• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Juventus > Juventus-Chievo, Conte al veleno su Capello: "Rispetto chi dice fesserie. Clima assurdo contro

Juventus-Chievo, Conte al veleno su Capello: "Rispetto chi dice fesserie. Clima assurdo contro Giovinco"

Il tecnico bianconero commenta cosi il successo sui veneti e non solo...


Antonio Conte (Getty Images)
Jonathan Terreni

16/02/2014 18:17

JUVENTUS-CHIEVO CONTE / TORINO - Non le manda a dire Antonio Conte, allenatore della Juventus, che commenta a 'Sky Sport' il successo contro il Chievo di oggi e non solo: "Non mi aspettavo risposte particolari in campo. Ci sono situazioni per le quali occorre alzare un pò la voce se vogliamo crescere. Ho fatto solo notare ai ragazzi che certi punti, come quelli di Verona, non si possono perdere per strada, soprattutto se vogliamo fare qualcosa di storico. Vincere per tre anni lo Scudetto non è cosa facile anche a livello mentale e di conseguenza la tensione va sempre tenuta alta, anche perchè può sempre succedere di tutto. Squadra troppo forte? Chierderò al presidente di iscriversi al campionato inglese. Evidentemente dà fastidio a qualcuno quello che la Juventus sta facendo. Rispetto allo scorso anno siamo più completi sotto tutti i punti di vista. Tutti i miei calciatori mi hanno sorpreso in positivo e spero continuino così".

GIU' IL CAPELLO - Poi torna sulla polemica con Capello: "Rispetto tutti, anche chi dice le fesserie. Mi riferisco a tutti quelli che vogliono fare i maestri senza conoscere l'ambiente di casa altrui. Preferirei si facessero più i fatti loro anche perchè in casa degli altri c'è più puzza. Poi evita altre polemiche: "Lo sento al telefono? Un saluto a tutti...". Su 'Rai Sport' però Conte rincara la dose: "Capello non è rispettoso, non è educato. Io rispetto i grandi allenatori della Juve del passato, come Trapattoni e Lippi. Lui guardi in casa sua, guardi al Mondiale. Chi è lui, chi è lui per dire queste cose? Non è giusto parlare di torneo amatoriale".

DALLA PARTE DI GIOVINCO - "Trovo ingiusto il clima che si è creato attorno a Giovinco, non me lo so spiegare, sono molto amareggiato. Ognuno si faccia un esame di coscienza".




Commenta con Facebook