• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Parma > Calciomercato Parma, Ghirardi: "Controlliamo trecento giocatori. Su Cassano a Paletta..."

Calciomercato Parma, Ghirardi: "Controlliamo trecento giocatori. Su Cassano a Paletta..."

Il presidente emiliano fa il punto tra retroscena e progetti del club gialloblu


Tommaso Ghirardi (Getty Images)
Lorenzo Polimanti

19/02/2014 09:14

CALCIOMERCATO PARMA GHIRARDI PALETTA CASSANO BIABIANY DONADONI / PARMA - Un grande progetto che si sta trasformando in grande realtà. Dietro al miracolo Parma, sesto in classifica insieme a Torino e Verona, c'è la lungimiranza del presidente Tommaso Ghirardi che, intervistato da 'Tuttosport', fa il punto sul mercato gialloblu, tra retroscena e strategie future: "Se ho avuto paura di perdere Donadoni? Sono persona consapevole: se un grande club me lo chiede... Non per debolezza, ma per realismo, si vive sempre per migliorare e sarei il primo ad accompagnarlo. Ha un contratto fino al 2015 e spero che concluderà il ciclo. E' una persona seria, non farà brutti scherzi".

BIABIANY - "Il fatto che abbia rifiutato la Lazio mi fa capire che abbiamo raggiunto livelli importanti. Non sono presuntuoso, ma chi viene qui sa che trova una società organizzata, un sistema ideale per il calcio. E poi diamo tranquillità economica".

TESSERATI - "Controlliamo trecento giocatori, dopo aver messo sotto contratto gente dal vivaio in su. Da due anni ci proviamo, li mandiamo in prestito invece di farli stare in panchina. Al Nova Gorica, Latina, Crotone, Gubbio. Se al rientro tra questi giocatori troveremo validi elementi la politica si sarà rivelata giusta. E poi stanno facendo bene dove sono andati".

CASSANO - "E' la sorpresa positiva. Ci sono stati quei 15 giorni di sbandamento a gennaio, forse perché qualcuno ha fatto telefonate poco opportune. Non dalla società, con cui c'è grande stima, in amicizia con i Garrone. Antonio sta bene qui, pur essendo legatissimo alla Sampdoria. Fino a quando sarà contento... Poi siamo grandi e i programmi possono cambiare".

MIRANTE E PAROLO - "Piacciono a tutti? Sono tra i migliori nei loro ruoli".

PALETTA E PALLADINO - "Paletta ha detto 'no' alla Roma, Palladino sembrava perso ed ora duetta alla grande con Cassano. Sono molto contento".




Commenta con Facebook