• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > PAGELLE E TABELLINO DI MILAN-BOLOGNA

PAGELLE E TABELLINO DI MILAN-BOLOGNA

Brutta gara per gli uomini di Seedorf, salvati da uno straordinario gol di Balotelli. Ballardini prepara bene la partita, ma osa poco


Lo straordinario gol di Balotelli (Getty Images)
Stefano Carnevali

15/02/2014 00:02

PAGELLE TABELLINO MILAN-BOLOGNA / MILANO - Uno dei Milan più grigi della gestione Seedorf viene salvato, nel finale, da un grandissimo gol di Balotelli. Abbiati è decisivo con due, soli ma complicatissimi, interventi. Buona prova di Rami e Taarabt. Ancora troppo poco da Honda, De Sciglio si conferma in difficoltà. Deludono anche De Jong e il subentrante Muntari. Il Bologna disputa una gara attenta e ordinata: gli uomini di Ballardini soffrono e si difendono, poi hanno anche l'occasione di colpire ma non osano abbastanza. Bene Curci, Natali e Morleo. Efficaci anche Cristaldo e Bianchi. Christodoulopoulos si vede un po' poco. 

 

MILAN

Abbiati 7 - Il Bologna non si fa vedere quasi mai dalle sue parti ma, complice la passività della difesa, al 23' si rende parecchio pericoloso. La sua parata su Khrin è decisamente importante. Miracolo al 17' della ripresa su Christodoulopoulos.

De Sciglio 5,5 - C'è ancora qualcosa che non va. Il giovane terzino spinge tantissimo, ma pasticcia sempre quando deve compiere la giocata determinate, cosa che l'anno scorso accadeva molto più di rado. Non convince troppo nemmeno in fase difensiva: la miglior (unica) palla gol dei rossoblu, nel primo tempo, nasce proprio dalla sua parte. 

Zaccardo 6- Sostituisce Zapata che si ferma di nuovo durante il riscaldamento. Dopo i disastri di Napoli, è preferito a Mexes. Disputa un primo tempo attento e ordinato. Nella difficile ripresa, qualche buona chiusura. 

Rami 6,5 - Deputato al controllo di Bianchi, non ha vita facile per la bravura spalle alla porta dell'attaccante felsineo. I suoi interventi sono sempre molto decisi e questo galvanizza il pubblico. Bella chiusura su Cristaldo, in una delle sporadiche ripartenze bolognesi nella prima parte di gara. Piace per pulizia negli interventi e per determinazione. 

Constant 5,5 - Fa il suo. E' aiutato dalla presenza di Taarabt sulla sua corsia, visto che tiene Garics sempre molto basso. Prova a spingere, ma non è mai troppo convinto. Troppo basso nel secondo tempo.

Montolivo 6 - Un po' arruffone in fase di impostazione, si fa apprezzare maggiormente per le conclusioni dalla distanza. Male sui calci piazzati.

De Jong 5 - Brutta prova. Il Bologna combina davvero poco in avanti, per cui il suo contributo come 'filtro' serve poco (tra l'altro, si trova spesso a duellare con Bianchi che lo infastidisce più del dovuto). Quando si tratta di impostare, invece, è troppo lento e impreciso. Dal 63' Muntari 5 - Passo ridotto ed errori di palleggio inspiegabili. Sembra poco concentrato e per lui - centrocampista tattico ma non tecnico - è grave.

Honda 5,5 - Sempre un po' troppo lento, dà costantmente l'impressione di 'non farcela'. Però la palla non la perde mai e, anche se gli manca il 'guizzo' giusto, riesce spesso a tenere basso Morleo. Fatica comunque a incidere per davvero sulla gara.  Dal 66' Pazzini 6 - Si piazza come terminale offensivo. Di palloni, però, ne arrivano pochi. A 11' dalla fine crea un mischione nell'area del Bologna, ma non raccoglie nulla. 

Kakà 5 - Non trova la posizione per lunghi minuti. Troppo alto, non può partecipare alla costruzione della manvora e finisce per intasare gli spazi già ridotti. Inspiegabile come cerchi sempre l'assist - anche in situazioni più che complicate - e mai il tiro. Mai incisivo, sbaglia una quantità enorme di passaggi. Dall'80' Poli SV -.

Taarabt 6,5 - Esordio a S. Siro senza timori. Oltre che classe, il marocchino ha tanta forza e riesce sempre a trovare la giocata importante. La lentezza del gioco rossonero, però, gli chiude tutti gli spazi visto che si trova semrpe ad attaccare un Bologna schierato. E' comunque l'unico rossonero che salta l'uomo e prende sempre l'iniziativa. Cala un po' alla distanza. 

Balotelli 6,5 - Cerca di svariare su tutto il fronte dell'attacco, ma dovrebbe dare più riferimenti ai suoi. Al 13' manca un comodo tap-in dopo la corta repsinta di Curci sul tiro di Montolivo. Il Bologna lo ingabbia prepotentemente, ma lui pare muoversi con scarsa furbizia per essere per diventare davvero pericoloso. Le cose non migliorano nemmeno quando, con l'ingresso di Pazzini, si abbassa un po'. Fuori dal gioco per 90', però ha i colpi del campione e decide la gara. 

All: Seedorf 5  - Il Milan parte con buon piglio e buon passo. L'idea è quella di allargare il gioco per schiacciare gli esterni avversari e scardinare una squadta molto molto coperta. Il problema, per i rossoneri, è la pochissima presenza in area e nella zona centrale della trequarti offensiva. Alla lunga, la lentezza della manovra diviene l'arma milgiore del Bologna. Molte più difficoltà nella ripresa: cresce la stanchezza e la squadra si allunga. Impressionante la negatività della condizione fisica dei rossoneri. Pazzini entra troppo tardi. Balotelli salva uno dei Milan più brutti della gestione Seedorf. 

 

BOLOGNA

Curci 6,5 - Grande parata su Montolivo al 13'. Graziato da Balotelli sulla respinta. Rischia al 32' su una punizione di Balotelli che non trattiene. Per il resto sempre molto preciso. Nulla può sulla bordata di Balotelli che decide la gara.  

Antonsson 6  - Attentissimo, dalla sua parte opera il rossonero più attivo in avvio di gara: Taarabt. Garics non gli dà una grande mano, ma lui non molla mai. Secondo tempo molto più agevole, anche se tiene in gioco Pazzini nella grande occasione che il Milan ottiene a 11' dalla fine. 

Natali 6,5 - Tiene compatta e stretta una difesa sempre sotto pressione che fa della densità e della fisicità le proprie armi principali. Protettissimo, nell'uno contro uno non concede nulla a Balotelli. 

Mantovani 6 - Anche lui in trincea per lunghi tratti della gara. Lotta e si arrangia come può.

Garics 6 - Costretto da subito sulle sue per la propositivirà di Taarabt, fatica molto a proteggere la sua corsia. Migliora nella ripresa. 89' Moscardelli SV -.

Christodoulopoulos 6 - Si vede proprio poco perché il Bologna non attacca mai e quando lo fa predilige le palle lunghe o le 'galoppate' sulle fasce. In una partita piuttosto grigia, sfiora comunque il gran gol al 17' della ripresa. 

Perez 6,5 - Centrocampista di distruzione, lotta con grinta ed efficacia su ogni palla che passa dalle sue parti. Non lascia mai la difesa scoperta. 89' Friberg SV -.

Khrin 6 - Lunghe leve e buon passo. Ripiega sempre, soprattutto sulle tracce di Kakà. Filtro efficace, sfiora anche il gol (di testa) nell'unica occasione del primo tempo bolognese. Secondo tempo in cui avrebbe potuto essere un po' più propositivo.

Morleo 6,5 - Buona prova. Soffre De Sciglio (anche se non gli consente mai il cross pulito), ma lo sa anche mettere in difficoltà. Dalla sua parte nascono le azioni migliori del Bologna. 

Cristaldo 6 - La doppietta di Torino lo ha caricato a mille. Lotta su ogni pallone e viaggia ad altissima velocità. Cerca di ribaltare l'azione quando può. Partita difficile. Dall'84' Laxalt SV -.

Bianchi 6 - Punto di riferimento importantissimo: spalle alla porta o di testa, è un'arma fondamentale per far salire la squadra. In porta, però, non tira mai.

All: Ballardini 6 - Con gli esterni avversari molto alti e propositivi, lo schema del Bologna (un 3-5-1-1 molto coperto), fatica a tenere. Qualche lancio lungo e qualche ripartenza sono le uniche iniziative felsinee del primo tempo. E' vero, però, che il Bologna chiude tutto e bene. La ripresa comincia in modo molto più positivo: la squadra attacca maggiormente ed è anche pericolosa, giovandosi delle difficoltà fisiche del Milan e della sfiducia rossonera. A conti fatti, però, l'atteggiamento è stato troppo rinunciatario. Il Milan chiude con oltre il 70% di possesso palla. 

 

Aribtro: Bergonzi 5,5 - La partita fila via piuttosto tranquilla. Non chiamato a grandi decisioni, Bergonzi riesce comunque a far discutere con un atteggiamento fin troppo perentorio e qualche fischio inaspettato (soprattutto per il tempismo). Sbaglia di più nel secondo tempo: dubbi per un mani di Mantovani e, soprattutto, per una spinta su Montolivo da cui il Bologna ottiene un pericoloso contropiede.

 

MILAN-BOLOGNA 1-0

MILAN (4-2-3-1): Abbiati; De Sciglio, Zaccardo, Rami, Constant; Montolivo, De Jong (63' Muntari); Honda (66' Pazzini), Kakà (80' Poli), Taarabt; Balotelli. All: Seedorf

BOLOGNA (3-5-1-1): Curci; Antonsson, Natali, Mantovani; Garics (89' Garics), Christodoulopoulos, Perez (89' Friberg), Khrin, Morleo; Cristaldo (84' Laxalt); Bianchi. All: Ballardini

Arbitro: Bergonzi

Marcatori: 86' Balotelli

Ammoniti: 48' Natali, 92' Friberg (B); 85' Zaccardo (M)

Espulsi

Note




Commenta con Facebook