• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Milan > Napoli-Milan, Seedorf: "Non e' un esame. Loro in piena forma". E su Essien e Benitez..

Napoli-Milan, Seedorf: "Non e' un esame. Loro in piena forma". E su Essien e Benitez...

Il tecnico rossonero ha incontrato i giornalisti alla vigilia del match contro gli azzurri


Seedorf e Balotelli (Getty Images)
Andrea Corti (Twitter: @cortionline)

07/02/2014 13:14

NAPOLI MILAN SEEDORF CONFERENZA / MILANO - Napoli, Atletico Madrid e Benitez con un occhio particolare alla crescita della sua squadra. Questi e tanti altri gli argomenti affrontati da Clarence Seedorf, alla vigilia della sfida con gli azzurri.

 

CRESCITA - "Spero in una crescita della squadra - le sue parole prima della conferenza a 'Milan Channel'-. Sono dell'idea che quando si è vicino all'area avversaria la palla vada rubata subito. Contro il Cagliari ci siamo abbassati, ma abbiamo fatto anche delle ripartenze. Ci vuole equilibrio e un pensiero unico della squadra quando c'è da fare pressing alto o meno"

ATLETICO MADRID - "Quelle della Champions sono partite particolari. Vederlo con più occhi aiuta".

Ecco l'olandese in conferenza stampa: "Domani affrontiamo una grande squadra, le loro difficoltà sono legate ai risultati, non al gioco. Hanno fatto tanto turn over, mi aspetto una squadra in piena forma".

KAKA' - "Sta un po' meglio, spero che possa recuperare il prima possibile".

FORMAZIONE - "Abbiamo tanti giocatori non al 100%, devo aspettare prima di fare scelte definitive. Silvestre e Zapata si sono allenati, alcune cose positive ci sono".

TAARABT - "Le parole di Redknapp? Non so perchè non giocava nel Fulham. Ora è qui, in molti lo considerano un giocatore di talento e noi siamo qui per tirarlo fuori. Sta bene fisicamente, tutti i giocatori possono iniziare dall'inizio".

NAPOLI - "Non penso che sarà una partita particolare, non è un esame: per quello ci vogliono tante ore di studio. il nostro obiettivo è crescere, a tutti i livelli. Questa è una partita importante con una squadra importante, vedremo dove siamo e cercheremo di vincere".

CRESCITA - "Stiamo lavorando tanto, posso dire che c'è grande determinazione, il tempo dirà se le cose le stiamo facendo bene".

DISPONIBILITA' - "La cosa bella è l'entusiasmo che ho cercato di far tornare: non c'è niente di più bello. E' stato abbastanza ritrovato, ma ci vuole tempo per consolidare le cose. I giocatori sono disponibili e hanno voglia di fare".

BALOTELLI - "Lui e Pazzini possono coesistere, tutto può essere. Si è alleato in maniera importante, come tutti gli altri. Tutte le tifoserie in Italia rispettano il calciatore Mario Balotelli. Quando qualcuno viene preso di mira è perché può fare la differenza. Ha fatto la differenza tante volte, non mi aspetto nessun cambiamento da lui. Lui è pronto per dare il suo contributo per la squadra. Un permesso per vedere la figlia Pia? E' una cosa personale, se ne discute internamente".

ESSIEN - "E' un grande campione, è una garanzia. Bisogna dargli il tempo di integrarsi. Il Milan ha sempre facilitato l'inserimento dei giocatori e lui potrebbe trovare spazio a Napoli".

BENITEZ - "Lui è un grande del calcio, ha viaggiato e ha fatto bene in tanti paesi. E' un uomo colto, per questo dico di aspettarci un Napoli al massimo. Proprio per l'esperienza che ha portato nel suo club, che da anni sta facendo un gran lavoro. C'è anche la tifoseria che tutti vorrebbero avere, dobbiamo sapere di questa energia. Ma le grandi partite sono belle anche per questo motivo. Benitez lo rispetto molto".

CRISTANTE - "Con dispiacere abbiamo saputo della notizia: è una cosa banale, ma il danno è quello che abbiamo detto".

HERNANES - "E' un grande giocatore, ha voluto dire di essere felice all'Inter. Non ha parlato male di altri".

BERLUSCONI - "Ci siamo sentiti e abbiamo parlato di tante altre cose, oltre che sul cambio di gioco".




Commenta con Facebook