• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > PAGELLE E TABELLINO DI CAGLIARI-FIORENTINA

PAGELLE E TABELLINO DI CAGLIARI-FIORENTINA

Pinilla brilla, Matri si dissolve


Pinilla (Getty Images)
Antonio Russo

01/02/2014 21:15

PAGELLE E TABELLINO CAGLIARI-FIORENTINA / CAGLIARI – Grandissima prestazione per il Cagliari che grazie alla rete di Pinilla dal dischetto riesce a battere la Fiorentina. Male invece i viola che non riescono mai a pungere. Fase offensiva praticamente assente per i gigliati, con un Matri asfissiato dalla stretta marcatura di Rossettini.

 

CAGLIARI

 

Avramov 6 – Il suo sei ha il sapore del senza voto. La Fiorentina dalle sue parti non si fa vedere mai. Qualche uscita sui calci d’angolo e nulla più. Ordinaria amministrazione.

 

Perico 6 – Nella rifinitura di ieri si è infortunato Pisano, quindi spazio sulla destra al terzino bergamasco. L’ex Albinoleffe resta abbastanza bloccato dietro, avendo dinanzi un cliente non certo semplicissimo come Vargas. Nella seconda frazione di gioco prende coraggio e si spinge maggiormente in avanti.

 

Rossettini  7 – Narcotizza bene Matri seguendolo come un’ombra per tutto il terreno di gioco. La sua partita rasenta la perfezione.

 

Astori 6,5 – Implacabile sui palloni aerei, coadiuvato da Rossettini rende la vita difficile agli attaccanti viola. Dal suo piede parte il lancio che Sau con una magia trasforma in calcio di rigore.

 

Murru 6 – Spinge tanto sulla sua fascia, ma non sempre è precisissimo e sbaglia qualche semplice stop. Si fa notare per i buoni cross messi al centro che mettono in difficoltà la difesa gigliata.

 

Dessena 6,5 – Va spesso in appoggio alla manovra sarda diventando prezioso nel ricucire lo strappo tra centrocampo e attacco. 

 

Conti 6 – Con cattiveria sradica diversi palloni dalle gambe dei giocatori gigliati. Resta molto basso per dare gli equilibri giusti al Cagliari. Regala geometrie semplici ma efficaci alla squadra.           

 

Ekdal 6,5 – Corsa e polmoni al servizio del Cagliari. Il centrocampista svedese pressa tutta la Fiorentina. Nel ruolo di mezzala offre ottimi suggerimenti a Sau e Pinilla. Sul tramonto della partita si divora l’occasione per chiudere il match.

 

Cabrera 6 – Compie un gran lavoro in fase d’interdizione marcando a tutto campo Pizarro. In avanti si muove tra le linee e suggerisce la manovra cagliaritana. Dal 71’ Vecino s.v. -

 

Sau 7 Si scambia frequentemente di posizione con Pinilla e sfrutta le sponde del cileno. Intelligentemente si sposta spesso sull’out di destra dove gioca Vargas, poco propenso alla fase difensiva. Con la sua velocità è costantemente una spina nel fianco della difesa gigliata. Con un gioco di prestigio sul crepuscolo del primo tempo stoppa palla in area e si guadagna un rigore. Dal 76’ Nenè s.v. -

 

Pinilla 7 – Duetta bene con Sau e fa diverse sponde preziose. Dal dischetto sblocca il match con una botta sotto la traversa. Dopo il goal sale in cattedra abbassandosi a centrocampo, dove recupera tanti palloni e fa ripartire la manovra con ottime aperture. Dal 83’ Adryan s.v. -

 

All. Lopez 7 – Prima frazione di gioco perfetta per i sardi che in campo sono ben messi. I rossoblù mordono le caviglie dei giocatori viola non permettendogli di costruire gioco. Nel secondo tempo, incredibilmente il Cagliari non ha nessun calo fisico e riesce a pressare la Fiorentina sino al fischio finale. Il tecnico uruguaiano realizza il suo personale capolavoro preparando la partita in modo perfetto.

 

FIORENTINA

 

Neto 6 – Confeziona con la complicità di Savic la prima azione da goal del Cagliari con un’uscita poco ortodossa. Nella stessa azione però è bravo a recuperare subito sfoderando una gran parata. Non può molto su perfetto rigore calciato da Pinilla.

 

Roncaglia 5,5 – Prova timidamente ad avanzare in fase offensiva dove è poco supportato dai compagni. In difesa è spesso arruffone ed ha la grave colpa di atterrare Sau concedendo il penalty al Cagliari.

 

Rodriguez Go. 6 – Sbroglia diverse situazioni pericolose. Non è impeccabile in alcuni interventi ma sicuramente fa meno danni dei compagni di reparto.

 

Savic 5,5 – Infastidisce in un’occasione Neto in uscita. Non riesce a tenere quasi mai Pinilla e spesso per fermare il cileno è costretto al fallo. Nel finale per poco non beffa Neto con un clamoroso autogoal.             

 

Vargas 5,5 – Montella si affida al peruviano per il ruolo di terzino sinistro. L’ex Catania soffre la velocità di Sau e non riesce a dare il giusto contributo offensivo.

 

Aquilani 6 – Dopo la tripletta di Domenica scorsa le luci del Sant’Elia sono tutte puntate sull’ex gioiello della Roma. Il centrocampista azzurro gioca molto largo sulla fascia destra ed inizia bene offrendo buoni suggerimenti ai compagni. Col passare dei minuti però viene anche lui risucchiato nella giornata no dei viola. Dal 63’ Joaquin 5,5 – Spesso eccede nella giocata tentando sempre un dribbling di troppo. Nel finale spaventa tutti restando per molto tempo a terra infortunato.

 

Pizarro 5,5 – Soffre la stretta marcatura di Cabrera che lo costringe a giocare all’indietro. Perde molti palloni e non riesce mai a trovare le giuste geometrie in mezzo al campo.

 

Anderson 5 – L’ex United fa il suo esordio con la casacca viola dal primo minuto. Mostra grande dinamismo e retrocede nella propria trequarti per prendersi compiti di regia. Col passare dei minuti però si dissolve nell’opacità della Fiorentina. Dal 52’ Borja Valero 6 – Appena entrato infastidisce immediatamente la retroguardia sarda con i suoi inserimenti. Non fa cose trascendentali ma ricopre il ruolo diligentemente. 

 

Ilicic 5 – La sua esperienza viola sino ad ora non è stata certo felicissima. Lo sloveno tocca pochi palloni e non mostra praticamente mai le sue qualità migliori.

 

Fernandez M. 5,5 – Mostra un po’ di verve in più rispetto ad Ilicic, ma è davvero poca roba. Non riesce quasi mai a saltare l’uomo e soffre il pressing cagliaritano. Dal 72’ Matos s.v. -

 

Matri 4,5 – L’attaccante lombardo torna nella terra che lo aveva consacrato e sembra soffrire il match. Abulico e lento, resta prigioniero nella gabbia di difensori costruitagli da Lopez. Se nel primo tempo tocca qualche pallone nella ripresa sparisce definitivamente.

 

All. Montella 5 – Nel primo tempo la Fiorentina soffre moltissimo il Cagliari, che con i suoi attaccanti pressa le fonti di gioco viola.  Nella ripresa il copione non cambia e incredibilmente la viola conclude il match con zero occasioni da rete. Unica scusante per questa squadra sono i troppi infortuni che ancora oggi hanno costretto Montella a schierare tante riserve.

 

Arbitro Mazzoleni 6,5 – Nonostante qualche polemica di Montella nel finale la direzione di Mazzoleni è sicuramente positiva. Giusto infatti il penalty concesso al Cagliari. Nel finale concitato manca qualche cartellino ma sono errori veniali. 

 

TABELLINO

 

CAGLIARI-FIORENTINA 1-0

 

CAGLIARI (4-3-1-2): Avramov; Perico, Rossettini, Astori, Murru; Dessena, Conti, Ekdal; Cabrera(71’ Vecino); Sau(76’ Nenè), Pinilla(83’ Adryan). All. Lopez.

 

FIORENTINA (4-3-2-1): Neto; Roncaglia, Rodriguez Go., Savic, Vargas; Aquilani(63’ Joaquin), Pizarro, Anderson(52’ Borja Valero); Ilicic, Fernandez M.(72’  Matos); Matri. All. Montella.

 

Arbitro: Paolo Silvio Mazzoleni

 

Marcatori: 38’ Pinilla (C),

 

Ammoniti: Rossettini (C), Rodriguez Go. (F), Conti (C)

 

 

Espulsi:




Commenta con Facebook