• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > PAGELLE E TABELLINO DI NAPOLI-CHIEVO VERONA

PAGELLE E TABELLINO DI NAPOLI-CHIEVO VERONA

Ospiti cinici e bravi a tenere a bada gli avversari, gli azzurri di Benitez pericolosi ma mai incisivi. Disastrosi alcuni elementi


Sardo festeggia il gol ((Getty Images)
AntonioPapa (Twitter: @antoniopapapapa)

25/01/2014 21:15

PAGELLE E TABELLINO DI NAPOLI-CHIEVO / NAPOLI - Primo tempo da incubo per il Napoli, che subisce il vantaggio del Chievo grazie ad uno scatenato Sardo e non riesce più a recuperarlo, nonostante le diverse occasioni da gol create. Nella ripresa pressione asfissiante - ma sterile - degli azzurri di Benitez, che continuano a mostrare le abituali criticità in alcune posizioni chiave. Il pareggio finale è meritato per la mole di gioco creata, molto meno meritato per la prestazione complessiva e individuale di diversi elementi. Chievo cinico e concreto, che trova il vantaggio grazie a mezz'ora giocata a livelli eccelsi e un'ora di contenimento puro, barricate che neanche in guerra. Ma non poteva essere altrimenti. 



NAPOLI 


Rafael 6 - Il missile di Sardo è imprendibile, a fine primo tempo però salva i suoi dal raddoppio con un paratone su tiro di Dramè. 

Maggio 4,5 - Un passettino avanti e tre salti indietro. Passaggi disastrosi anche a due metri, chiusure approssimative, cross in orbita e quella sensazione di perenne difficoltà che ripropone l'annosa domanda: quand'è che il Napoli avrà un terzino vero? (Dal 34' st Insigne sv)

Albiol 6 - Non si ricordano episodi degni di nota in fase difensiva, d'altra parte per il Chievo è un tiro e un gol. Ha il merito di togliere il tappo ad un vaso di Pandora rimasto chiuso per 88 minuti, dando qualche minuto di speranza al Napoli.

Britos 5,5 - Un paio di disimpegni dei suoi, ovvero da brividi, poi poco altro visto che il Chievo segna il gol e poi si occupa di contenere.

Reveillere 5 - Va be' che Sardo è una delle proverbiali bestie nere del Napoli, ma da lì a farlo diventare Maicon c'è un abisso. Un'altra figurina piazzata in campo per giustificare un mercato intelligente ma parecchio lacunoso.

Inler 4,5 - Continua l'inesorabile involuzione del metronomo (anzi, ex metronomo) svizzero, che ormai sembra un ologramma proiettato in mezzo al campo. Non ne becca una, non azzecca un passaggio, e al momento del cambio Benitez gli "preferisce" il più sveglio Dzemaili. Mistero della fede.

Dzemaili 5,5 - Intelligente nei tocchi di prima intenzione e nelle incursioni, si ritrova però inevitabilmente schiacciato dall'incredibile volume creato dal Chievo lì in mezzo. (Dal 10' st Jorginho 5,5 - Approccio molto 'light' per il brasiliano, che entra nel momento più complicato della partita e prova invano a mettere ordine in una squadra sfilacciatissima e senza sostanza a metà campo. passi la prima, ma in futuro servirà sicuramente più carattere).

Callejòn 6 - Da destra, da sinistra, per vie centrali. Vivacissimo, nel primo tempo è sempre lui che accende la luce lì davanti. Peccato che non sempre i suoi compagni lo seguano a dovere. Nella ripresa si spegne anche lui, uscendo dai radar della partita troppo presto.

Hamsik 5 - Ritorno da titolare da dimenticare per il capitano azzurro, che si eclissa dalla partita dopo poche decine di minuti e non vi rientra più, delegando tutto nelle mani degli esterni. Uomo in meno sia a metà campo che in avanti, riesce quasi a far rimpiangere il peggior Pandev. 

Mertens 6,5 - Inizia in sordina, poi come sempre il motore inizia a macinare e sono dolori. Due pali pieni, due cartellini procurati ai difensori avversari e tantissime occasioni pericolose che portano la sua firma. Se il Napoli non concretizza non è certo colpa sua.

Higuaìn 5 - Una delle peggiori partite per il 'Pipita' da quando è a Napoli. Sbaglia un gol da zero metri, non si propone mai per riceverla e talvolta addirittura ostacola gli inserimenti dei compagni. Non sembra neanche lui.

All. Benìtez 4,5 - Non ci siamo, non ci siamo per niente. Approccio a dir poco mellifluo alla gara, svantaggio repentino e meritato e poi l'incapacità di recuperarla, con un tiqui-taca che può pagare solo in ben altre situazioni. Forse il peggior Napoli dell'anno, preoccupante che una prestazione simile arrivi dopo quella di Bologna, tutt'altro che esaltante. E se Juve e Roma scappano la Fiorentina intanto si avvicina...


CHIEVO VERONA 

Puggioni 5 - Partita discreta macchiata da un errore marchiano sulla conclusione di Albiol. Errore di posizione, di concentrazione e anche tecnico, vista la parata soltanto abbozzata mentre era sul pallone. Un errore che vale due punti che a fine stagione potrebbero pesare come il piombo.

Frey 6,5 - Dalla sua parte il più delle volte danza l'indemoniato Dries Mertens, che può provarci solo da lontano visto che a penetrare proprio non ci riesce. Il merito è soprattutto del francese che lo contrasta, con le buone e con le cattive.

Dainelli 6,5 - In marcatura fissa su Higuaìn passa una serata impegnativa ma soddisfacente, con l'argentino che difficilmente riesce a liberarsi dalla morsa sua e di Cesar.

Cesar 6,5 - In seconda battuta a chiudere largo a sinistra o più alto a metà campo, anche in marcatura non sbava mai, finendo per bloccare Callejòn e, quando occorre, anche Higuaìn. 

Sardo 7 - Napoletano di Pozzuoli, quando vede il Napoli sembra Braccio di Ferro con gli spinaci. Otto gol in A, due contro gli azzurri. Quello di stasera è un missile terra-aria fantastico, a coronamento di una mezz'ora di straordinaria intensità.

Bentivoglio 6,5 - Perde un pallone sanguinoso ad inizio secondo tempo, ma è l'unica macchia di una prestazione senza alcuna sbavatura, fra sostanza, corsa e soprattutto grandissima continuità. (Dal 26' st Radovanovic sv)

Rigoni 6,5 - Vertice basso della metà campo di Corini, che gli chiede di fare "il Corini", appunto. Le doti tecniche e geometriche non sono le stesse, l'impegno è sicuramente encomiabile.

Hetemaj 6,5 - Altro giocatore piuttosto antipatico da affrontare, fra espedienti e contrasti vincenti contribuisce a creare una massa difficilmente superabile in mezzo al campo. Giocatore preziosissimo, di quelli che in squadre come il Chievo sono imprescindibili.

Dramè 6,5 - Brucia l'erba ad ogni scorribanda, premendo su Maggio finché il terzino avversario non lascia il campo, sostituito.

Thereau 6 - La sponda intelligente, come d'abitudine, per il gol di Sardo, poi anche lui si occupa più che altro di contenere gli avversari.

Paloschi 6 - Tantissimo movimento in avanti, dove Albiol e Britos fanno molta fatica a tenerlo fermo. Poi tira un po' anche lui i remi in barca dopo il vantaggio. Non poteva essere altrimenti.

All. Corini 7 - Partita preparata con grande attenzione e meticolosità. Il Chievo scende in campo con il piglio giusto e porta a casa un vantaggio meritato, poi riesce a tenere a bada gli avversari furibondi fino all'episodio del gol, che corona la pressione costante del Napoli ma è una punizione ingiusta per un Chievo che aveva sofferto bene fino alla fine. Più che un punto guadagnato alla fine sono due punti persi, peccato.

Arbitro Irrati 6,5 - Il momento più difficile della gara è al 93', quando Callejon reclama un rigore per presunto fallo di mano di Dramè. Fallo che non c'è, lui vede benissimo e la gestisce ottimamente in una situazione di grande tensione.


TABELLINO

NAPOLI - CHIEVO 1-1

Napoli (4-2-3-1): Rafael; Maggio (33' st Insigne), Albiol, Britos, Révèillere ; Inler, Dzemaili (12' st Jorginho); Callejon,Hamsik, Mertens; HiguainA disp.: Reina, Contini, Colombo, Uvini, Cannavaro,  Radosevic, Bariti, Pandev, Zapata. All.: Benitez

Chievo (3-5-2): Puggioni; Frey, Dainelli, Cesar; Sardo, Bentivoglio (27' st Radovanovic), Rigoni, Hetemaj, Dramé; Paloschi (33' st Estigarribia), ThereauA disp.: Silvestri, Squizzi, Pamic, Papp, Dos Santos, Kupisz, Lazarevic, Sestu, Pellissier. All.: Corini

Arbitro: Irrati

Marcatori: 18' Sardo (C), 42' st Albiol (N)

Ammoniti: Maggio (N), Cesar (C), Dainelli (C)




Commenta con Facebook