• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Estero > Calciomercato Chelsea, Eto'o: "Qui per Mourinho. Non devo dimostrare nulla, sono un grande&

Calciomercato Chelsea, Eto'o: "Qui per Mourinho. Non devo dimostrare nulla, sono un grande"

L'attaccante camerunense si racconta tra passato, presente e futuro


Samuel Eto'o (Getty Images)
Lorenzo Polimanti

03/02/2014 20:39

CALCIOMERCATO CHELSEA ETO'O MOURINHO / LONDRA (Inghilterra) - "Non ho niente da dimostrare. Sono Samuel Eto'o, non appartengo al gruppo dei buoni giocatori, ma a quello dei grandi". Chiaro, schietto, deciso. Il 'Re Leone' si concede ai microfoni del francese 'Le Monde' e risponde a chi, dopo la parentesi russa e l'avvio stentato con il Chelsea, lo aveva criticato: "Più che dimostrare qualcosa, ora, dovrei pensare a godermi il calcio. In panchina non posso dimostrare di cosa sono capace, Mourinho sa cosa posso fare in campo".

MOURINHO - "Ho scelto il Chelsea all'80% per lui. Senza la malattia del presidente dell'Anzhi Kerimov, comunque, penso che sarei rimasto in Russia. Avevo lavorato con Mourinho all'Inter ed insieme abbiamo vinto tutto. Una squadra fantastica. Mi ha permesso di fare una buona scelta anche nel 2009, quando lasciai il Barcellona. Dopo all'Inter è storia. Mi piacciono le persone come lui che ti dicono le cose in faccia. Per questo ho sempre avuto molto rispetto per lui".

PREMIER - "Se sono adatto a questo campionato? Non spetta a me dirlo. Devo cercare di imporre il mio gioco. Non pensiamo a vincere il titolo. Il Manchester City deve vincere. Poi se si presenterà l'occasione la coglieremo. La prossima stagione giocheremo per i titoli".

RUSSIA - "Sono stato benissimo e voglio dire un grande grazie a tutti i russi per l'ospitalità. A Kerimov auguro una pronta guarigione".

MONDIALE -
"Vedo il Brasile favorito. Noi del Camerun lotteremo per difendere il nostro onore e vedremo cosa succederà. Sarà molto difficile".

DROGBA - "E' una leggenda, qualcosa di unico. Ha permesso a tutti i giocatori venuti qui di essere rispettati. Ma non devo farmi condizionare da quello che ha fatto lui".




Commenta con Facebook