• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Juventus > Juventus-Inter, Marotta: "Osvaldo opportunita' da sfruttare. Guarin..."

Juventus-Inter, Marotta: "Osvaldo opportunita' da sfruttare. Guarin..."

L'amministratore delegato bianconero parla prima del fischio d'inizio


Beppe Marotta (Getty Images)
Bruno De Santis (@Bruno_De_Santis)

02/02/2014 21:18

JUVENTUS INTER MAROTTA / TORINO - Alla vigilia di Juventus-Inter, Beppe Marotta ha parlato ai microfoni di 'Sky', partendo dal mancato arrivo di Guarin: "Con Guarin c'era un accordo verbale dopo l'autorizzazione dell'Inter, poi non si è proceduto con la firma. Però questo è un argomento sul quale non vorrei ritornare, dobbiamo abbassare i toni e ricondurre tutto ad un ambito prettamente sportivo. I rapporti con l'Inter? Andrea Agnelli è accanto a Moratti e Thohir a livello politico. In questa vicenda le persone che sono state più danneggiate sono i due giocatori, per questo mi sono permesso di alzare la voce dopo essere stato tirato in ballo da un comunicato stampa. Inter? Quando si inizia un ciclo nuovo è difficile: le difficoltà erano tanto, poi la squadra potrà tornare ad alti livelli. Conte appena è arrivato da noi è riuscito subito a vincere lo scudetto, soprattutto grazie ai meriti di questo grandissimo allenatore".

OSVALDO - "Abbiamo cercato di cogliere un'opportunità, abbiamo avuto la possibilità di andare su questo giocatore: lo abbiamo preso in prestito gratuito e lui si è ridotto drasticamente lo stipendio e quindi era un'opportunità da cogliere. Riscatto? E' una cosa puramente aleatoria, vedremo in questi mesi come si comporta poi vedremo con la sua proprietà se ci sarà l'occasione di procedere all'acquisto. Il riscatto è fissato a 19 milioni ma è una cifra assolutamente indicativa. Ora toccherà a Conte valutare i calciatori, ma era un'opportunità da non perdere". 

INCIDENTI - "Biasimiamo un comportamento del genere. Capita spesso anche a noi: sono atti vandalici che vanno condannati. Il tono di polemicatra le sue società li abbiamo abbassati, li abbiamo accolti come conviene, ora tocca ai giocatori in campo". 




Commenta con Facebook