• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Serie A > Serie A, Beretta: "Curve chiuse? Norma giusta, sanzioni sbagliate"

Serie A, Beretta: "Curve chiuse? Norma giusta, sanzioni sbagliate"

Il presidente della Lega commenta le ultime decisioni sul razzismo territoriale


Stadio Olimpico (Getty Images)
Stefano D'Alessio (Twitter: @SDAlessio)

19/02/2014 09:36

LEGA SERIE A BERETTA CURVE CHIUSE INTERVISTA / ROMA - Maurizio Beretta, presidente della Lega Serie A, ha rilasciato un'intervista a 'La Gazzetta dello Sport' sulle ultime decisioni del Giudice Sportivo di chiudere le curve della Roma per 'razzismo territoriale'.

NORMA E SANZIONI - "La norma è giusta, le sanzioni sono sbagliate. Il problema non è la norma, che peraltro abbiamo recepito dall’Uefa, ma il suo apparato sanzionatorio che ha molti limiti. È su quelli che dobbiamo lavorare".

PROVVEDIMENTI - "La segmentazione delle curve per individuare i veri responsabili è la strada giusta. Puniamo anche in modo più duro la minoranza incivile. Ma è intollerabile continuare a sanzionare la maggioranza perbene che, sono sicuro, condivide la nostra lotta al razzismo su cui, sia chiaro, non vogliamo arretrare. Ben vengano i microsettori, perché il meccanismo attuale si sta rivelando un boomerang e un’arma di ricatto contro le società. Ad agosto il presidente Lotito illustrò tutti i rischi connessi ma alla fine si decise di dare un segnale forte, allora era necessario".

URGENZA - "Difficile cambiare le regole in corsa, dovremo aspettare la prossima stagione. Intanto, la norma c’è e va rispettata, ma auspico la collaborazione di tutti per cominciare a dare la giusta dimensione a questo fenomeno. Il calcio italiano è un’altra cosa".




Commenta con Facebook