• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Napoli > Calciomercato Napoli, De Laurentiis: "Benitez piu' funzionale di Mazzarri". E su Cavan

Calciomercato Napoli, De Laurentiis: "Benitez piu' funzionale di Mazzarri". E su Cavani, Balotelli e Lavezzi...

Il presidente degli azzurri ha rilasciato un'intervista


Aurelio De Laurentiis (Getty Images)
Andrea Corti (Twitter: @cortionline)

17/02/2014 21:11

NAPOLI DE LAURENTIIS AURELIO / NAPOLI - E' un bel momento per il Napoli, e il presidente Aurelio De Laurentiis ne ha parlato ai microfoni di 'Fox Sports': "Ci vuole molta pazienza, e in questo per me il cinema è stata una grande scuola. Senza fretta abbiamo costruito giorno dopo giorno in un contesto in cui venivo considerato un visionario. Poi mano mano le mie idee collimavano con quelle di un mercato in continuo fieri".

BENITEZ - "Il 19 maggio abbiamo affrontato la Roma, il 15 sono andato a Londra per la finale di Champions e ho incontrato Benitez che mi ha conquistato. Abbiamo subito fatto scopa, ritrovandoci d'accordo su tutto. Non era semplice perchè Benitez ha dovuto conoscere parte della squadra. Lui non voleva cancellare tutto, poi è partito anche Cavani e abbiamo pensato prima di tutto all'attacco. Sono rimasti sguarniti in alcuni reparti. Benitez mi ha detto che in Europa non si poteva giocare con il 3-5-2 e ha voluto testare se alcuni elementi erano funzionale al 4-2-3-1. E' stato onesto. Abbiamo cambiato 8 giocatori, poi a gennaio abbiamo avuto la fortuna di trovare dei giocatori, e credo che con i 3 acquisti siamo migliorati. A centrocampo abbiamo puntato su un ventiduenne, sulla sisìnistra Ghoulam sta confermando le sue capacità, e anche Henrique è un elemento di livello. nella prossima estae costruiremo una squadra da scudetto".

MAZZARRI - "Rimango innamorato delle persone che hanno collaborato a un progetto importante, in 140 caratteri... L'ironia di Mazzarri fa parte del personaggio, è un toscano. Ho fatto film con Benigni, Nuti e altri. Abbiamo mentalità diversa perchè io sono per l'internazionalizzazione. Per me è più giusto un allenatore come Benitez. Era un mio dovere nei confronti dei tifosi fare un ultimo tentativo con Mazzarri, ma il fatto che ho incontrato Benitez il 25 significa che non mi sono perso in un bicchiere d'acqua".

STADIO - "La legge non è perfetta, ma noi faremo la nostra parte".

BALOTELLI - "E' un caro ragazzo, che è sottoposto a troppi stress per troppa esposizione mediatica e non si può assolutamente aggiungere la pressione che gli creerebbe il Napoli. Se avessse una composizione chimica ed educazionale diversa sarebbe possibile, forse tra 3-4 anni potremmo reincontrarci".

CAVANI - "Sono fiero di quello che ho fatto, lo rispetto. Forse è un tantinello egoista, metteva la squadra in condizione di lavorare per lui. Higuain lavora più per la squadra, permettendo ai compagni di esprimersi al meglio. Insigne è un napoletano doc, vale molto e soprattutto se goca nel Napoli. Insigne: stai calmo e non pensare altrove. Lavezzi? Lo accoglierò a braccia aperte a fine luglio, quando al 'San Paolo' ci sarà il Psg in amichevole. Il futuro dipende dal Master: se Benitez lo riterrà opportuno, perchè no? Altrimenti non sarebbe carino farlo approdare. Non ci sono stati contatti".

TROFEI - "Il primo obiettivo? Il nostro compito è giocare partita dopo partita e giocarcela su tutti i fronti. Giochiamo sulle nostre forze e slle altrui debolezze".

CAPELLO - "Alla Juve ha fatto benissimo, è uno che protegge i suoi calciatori e ha le sue idee. Ognuno è libero di fare quello che crede. Ormai bisogna pensare 3 volte prima di dire qualcosa. Dobbiamo essere più sereni e buttare acqua sul fuoco. Nel calcio con l'adrenalina difficilmente riusciamo a dominarci".

MARADONA - "Lui allenatore del Napoli? No, ambasciatore. E' un'icona riconosciuta nel mondo e se vorrà rappresentare il Napoli fuori dall'italia sarò felicissimo di affidarglielo. Già glielo ho proposto, nella notte magica con la Roma, che è una bellissima squadra. Credo che sia il simbolo del calcio, insostituibile e un grande campione, ma non è detto che debba essere per forza un grande allenatore. Sono monogamo, spero che il matrimonio con Benitez duri il più a lungo possibile".

CLUB ALL'ESTERO - "5 anni fa mi ero mosso sull'Inghilterra e sugli Usa, ma non potevo aprire un'altra parentesi dopo napolie  cinama. Era una squadra londinese... Gli Usa tra 10 la diranno alla grande sul calcio. Beckham ha preso il Miami, me lo avevano offerto. Ma prima o poi se la salute mi assiste investirò nel calcio americano".

RENZI - "Siamo amici e conoscenti, ho girato film a Firenze e ho delle sale. Ho sempre avuto stima di lui perchè è giovane. In questo Paese, purtroppo, non si può che essere democristiani: lui interpreterà al meglio quello che gli italiani si aspettano da un uomo politico, ma non so se sarà un bene per il futuro del Paese".

CANNAVARO - "E' una carissima persona, molto educato e professionale".

LEGA EUROPEA - "Bisognerebbe mandare tutti a casa e fare un unico codice per tutta l'Europa, dalle regole al Fisco. Non più di 16 squadre a campionato, abolizione dell'europa League e un'allargamento della Champions facendone un campionato europeo".

LAMELA - "Ormai non fa più parte dei nostri progetti, ci siamo rinforzati in quel ruolo".

RIMPIANTO - "Mai avuto rimpianti".

SOGNO - "Amerei comprare i giocatori che non hanno superato i 20 anni. Ci vuole esperienza, ma quanto è bello vedere dei campioni che a 21 anni sono straordinariamente maturi".

MASCHERANO - "Non posso dire nulla: se Benitez me lo chiede e corrisponde alle regole del Fair Play finanziario è possibile".

PLATINI - "Vuole fare più il napoletano di quanto non lo faccia io".

SCUDETTO - "Mi auguro di poterlo ottenere l'anno prossimo".

 




Commenta con Facebook