• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Fiorentina > Esbjerg-Fiorentina, Montella: "Gomez non ha i novanta minuti. Gli errori arbitrali..."

Esbjerg-Fiorentina, Montella: "Gomez non ha i novanta minuti. Gli errori arbitrali..."

Il tecnico viola parla in conferenza stampa alla vigilia del match di Europa League


Montella (Getty Images)
Bruno De Santis (@Bruno_De_Santis)

19/02/2014 18:01

ESBJERG FIORENTINA CONFERENZA MONTELLA / ESBJERG (Danimarca) - Dopo il ko in campionato contro l'Inter, la Fiorentina prova a rialzarsi approfittando del match di Europa League contro i danesi dell'Esbjerg. Alla vigilia del match Vincenzo Montella parla in conferenza stampa: Calciomercato.it seguirà per voi le dichiarazioni del tecnico viola. 

ESBJERG - "E'una formazione molto ordinata, non ha grandi individualità: per certi versi assomiglia al Grasshopper. Conosciamo le difficoltà della gara, la qualificazione va conquistata sul campo".

CALCIO EUROPEO - "In Europa si gioca molto più veloce, molto più intenso rispetto a molte partite del nostro campionato dove si gioca in maniera più tattica".

GOMEZ - "Non ha ancora il ritmo per giocare i novanta minuti. L'intenzione è quello di farlo giocare, domani vedremo per quanto tempo". 

AMBIENTE - "Le condizioni ambientali non sono un alibi: vogliamo giocarci la qualificazione, sappiamo che molto dipenderà da noi e abbiamo la concentrazione giusta per proseguire il nostro cammino in Europa". 

BAKIC - "In campo va sempre la squadra che mi garantisce la maggior possibilità di vincere. Al di là dell'importanza della partita avrà le stesse possibilità dei suoi compagni di scendere in campo dal primo minuto: è un giovane e ha la necessità di crescere". 

ERRORI ARBITRALI - "Questa squadra ha già dimostrato di saper reagire a queste situazioni. Ci è già successo in passato: questo comunque non deve essere un alibi, ma una spinta a fare meglio". 

SQUADRA MAI AL COMPLETO - "Non ci penso, sono ancora alla realtà e quella di un allenatore è fare il meglio con quello che si ha a disposizione. Fino ad oggi abbiamo fatto un grandissimo campionato nelle difficoltà. Non bisogna guardare allo scorso campionato, va guardato il cammino: abbiamo consolidato un percorso fatto lo scorso anno e non era facile.Si giocano tante partite e i primi a stancarsi sono i giornalisti: a volte si esagera nei giudizi, ma li accolgo con il sorriso e non dobbiamo farci distrarre". 




Commenta con Facebook