• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Juventus > Juventus, Trapattoni: "Conte e Capello sono stati inopportuni". Sul derby e Mourinho...

Juventus, Trapattoni: "Conte e Capello sono stati inopportuni". Sul derby e Mourinho...

Le parole dell'ex commissario tecnico dell'Irlanda dopo la polemica degli ultimi giorni


Giovanni Trapattoni (Getty Images)
Lorenzo Polimanti

19/02/2014 08:13

JUVENTUS TRAPATTONI CONTE CAPELLO MOURINHO / TORINO - Zitti tutti, parla Giovanni Trapattoni. L'ex ct dell'Irlanda si concede ai microfoni di 'Tuttosport' e nella lunga intervista rilasciata al quotidiano torinese riprende Antonio Conte e Fabio Capello dopo la querelle degli ultimi giorni e non risparmia un attacco più o meno diretto a José Mourinho: "Quella di Antonio è carica, non è rabbia. Vive un momento delicato e decisivo e per un allenatore è fondamentale mantenere sempre la giusta tensione. Lui e Capello non mi sono piaciuti in questi giorni. Una certa etica non deve mai venir meno tra colleghi, oltretutto vincenti. Sono stati entrambi inopportuni. Un fatto umiliante e deprecabile, nonostante qualche straniero si sia abituato a offendere gli altri allenatori. Se mi riferisco a Mourinho? Il nome non l'ho fatto io... Agnelli spesso mi diceva: offendono chi possono, non chi vogliono. Se non sei attaccabile devi fregartene. Io rispondevo con i fatti: le parole servono ai giornali, non ai protagonisti".

JUVENTUS - "Non esprimo percentuali, ma sulla carta è la favorita per scudetto ed Europa League. Conte sta gestendo con intelligenza i ricambi. Sarà determinante la condizione ad aprile, quando si decide tutto. La Juventus ha un struttura mentale solida e questo è un vantaggio. Non faccio paragoni con la mia Juve, sono epoche diverse e sarebbe scomodo".

CONTE - "Sta svolgendo un grandissimo lavoro, non devo dargli consigli: mi fido. E' sempre stato uno dei miei figliocci.

PIRLO - "Potendo tornare indietro nel tempo porterei lui nella mia Juventus. A coprirlo ci penserebbe Tardelli. Stiamo giocando, ovviamente".

POGBA - "E' un talento di grandi qualità, ma per essere un campione con la 'C' maiuscola dovrà ripetersi su questi livelli anche il prossimo campionato e quello dopo ancora..."

DERBY - "E' una partita fuori dalle regole. E' una sfida enigmatica. I torinesi cresciuti nel vivaio bianconero li vedevi vivere un'emozione diversa all'uscita dal tunnel. Mi aspetto una bella gara".

TORINO - "Ha giocatori che possono far male. Cerci è una roba incredibile, unisce personalità e tecnica".

MILAN - "Non scommetto nulla, anche perché conosco bene la forza degli spagnoli: sono tosti e difficili da digerire".

BALOTELLI E TEVEZ - "Allenerei entrambi. Non so se avrei problemi con loro. In passato ho coccolato Cassano ed in generale ho sempre risolto i problemi".




Commenta con Facebook