• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Parma > Mercato Parma, Leonardi: "Orgogliosi per la scelta di Biabany"

Mercato Parma, Leonardi: "Orgogliosi per la scelta di Biabany"

L'Ad dei crociati ha parlato a margine della presentazione di Pozzi e Molinaro



05/02/2014 15:38

MERCATO PARMA LEONARDI BIABIANY / PARMA - In occasione della presentazione dei due nuovi acquisti Pozzi e Molinaro, l'Ad del Parma Leonardi ha fatto un bilancio sul mercato del suo club: "Non posso dire se la squadra è più forte di prima come qualcuno sostiene. Siamo riusciti a sfoltire molto anche per inserire qualche giovane ed è come se riacquistassimo Paletta. Non lo abbiamo ceduto e nel girone d'andata ha giocato poco. Tutte le operazioni sono state concordate con il tecnico. Schelotto, ad esempio, non va a sostituire Biabiany ma Rosi. Mi auguro di dare continuità e proseguire nel trend positivo che ci ha portato fino ai 32 punti. Non ho la palla di vetro, c'è però la convinzione di aver dato il massimo. Abbiamo risparmiato tantissimo a livello di ingaggi ed effettuato alcune plusvalenze importanti".

BIABIANY - "Non è mai stato proposto, si sono fatti avanti i cinesi tramite intermediari e hanno proposto al giocatore un'offerta in grado di farlo barcollare. Di concreto, poi, non c'è stato però nulla. Ho sentito anche di un Ghirardi furioso per il rifiuto di Biabiany alla Lazio, ma per noi il suo no alle altre squadre è stato solo motivo di orgoglio. Vuol dire che qualcosa di buono l'abbiamo fatto. Il Milan ce l'ha chiesto in prestito e a noi non interessava. L'attenzione della Lazio verso il giocatore era nota da tempo, solleticata dalla sua situazione contrattuale. Ma come detto, siamo orgogliosi e felici che Biabiany abbia scelto di restare".

A.C.




Commenta con Facebook