




Commenta con Facebook