• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > PAGELLE E TABELLINO DI LAZIO-JUVENTUS

PAGELLE E TABELLINO DI LAZIO-JUVENTUS

Biglia lottatore, Buffon profondo rosso


Llorente (Getty Images)
Antonio Russo

26/01/2014 00:07

 

PAGELLE E TABELLINO LAZIO-JUVENTUS / ROMA – La Lazio blocca l’ascesa bianconera con un pareggio. I ragazzi di Conte giocano quasi tutta la partita in dieci grazie all’espulsione di Buffon. I biancocelesti vanno in vantaggio dal dischetto con Candreva ma si fanno riprendere nel finale dalla zampata di Llorente. Per i capitolini grande prestazione di Biglia, moto perpetuo del centrocampo laziale. Male invece Ledesma, spesso impreciso.

 

LAZIO

 

Berisha 6,5 – In casa Lazio monta il caso Marchetti. L’estremo difensore veneto siede in panchina per scelta tecnica, ancora fiducia quindi per il portiere albanese. Per la prima ora di gioco i ragazzi di Conte non gli danno grandi grattacapi. Non può molto sulla rete di Llorente ma poco dopo sfodera una bella parata su Tevez.

 

Biava 6 – Per gran parte del match tiene bene Llorente rendendolo praticamente inoffensivo. Purtroppo per lui però, l’attaccante spagnolo in occasione della rete gli ruba il tempo.

 

Cana 6,5 – Ritorna al centro della difesa capitolina dopo qualche turno d’assenza e si disimpegna bene nel ruolo. Visti i suoi trascorsi da centrocampista spesso smista preziosi palloni dalle retrovie.

 

Dias 6 – Coadiuvato da Biava narcotizza l’attacco bianconero. Non certo impeccabile nello stile si rende spesso protagonista di qualche tocco “sporco” che però si dimostra efficace.

 

Cavanda 5,5 – In fase offensiva si sovrappone a Candreva dandogli una mano. Purtroppo pecca spesso in fase d’appoggio, dove sbaglia diversi tocchi. Dal 65’ Gonzalez Alv. 5,5 – Entra e gioca da mezzala nei pressi di Candreva con cui spesso duetta. Non fa nulla di trascendentale.

 

Ledesma 5,5 – La Lazio non trova sempre le inquadrature giuste e qualche colpa va attribuita sicuramente al suo regista. L’italo-brasiliano, infatti, commette diversi errori nell’impostare la manovra.

 

Biglia 6,5 – Morde le caviglie bianconere e recupera molti palloni facendo ripartire la squadra. Gioca un po’ ovunque. Spesso, infatti, si abbassa in posizione di regista oppure va a fare la mezzala per andare a sostegno degli esterni. Custodisce il segreto dell’ubiquità.

 

Konko 6 – Corre tanto sulla sinistra e con solerzia spinge provando a creare qualche problema alla difesa bianconera. In occasione della rete juventina si perde Lichtsteiner.

 

Candreva 6,5 – Freddissimo dagli undici metri, spiazza Storari per il vantaggio biancoceleste. Come sempre sfianca i difensori che giocano sulla sua fascia con incredibili sgroppate. Poca lucidità negli ultimi metri. Dal 85’ Keita 6,5 – In cinque minuti si ritaglia una grandissima occasione colpendo il palo con un gran tiro a giro. Grandissimo potenziale.

 

Hernanes 6,5 – In netta ripresa, la rete arrivata domenica scorsa ha sicuramente aiutato tanto. Si abbassa in luoghi “meno caldi” per prendere palla e gestire la manovra delle aquile. Spesso gli manca l’ultimo tocco. Sembra essere sulla via del ritorno l’apprezzato giocoliere di qualche mese fa.

 

Klose 6,5 – Pronti via, si fionda tra i piedi di Buffon per sradicargli un pallone e per poco non ci riesce. Si guadagna il calcio di rigore con un taglio dei suoi facendosi atterrare da Buffon. Nella ripresa solo uno straordinario Storari gli nega la gioia del goal.

 

All. Reja 5,5 – La Lazio gioca per gran parte del match con l’uomo in più ma nonostante ciò soffre eccessivamente la Juventus. I biancocelesti mostrano grandissime lacune soprattutto nella fase di gestione palla. Il pareggio tanto atteso è arrivato, ma alla luce della gara ci si poteva aspettare sicuramente di più dai capitolini.



JUVENTUS



Buffon 5 – Nel pre-partita spaventa l’ambiente bianconero accusando un infortunio, ma al fischio d’inizio è tra i titolari. Nei primi minuti si addormenta con la palla tra i piedi, e per poco non si fa freddare dal rapace Klose. A ridosso della mezzora di gioco, frana nell’uscita disperata addosso all’attaccante tedesco e viene espulso. Serata da dimenticare.

 

Barzagli 6 – Sicuramente il migliore del pacchetto difensivo bianconero. Se i compagni sbagliano lui prontamente sopperisce agli errori.

 

Bonucci 5,5 – Conte spesso lo riprende per la troppa sufficienza che mette in alcune giocate. In assenza di Pirlo il peso della regia è anche tra i suoi piedi, diversi però gli errori in fase d’impostazione. Non è impeccabile in marcatura su Klose.

 

Ogbonna 5,5 – Chiellini non recupera dall’infortunio. Conte decide di schierare dal primo minuto al suo posto il giovane difensore della nazionale che non è irreprensibile. Si perde, infatti, Klose nel taglio che viene poi abbattuto da Buffon. Diverse le imprecisioni.

 

Lichtsteiner 6,5 – L’ex di turno, galvanizzato forse dal caldo ambiente, martella sulla sua fascia. È suo l’assist in occasione della rete del pareggio bianconero. Nel complesso buona la sua partita, anche se le sue frequenti scorribande offensive lasciano enormi buchi in difesa.

 

Vidal 5,5 – Meno preciso del solito. Come Penelope costruisce e disfa costantemente. Recupera palla ma diversi sono gli errori in fase di appoggio.

 

Pogba 5,5 – Le lunghe leve lo aiutano a recuperare tantissimi palloni. La tecnica non è quella di Pirlo e spesso pretende un po’ troppo da se stesso.

 

Marchisio 5,5 – Nei primissimi minuti viene tenuto basso dalla stretta marcatura di Hernanes. Liberatosi dalla morsa del brasiliano comincia a toccare molti palloni e va in appoggio agli attaccanti. Col passare dei minuti cala e viene risucchiato nell’anonimato.

 

Asamoah 6 – L’esterno ghanese spinge tanto sull’out di sinistra mettendo grande apprensione a Cavanda. Purtroppo per lui, Conte decide di sacrificarlo dopo l’espulsione di Buffon. Dal 26’ Storari 6,5 – Al suo ingresso si ritrova Candreva dagli undici metri e non può fare molto. Per larghi tratti è inoperoso ma ad un quarto d’ora dalla fine sfodera una parata strepitosa su un colpo di testa ravvicinato di Klose.

 

Tevez 6,5 – Un lottatore, indomito svaria sul tutto il fronte d’attacco per creare problemi alla Lazio. Dopo l’espulsione di Buffon viene spostato da Conte dietro a Llorente ed è costretto a dare spesso una mano al centrocampo.

 

Llorente 6,5 – Sonnecchia per gran parte della partita. Nella prima frazione di gioco si concede un solo acuto con una mezza girata in area che viene ben parata da Berisha. Nella ripresa invece con una grandissima girata di testa regala il pareggio alla Juve. Conclude la gara in crescendo come un po’ tutta la Juve.

 

All. Conte 6,5 – I bianconeri si svegliano solo nel finale e non riescono a cogliere il tredicesimo successo consecutivo. Per larghi tratti i reparti sono slegati, complice la mancanza in mezzo al campo di Pirlo. Il tecnico salentino però come sempre riesce ad infondere nei propri giocatori la giusta cattiveria per reagire. Unico errore, forse l’aver tolto dal campo Asamoah che in quel momento era tra i più pimpanti.

 

Arbitro Massa 7 – Promosso a pieni voti. Il giovane arbitro alla sua prima esperienza in un big match mostra grande sicurezza e non sbaglia praticamente nulla. Giusto, infatti, il penalty dato alla Lazio, così come è giusto il colore del cartellino sventolato in faccia a Buffon. Sul crepuscolo della prima frazione di gioco i biancocelesti chiedono un altro calcio di rigore ma giustamente Massa non cade nel tranello.

 

TABELLINO



LAZIO-JUVENTUS 1-1



LAZIO (3-4-2-1): Berisha; Biava, Cana, Dias; Cavanda(65’ Gonzalez Alv.), Ledesma, Biglia, Konko; Candreva(85’ Keita), Hernanes; Klose. All. Reja.

 

JUVENTUS (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Ogbonna; Lichtsteiner, Vidal, Pogba, Marchisio, Asamoah(26’ Storari); Tevez, Llorente. All. Conte.

 

Arbitro: Davide Massa

 

Marcatori: 27’ rig. Candreva (L), 59’ Llorente (J)

 

Ammoniti: Biava (L), Bonucci (J)

 

Espulsi: Buffon (J)




Commenta con Facebook