• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Hellas Verona > Verona, Juanito Gomez: "Io, dalla Serie D al gol contro la Juventus!"

Verona, Juanito Gomez: "Io, dalla Serie D al gol contro la Juventus!"

L'attaccante gialloblu racconta la sua carriera nel corso di un'intervista



11/02/2014 09:35

VERONA JUVENTUS JUANITO GOMEZ INTERVISTA / MILANO - Juanito Gomez, attaccante del Verona autore del pareggio contro la Juventus domenica scorsa, ha concesso un'intervista a 'La Gazzetta dello Sport'.

ARRIVO IN ITALIA - "Mi portò in Italia, a Ferentino Paolo Lanzetta. Sono partito dalla serie D, pochi soldi, vitto e alloggio, ma stavo bene. Poi mi ha preso Antonio Dell’Aglio che per me è stato importantissimo e tuttora è il mio procuratore".

GAVETTA - "Ho visto tanti miei coetanei e tanti colleghi fortissimi che poi sono scomparsi. Le faccio due nomi: Renan Pippi e Franco Chiavarini, attaccanti, uno brasiliano, l’altro argentino. Ora il brasiliano che segnava sempre a Bellaria è alla Lupa Frascati in D, Chiavarini, che è il mio migliore amico in Italia, dopo Cesena, si è perso. Il calcio è crudele. Devi lottare, crederci, non arrenderti mai. Io ce l’ho messa tutta".

SVOLTA - "A Gubbio. Con Torrente e Simoni. Sono stati loro a valorizzarmi, a darmi tanta fiducia, a credere in me. Io difficoltà ne ho avute. A Bellaria il primo anno, soprattutto dove giocavo poco, anche a Verona nella prima parte della mia esperienza. A Gubbio ho vinto due campionati e segnato 23 gol in un anno e mezzo. E’ stata la tappa fondamentale della mia carriera. Ci penso sempre, e non dimentico mai la pasta col tartufo che è il piatto a cui sono più legato qui. Anche se mi sento molto italiano. Quando torno a casa mi manca la vostra cucina, la pasta soprattutto".

VERONA - "Sto sul lago. Mi piace andare a giocarea a golf. prima veniva anche Halfredsson, Mi rilassa. Ma ora vado molto poco. Amo il calcio e spesso mi riunisco con gli amici per guardare la Champions o le partite importanti".

RUOLO - "Sono un esterno del 4-3-3, che gioca a sinistra o a destra, sono uno che si adatta. Uso il piede destro e nei campionati minori ho giocato spessissimo da attaccante. Ma faccio quel che mi viene chiesto".

S.D.




Commenta con Facebook