• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Chievo > Mercato Chievo, Sartori: "Abbiamo provato a prendere Cannavaro"

Mercato Chievo, Sartori: "Abbiamo provato a prendere Cannavaro"

Il direttore sportivo dei clivensi spiega le mosse del club nella sessione di trasferimenti invernale



08/02/2014 10:41

CALCIOMERCATO CHIEVO INTERVISTA SARTORI / MILANO - Giovanni Sartori, direttore sportivo del Chievo, ha risposto alle domande dei lettori de 'La Gazzetta dello Sport' sull'edizione odierna del quotidiano milanese.

ACQUISTI IN PRESTITO A GENNAIO - "Come strategia societaria preferiamo il prestito di giocatori per poter avere il tempo di valutarli un anno e poi eventualmente riscattarli. Quando siamo fortemente convinti cerchiamo di acquisire almeno la comproprietà. È normale anche che il nostro mercato è condizionato dal budget".

CANNAVARO - "Abbiamo pensato anche a Cannavaro. Dico di più: abbiamo anche parlato con il suo procuratore ma non c’erano i presupposti economici per poterlo portare al Chievo".

AGAZZI - "L’acquisto di Agazzi ha avuto la logica di cercare di rinforzarsi nel settore portieri, fermo restando che qualora Silvestri dovesse essere riscattato dal Cagliari, dietro abbiamo giovani portieri altrettanto bravi come Seculin, Viotti e Provedel. Agazzi ha firmato per 6 mesi e quest’estate sarà libero di andare dove riterrà più opportuno".

BERISHA - "Berisha effettivamente aveva firmato un contratto con noi a decorrere da gennaio 2014, dopo è successo tutto quello che ormai tutti sanno ed è andato alla Lazio. L’analisi di quanto è successo sta andando avanti nelle sedi opportune".

DRAME' - "E' in scadenza, siamo in trattativa per cercare di rinnovare e speriamo di tenerlo con noi".

PRIMAVERA - "E' molto più conveniente costruirseli in casa i talenti piuttosto che comprarli. È quello che il Chievo cerca di fare, ma non è facile perché statisticamente pochissimi ragazzi da un settore giovanile arrivano alla prima squadra in A. Il campionato di A è difficilissimo e spesso esclude quasi automaticamente il lancio di giovani. Si punta sempre sul giocatore pronto per arrivare al raggiungimento di squadra. Comunque il nostro obiettivo è lanciare più che qualche Primavera, quei giovani giocatori che da fuori hanno già maturato uno o due campionati di B".

MIGLIORI OPERAZIONI DI MERCATO - "Le migliori operazioni di mercato sia in entrata che in uscita sono tutte legate al Chievo allenato da Delneri nel primo anno di Perrotta, Corradi, Legrottaglie, Marazzina: quello è stato il momento migliore per la valorizzazione dei nostri giocatori".

S.D.




Commenta con Facebook