• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Roma > Roma, Garcia ricorda: "Quei pugni sul tavolo al momento della firma coi giallorossi..."

Roma, Garcia ricorda: "Quei pugni sul tavolo al momento della firma coi giallorossi..."

L'allenatore francese rivela un retroscena nella sua autobiografia in uscita in Francia


Rudi Garcia (Getty Images)
Stefano D'Alessio (Twitter: @SDAlessio)

15/02/2014 12:00

ROMA GARCIA AUTOBIOGRAFIA PUGNI FIRMA CONTRATTI / ROMA - Nella sua autobiografia appena pubblicata in Francia, l'allenatore della Roma Rudi Garcia rivela alcuni curiosi retroscena risalenti alla firma del contratto col club giallorosso.

Il tecnico francese ricorda la conferenza stampa di New York, realizzata ancor prima della firma: "Ero perplesso, mi pareva uno strano modo di procedere. Capii che dopo la scelta di Luis Enrique e Zeman, Sabatini non voleva prendersi da solo la responsabilità. Non poteva permettersi di sbagliarsi una terza volta. E così dovetti essere incoronato da Pallotta".

Qualche settimana dopo, quando è davanti ai giornalisti a Trigoria non ha ancora il contratto. "Come spiegare una tale lentezza amministrativa in un club così importante?" si chiede nel libro. E all'addetto stampa che voleva suggerigli le domande sui temi caldi... "La interruppi per dirle che sapevo benissimo quel che dovevo dire o non dire".

La firma del contratto arriva dopo uno sfogo di Garcia: "Capirono che era meglio firmare subito. L'assunzione di Bompard e Fichaux rischiò di capottare per ragioni finanziarie. A un certo punto, dovetti battere i pugni sul tavolo e imporre il mio punto di vista".




Commenta con Facebook