• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > PAGELLE E TABELLINO DI CESENA-PALERMO

PAGELLE E TABELLINO DI CESENA-PALERMO

Sorrentino cala la saracinesca e regala un punto ai suoi. D'Alessandro il migliore dei romagnoli


Stefano Sorrentino(Getty Images)

15/02/2014 17:55

PAGELLE E TABELLINO DI CESENA-PALERMO/CESENA - Allo stadio 'Manuzzi' Cesena e Palermo non vanno oltre il risultato di 0-0 nel match valido per la venticinquesima giornata del campionato cadetto. Mantiene saldo il primato la formazione di Iachini, che riesce a uscire indenne dal territorio romagnolo nonostante l'inferiorità numerica durata per poco più di un tempo. Spreca un'occasione ghiotta la compagine di Bisoli, protagonista comunque di una prestazione positiva.

CESENA

Coser  s.v. - Inoperoso.

Volta 6,5 - Sfiora il gol in avvio di incontro con una grandissima parar di Sorrentino che gli nega la gioia del gol, con la sua prestazione impreziosita da una serie di chiusure difensive precise e attente, tra queste il salvataggio sulla conclusione di Lafferty a Coser battuto. 

Capelli 6 - Mostra la sua esperienza in mezzo al campo lavorando nel migliore dei modi con Volta.

Krajnc 6 - Mette fuori gioco Morganella con un durissimo contrasto aereo, mostrandosi però abile in fase di marcatura su Lafferty.

D'Alessandro 7 - Mette la fascia destra(la sinistra degli avversari, ndc) a ferro e fuoco con le sue accelerazione e la sua abilità nell'uno contro uno che regala asperso la superiorità numerica alla sua squadra. Regala tanti suggerimenti interessanti ai compagni del reparto offensivo, causando l'espulsione di Lazaar.

Gagliardini 6,5 - Mostra la sua tecnica in mezzo al campo, appoggiando con le sue sortite la manovra offensiva della sua squadra.

Cascione 6,5 - Agisce quasi da play davanti alla difesa gestendo sempre con precisione e attenzione la sfera di gioco e non tirandosi mai indietro nel partecipare alla fase di non possesso.

Belinghieri 6 - La sua tecnica negli ultimi sedici metri risulta sempre preziosa per la sua squadra, acquisto azzeccato nel mercato di gennaio. Dal 67's.t. Defrel 5 Non aggiunge nulla al reparto offensivo romagnolo.

Renzetti 6 - Non fa mancare il suo supporto alla squadra in fase di spinta sulla sinistra, sfoggiando anche una buona attenzione in fase difensiva. Dal 87's.t. Garritano s.v.

Rodriguez 5,5 - Prova a lottare contro i centrali rosanero ma viene detonato dai suoi avversari puntuali nella sua marcatura. Si fa notare per una conclusione in acrobazia che termina però largo.

Marilungo 6,5 - Lavora tantissimo recuperando dei palloni giocabili anche lontano dalla sua zona di competenza, con gli errori di imprecisione e le parate di Sorrentino che gli negano però la gioia del gol. Da premiare per il cuore messo in campo. Dal 75's.t. Succi s.v.

Allenatore Bisoli 6 - Le prova tutte senza riuscire a scardinare il fortino rosanero.

PALERMO

Sorrentino 7 - Il migliore con Maresca compie una parata prodigiosa su Volta, con altri interventi tra i pali e in uscita più semplici ma non meno importanti per la sua squadra.

Munoz 6,5 - Non mostra delle difficoltà in marcatura sia su Rodriguez che su Marilungo, costante punto di riferimento della retroguardia rosanero.

Terzi 5,5 - Partita tra luci e ombre per il centrale del Palermo, in difficoltà a tratti nell'uno contro uno con Marilungo ma anche in grado di far valere la sua esperienza con interventi difensivi in uscita palla al piede dalla linea arretrata.

Andelkovic 5,5 - D'Alessandro lo mette in crisi con la sua velocità e  non gli va meglio quando a sfidarlo è Marilungo. 
Morganella  s.v. - Costretto ad abbandonare il campo dopo soli ventidue minuti per una ferita alla testa dopo un duro contrasto con Krainc. Dal 22'p.t. Pisano 6 - Lavora in fase difensiva sfoggiando un paio di galoppate sulla fascia destra.

Ngoyi 5 - Non partecipa molto alla manovra di gioco della squadra con pochi palloni giocati dal centrocampista roanero, la cui azione si limita alla copertura dell'azione di Morganella prima e Pisano poi. Fa rimpiangere per dinamismo e corsa l'infortunato Bolzoni.

Maresca 6,5 - Tocca tanti palloni in mezzo al campo riuscendo a farlo sempre con una buona precisione nonostante i blandi ritmi di gioco, la cui azione risulta però preziosa per la sia squadra. Unico neo della sua prestazione il rosso rimediato nel finale, seppur discutibile.

Vazquez 5,5 - Tornato titolare non sfrutta nel migliore dei modi l'occasione pagando la differenza di passo con i centrocampisti avversari che lo porta a perdere diversi palloni, aspetto che allenta anche la presa sui suoi nervi con l'argentino che non nasconde il suo nervosismo provocato anche dalle scelte arbitrali. Dal 45'p.t. Daprelà 6 - In piena linea con il tema tattico della partita lavora in fase difensiva, tamponando su D'Alessandro.

Lazaar 5 - Parte bene con una paio di accelerazioni interessanti e con una conclusione di sinistro che sfiora il palo alla sinistra di Coser, andando in sofferenza nel confronto diretto con D'Alessandro. Divide le responsabilità con il direttore di gara per la sua espulsione, con Merchiori troppo severo nell'occasione della prima ammonizione e il marocchino già ammonito ingenuo nell'intervento scomposto su D'Alessandro.

Lafferty 6 - E' sempre l'ultimo ad arrendersi il nordirlandese in coartante lotta per il recupero della sfera di gioco anche lontano dalla propria zona di competenza, con il suo eccesso di generosità che lo porta a 'conquistare' l'ennesimo cartellino giallo della sua stagione. E' tra gli uomini di Iachini quello che ci prova di più. Dal 83's.t. Barreto s.v.

Hernandez 5 - Ancora una volta l'uruguaiano non riesce a entrare nel vivo della partita preda dei difensori centrali avversari. Lodevole comunque l'atteggiamento mostrato nella ripresa, con la predisposizione al sacrifico con la sua squadra in dieci.

Allenatore Iachini 6 - Per lui che ama preparare più partite in una il doppio cambio nel primo tempo con Pisano e Daprelà risulta esser una vera e prorpia mazzata, chiamato a limitare i danni con la squadra in inferiorità numerica.

Arbitro Merchiori 4,5 - Esagera nell'estrazione dei cartellini dal suo taccuino, con il primo giallo recapitato a Lazaar nel primo tempo eccessivo e determinante nel provocare pochi minuti dopo l'espulsione del marocchino per doppio giallo. Più di un dubbio anche sull'espulsione diretta a Maresca.

TABELLINO

CESENA-PALERMO  0-0

CESENA: 36 Coser; 14 Volta, 37 Capelli (cap.), 15 Krajnc; 7 D’Alessandro, 24 Gagliardini, 34 Cascione, 40 Belingheri(Defrel 67's.t.), 33 Renzetti(Garritano 87's.t.); 9 Rodriguez, 39 Marilungo(Succi 75's.t.). A disp.: 30 Agliardi, 5 Alhassan, 6 Camporese, 8 De Feudis, 26 Yabre, 29 Bangoura. Allenatore: Pierpaolo Bisoli.

PALERMO: 1 Sorrentino; 6 Munoz, 19 Terzi, 4 Andelkovic; 17 Morganella(Pisano 22'p.t.), 27 Ngoyi, 25 Maresca, 20 Vazquez(Daprelà 45p.t.), 7 Lazaar; 18 Lafferty(Barreto 83's.t.), 11 Hernandez (cap.). A disp.: 22 Ujkani, 10 Di Gennaro, 13 Troianiello, 14 Stevanovic, 23 Verre, 33 Embalo. Allenatore: Giuseppe Iachini.

Arbitro: Merchiori

Ammoniti:  Krajnc(C), Lafferty(P), Vazquez(P), Belinghieri(C), 

Espulsi: Lazaar(P), Maresca(P) 

 




Commenta con Facebook