• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Inter > Juventus-Inter, Mazzarri: "Noi leziosi, loro feroci. Ma non vedo tutti questi problemi"

Juventus-Inter, Mazzarri: "Noi leziosi, loro feroci. Ma non vedo tutti questi problemi"

L'allenatore nerazzurro ha analizzato la sconfitta di oggi in casa dei bianconeri


Mazzarri (Getty Images)

03/02/2014 00:20

JUVENTUS INTER MAZZARRI POSTPARTITA / TORINO - Juventus 3, Inter 1: il derby d'Italia non ha avuto storia. Walter Mazzarri, allenatore nerazzurro, ha spiegato a 'Sky Sport' dopo la sconfitta: "Mi dispiace per il secondo e il terzo gol. Sull'1-0 eravamo in partita, non avevamo concesso granché, e sapevo che nella ripresa il loro pressing feroce sarebbe calato. Dà fastidio aver preso leziosamente il 2-0. Potevamo spazzare, dà fastidio. Loro sono stati cattivi, vogliosi, feroci, noi invece un po' leziosi. Facendo attenzione ai particolari cominceremo a vincere. Io sono fiducioso: il gioco c'è, l'atteggiamento c'è, non vedo tutti questi problemi. Dispiace perché non stiamo facendo risultati".

DIFFERENZA - "Ci serve una vittoria per sbloccarci. Oggi è emersa la differenza tra chi è abituato a vincere sempre e a lottare per il vertice e chi no. Il possesso palla è stato simile, e pensavo che Kovacic fosse stato messo nella condizione ideale per fare un grande gioco. Doveva essere l'uomo in più in attacco e in impostazione. In tutti gli altri elementi c'erano confronti diretti, ogni uomo aveva il suo marcatore, e in una partita chi vince più duelli vince la gara".

ROLANDO - "E' la vera scoperta, la vera intuizione: sta giocando sempre da migliore in campo".

JUAN JESUS - "Fra un anno se continuerà a crescere e a dar retta ai miei consigli potrà diventare tra i migliori difensori d'Europa".

CALCIOMERCATO - "Ci sono problematiche che possono nascere dal mercato. Ranocchia? Quando il mercato è un cantiere aperto bisogna considerare tutto. Oggi mancavano Cambiasso, Hernanes e Guarin, e abbiamo pagato tante situazioni nel complesso. Sulle basi di quest'anno si programmerà il prossimo".

PIRLO TROPPO LIBERO? - "Dopo il rientro di Botta non mi sembra. Doveva andarci qualcuno su di lui e ci andava poco, faceva fatica... Mi riferisco a Kovacic".

 

M.T.




Commenta con Facebook