• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > PAGELLE E TABELLINO DI TORINO-ATALANTA

PAGELLE E TABELLINO DI TORINO-ATALANTA

Cerci show, Denis trasforma gli orobici. Tagliavento rovina tutto


Alessio Cerci (Getty Images)
Antonio Russo

26/01/2014 18:28

PAGELLE E TABELLINO TORINO-ATALANTA / TORINO – Il Torino di Ventura inizia a sentire sapore d’Europa. Per i granata sugli scudi Cerci e Darmian, male invece El Kaddouri troppo fuori dagli schemi. Negli orobici invece Denis parte incredibilmente dalla panchina ma quando entra trasforma l’Atalanta. Purtroppo la gara è stata influenzata pesantemente da Tagliavento che ha concesso ai torinesi un rigore inesistente.

 

TORINO

Pedelli 6,5 – Per settantasei minuti resta a guardare il match. Improvvisamente però Denis con un suo lampo piazza la palla sotto la traversa ma lui gli dice no.

Maksimovic 5,5 – Il giovane difensore serbo trova per la sesta partita consecutiva la casacca da titolare. In campo, purtroppo per i granata, sembra svagato e sbaglia diversi appoggi.

Glik 6,5 – Il capitano granata è protagonista sin qui di una stagione strepitosa come tutto il Torino. Quest’oggi non si smentisce e annulla ogni velleità offensiva dell’Atalanta con interventi precisi.  Di testa è implacabile. 

Moretti 6 – Dalle sue parti Masiello si perde spesso Brienza ma lui è bravo a chiudere le tentate sortite offensive dei bergamaschi.

Darmian 7 – Sulla sua fascia la scena è rubata da Cerci ma anche il terzino fa la sua parte. Tiene bene Bonaventura e quando può si spinge in avanti per dare la sovrapposizione all’ex viola. Nel finale si guadagna il rigore che avrebbe potuto chiudere definitivamente il match.

Vives 6 – Ventura gli chiede di pressare i portatori di palla nerazzurri in prima battuta alternandosi con El Kaddouri. L'afragolese recupera e smista un'infinità di palloni facendo ripartire i compagni.

Farnerud 6,5 – Il centrocampista svedese cresce col passare dei minuti e sopperisce alle mancanze di El Kaddouri tentando di supportare lui gli attaccanti torinesi. Dal 50’ Brighi 5,5 – Non fa filtro a centrocampo e perde diversi palloni. Anche lui come tutto il Torino nel finale abbassa troppo il suo raggio d’azione.

Masiello 5,5 – Sul suo lato soffre le sortite offensive orobiche. In avanti non si fa molto notare e spesso resta troppo basso.  

El Kaddouri 5 – Non entra mai in partita, avulso dal gioco granata non trova mai la posizione giusta. Supporta poco le punte, inoltre non mette la giusta cattiveria agonistica in campo. Dal 82’ Basha s.v. -

Cerci 7,5 – Continui e reiterati giochi di prestigio sull'out di destra. È semplicemente incontenibile. Come sempre parte dalla destra e si accentra per provare il suo magico sinistro. Si guadagna un contestato penalty e lo realizza. Giocatore fondamentale.  Dal 70’ Meggiorini 5,5 – Con l’uscita di Cerci e la giornata no di Immobile il Torino è quasi inesistente in avanti. L’attaccante veneto ha tra i suoi piedi la grande occasione per chiudere il match ma cestina tutto sparando addosso a Consigli.

Immobile 5 – Molto evanescente. Sbaglia tocchi abbastanza semplici e cestina diversi contropiedi sbagliando sempre l’ultima giocata. Un pomeriggio fatto di più ombre che luci.  Nel finale sbaglia il calcio di rigore che poteva chiudere la partita.

All. Ventura 6,5 – Il suo Torino continua a volare grazie al duo delle meraviglie Cerci-Immobile che quest’oggi ha funzionato a metà. Buono l’approccio alla gara dei granata che hanno voluto fortemente la vittoria. Male invece la parte finale in cui l’Atalanta ha preso possesso del campo complice il baricentro troppo basso dei torinesi.

 

ATALANTA

Consigli 6,5 – Smaltita la varicella il portiere milanese torna a difendere i pali orobici. Cerci con i suoi cross lo impegna in diverse uscite. In occasione del fallo da rigore non vede arrivare l’esterno romano e oltre a prendere la palla lo abbatte. Non può molto sul conseguente rigore. Nel finale di gara si riscatta ipnotizzando Immobile dagli undici metri.

Benalouane 6 – Il neo acquisto degli orobici è diventato un punto fermo nello scacchiere di Colantuono. Per l’occasione viene schierato sulla fascia destra e quando può mette in grande difficoltà Masiello. Dal 79’ De Luca s.v. -

Stendardo 6 – Il difensore napoletano tiene bene Immobile anticipando quasi tutte le sue giocate. Nel finale si spinge in avanti e in occasione di un corner per poco non punisce Ventura.

Yepes 6,5 – Sbroglia diverse situazioni complicate. Con sicurezza spesso esce palla al piede dalle retrovie per impostare la manovra.

Brivio 5,5 – Va in enorme difficoltà su Cerci e difficilmente riesce a contenerlo. In fase offensiva non supporta molto Bonaventura su quella fascia, restando sempre molto bloccato. Nel finale atterra Darmian in area di rigore e viene espulso. Partita da dimenticare.

Raimondi 6 – Difende dal suo lato con diligenza ma non si spinge molto in avanti. Nel finale prova ad andare in appoggio alla manovra nerazzurra, ma è troppo tardi.

Carmona 6,5 – Come sempre tenta la conclusione dalla distanza senza però inquadrare mai la porta. Nella ripresa cresce come un po’ tutta l’Atalanta ed è prezioso in fase d’interdizione.   

Cigarini 6 – Deputato da Colantuono a trovare le giuste inquadrature per i nerazzurri, disegna con diligenza la manovra orobica. In diverse occasioni si riscopre mediano di rottura recuperando diversi palloni. 

Bonaventura 6,5 – Parte dalla fascia sinistra e spesso si accentra tentando l’inserimento. Col passare dei minuti è costretto ad abbassarsi notevolmente per supportare Brivio nello scontro con Cerci. Cresce alla distanza e crea diversi grattacapi alla difesa granata.

Brienza 6,5 – Il folletto lombardo gestisce bene palla e tra le linee è un pericolo costante per la difesa granata. Purtroppo per lui però è impreciso quasi sempre nell’ultimo passaggio. Dal 67’ Maxi Moralez 6 – Si piazza come Brienza tra le linee. Crea non pochi problemi a Glik e compagni che per tenerlo sono costretti a turno ad uscire dalla difesa lasciando buchi nelle retrovie.

Livaja 5 – Colantuono lo schiera a sorpresa al posto di Denis e giustifica tale decisione come scelta tecnica. L’ex Inter non punge mai ed è praticamente inoffensivo per tutto il match. Si perde nel frastuono dell’Olimpico di Torino.  Dal 55’ Denis 6,5 – Appena entrato si rende subito pericoloso con un tocco d’esterno a pochi passi da Padelli che termina di poco fuori. Qualche minuto dopo con una sua incornata costringe il portiere torinese alla paratona. Senza di lui l’attacco orobico sembra non esistere.

All. Colantuono 5 – Nonostante l’arbitraggio contestato sicuramente anche l’Atalanta ha grandi colpe in questa sconfitta. Il tecnico probabilmente sbaglia a non schierare dall’inizio Denis che dal suo ingresso cambia volto agli orobici. La squadra inoltre per gran parte del match si rintana eccessivamente nella propria area.   

 

Arbitro Tagliavento 4,5 – Per larghi tratti del match sembra perdere il polso della situazione. Ammonisce un po’ tutti e condiziona pesantemente il risultato concedendo il contestato penalty realizzato da Cerci. Consigli infatti sembra prendere prima la palla. Giusto invece dare il secondo rigore, Brivio effettivamente atterra Darmian. 

 

TABELLINO

TORINO-ATALANTA 1-0

TORINO (3-4-1-2): Padelli; Maksimovic, Glik, Moretti; Darmian, Vives, Farnerud(50’ Brighi), Masiello; El Kaddouri(82’ Basha); Cerci(70’ Meggiorini), Immobile. All. Ventura.

ATALANTA (4-4-1-1): Consigli; Benalouane(79’ De Luca), Stendardo, Yepes, Brivio; Raimondi, Carmona, Cigarini, Bonaventura; Brienza(67’ Maxi Moralez); Livaja(55’ Denis). All. Colantuono.

Arbitro: Paolo Tagliavento

Marcatori: 60’ rig. Cerci (T) 

Ammoniti: Vives (T), Yepes (A), Consigli (A), Maksimovic (T), Benalouane (A), Masiello (T), Carmona (A), Padelli (T)

Espulsi: Brivio (A)

 




Commenta con Facebook