• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Inter > Inter-Sassuolo, Mazzarri: "Tifosi, Hernanes e Guarin: ripartiamo da voi. Kovacic..."

Inter-Sassuolo, Mazzarri: "Tifosi, Hernanes e Guarin: ripartiamo da voi. Kovacic..."

Le parole dell'allenatore nerazzurro alla vigilia della sfida di 'San Siro'


Walter Mazzarri (Getty Images)
Lorenzo Polimanti

08/02/2014 14:13

INTER CONFERENZA STAMPA MAZZARRI SASSUOLO / MILANO - Scenario insolito per la conferenza stampa di Walter Mazzarri che, alla vigilia della sfida interna con il Sassuolo, convoca i cronisti a 'San Siro'.

GUARIN - "La sessione di mercato è stata un po' particolare. Le scelte con la Juventus sono state anche un po' condizionate da questo. Martedì ho detto ai giocatori che era tutto azzerato e si riparte. Ora lui è a disposizione come tutti gli altri e farò la formazione normalmente in base a chi mi darà più garanzie. Poi, comunque, ci sono i cambi".

THOHIR - "Credo che questi attestati di stima nei miei confronti siano importanti anche per la squadra. Gli acquisti di Hernanes e D'Ambrosio confermano che c'è unità di intenti".

STAGIONE - "Si può dire tutto ed il contrario di tutto, ma le valutazioni vanno fatte alla fine". 

FORMAZIONE - "Botta? Devo valutare tutto, ancora tre o quattro situazioni. Vedrete domani le mie scelte".

BRANCA - "Mi dispiace. Ho avuto un ottimo rapporto con lui, ci ho anche giocato Mi ha dato una grande mano fino a qui, gli faccio un grande in bocca al lupo per la carriera".

SOCIETA' - "E' un anno difficile. Non mi aspettavo tutto questo cambiamento, è una situazione difficile. Ma bisogna lavorare ed andare avanti. Il passaggio di proprietà è un cambiamento storico ed è una variabile da considerare nella valutazione di una stagione".

KOVACIC - "Le mie parole sono state fraintese da chi voleva fraintenderle. Ho risposto a domanda precisa, era un discorso tattico. Non volevo dare la colpa a nessuno. Anzi, dirò che sul primo gol con la Juventus la colpa non era sua perché non doveva esserci lui su Lichtsteiner. Ho detto poi che se molte volte Pirlo era libero, anche Kovacic era libero spesso. Stavo dando una risposta tattica a chi mi aveva sollecitato. Hernanes lo aiuterà nel processo di crescita".

PALACIO - "Ho avuto tanti attaccanti bravi. Ci sono momenti tipici dove magari si trovano le occasioni, ma sbagliano. Possono essere momenti di appannamento. Mi è successo anche con Cavani. Non ho ricette particolari, cerco solo di dare tranquillità. Palacio come Cavani è un giocatore molto generoso. Deve solo stare più sereno, forse sente la responsabilità del momento. Serve a lui, come alla nostra squadra, un episodio che lo sblocchi".

HERNANES - "Avevo detto che avevamo bisogno di un giocatore in grado di dare un input importante a tutti gli altri. Non voglio dargli troppe responsabilità, ma sono sicuro che darà una scossa a tutti i giocatori intorno".

ALLENATORE - "Se abbiamo visto il miglior Mazzarri? Il bicchiere si può vedere sempre mezzo pieno o mezzo vuoto. Al mio posto ci sarebbe potuto essere un altro allenatore un po' meno esperto e magari in questa situazione difficile l'Inter sarebbe potuta essere più in basso in classifica. Guardate anche altre squadre. Vediamo a fine stagione, anche il Milan dopo un avvio difficile è arrivato terzo l'anno scorso. Anche altre squadre che hanno speso 100 milioni e con tetti ingaggi più elevati stanno avendo difficoltà. La classifica dice tutto e niente, il presidente valuta anche il fatto che i giocatori si trovino bene. Se mi ha scelto vuol dire che la storia parla per me".

PUBBLICO - "E' sempre stato eccezionale, l'ho detto sempre. E' il pubblico che sta più vicino di tutti alla squadra. Ora dico loro di avvicinarsi alla squadra. Con l'aiuto di tutti si passa questo momento difficile. Spero che domani ci aiutino a superare questo momento". 

DIFESA - "Lasciamo da parte la partita con la Juventus. Abbiamo preso gol evitabili, non sono venuti da due schemi belli. Sembrano di un altro pianeta quando giocano in casa. Anche la Roma ed il Napoli ne hanno presi tre a Torino. Pensate se avessimo evitato quelle sciocchezze. Abbiamo fatto tre occasioni ed un gol. Mettiamo da parte la Juventus, in partite pareggiate o perse con squadre minori abbiamo avuto tantissime occasioni. Andate a vedere i numeri. Tolta l'ultima partita, la difesa ultimamente sta funzionando, ma non facciamo più gol. Ci manca questo". 

CAMBIASSO - "Fino a quando non sarà riconsegnato dallo staff medico ne so poco. Ora non è a disposizione".

ICARDI - "Si allena regolarmente da tre settimane, ma non so quale sia il tempo massimo di impiego che può tenere. So che ci posso contare. Anche Milito e Botta si stanno allenando bene, ma devi mettere in conto che se fai giocare questi giocatori in fase di recupero ti dovrai giocare un cambio".

SASSUOLO - "Floccari ha sempre fatto benissimo. Poi ci sono Berardi, un campione, Biondini e Brighi. Cannavaro e Manfredini sono giocatori importanti, fatti e finiti. Non ci sono partite facili in Serie A e dovremo preparare al meglio quella di domani contro una signora squadra".




Commenta con Facebook