• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Hellas Verona > Calciomercato Verona, Gardini scatenato: "Riscattiamo Iturbe e tratteniamo Sogliano. Jorginho..

Calciomercato Verona, Gardini scatenato: "Riscattiamo Iturbe e tratteniamo Sogliano. Jorginho..."

Il Dg del club veneto annuncia due 'colpi' importanti per l'estate


Iturbe impegnato contro la Juventus (Getty Images)
Lorenzo Polimanti

11/02/2014 18:10

CALCIOMERCATO VERONA GARDINI ITURBE SOGLIANO JORGINHO / VERONA - Nel Verona dei miracoli quella di Juan Manuel Iturbe è sicuramente una delle stelle che brillano di più. Il giovane attaccante esterno classe '93, arrivato in estate dal Porto con la formula del prestito con diritto di riscatto, sta attirando sempre più le attenzioni di diversi top club italiani e non, ma la formazione veneta vuole tenerselo stretto ed il Dg Giovanni Gardini, intervenuto ai microfoni di 'Radio 24', annuncia: "Il prezzo, in questo caso, lo fa chi compra e non chi vende. Abbiamo il diritto di riscatto che a giugno eserciteremo. Poi vedremo cosa succederà. Abbiamo presentato, grazie all'intuizione del direttore sportivo, uno dei talenti più importanti del campionato".

SOGLIANO - "A Verona è iniziato un rapporto tutto insieme tra noi ed il presidente Setti e penso che non sia al capolinea per nessuno dei tre. Ci teniamo stretti questi 36 punti frutto del lavoro di uno staff di prim'ordine e credo ci siano i presupposti affinché rimanga. Penso che proseguiremo questo tipo di rapporto con risultato fuori dal comune".

JORGINHO - "E' affare se lo fanno tutte e due. Mi spiace che poche squadre italiane abbiano creduto in lui. Il fatto di aver giocato a Verona lo ha sottostimato, perché troppo spesso si guarda all'estero".

TONI - "Quando fa qualcosa lo fa perché ci crede. E' venuto a Verona perché ha intravisto qualcosa di nuovo, diverso e particolare dopo le insistenze di Sogliano e Mandorlini che l'hanno voluto fortemente".




Commenta con Facebook