• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > News > Gallipoli, Giuseppe Giannini accusato di frode sportiva: legame con la camorra?

Gallipoli, Giuseppe Giannini accusato di frode sportiva: legame con la camorra?

Il 'Principe', bandiera della Roma, secondo gli inquirenti avrebbe partecipato a una combine


Giuseppe Giannini (Getty Images)
Matteo Torre (twitter: @torrelocchetta)

22/01/2014 15:40

GALLIPOLI GIANNINI FRODE SPORTIVA CAMORRA / ROMA - Brutte notizie per Giuseppe Giannini: il 'Principe', ex capitano della Roma, è stato accusato di frode sportiva con riferimento al suo periodo da allenatore del Gallipoli, nella stagione 2008-09. 'La Gazzetta dello Sport' spiega che secondo gli inquirenti l'attuale Ct del Libano avrebbe partecipato a una combine in Lega Pro, risultando complice nel falsare la partita col Real Marcianise, che fu decisiva per la storica promozione in Serie B della società pugliese. Gli investigatori sostengono che ci sarebbe stato l'intervento degli imprenditori Righi, vicini alla camorra: cinquantamila euro ai calciatori avversari per perdere.

L'indagine oggi ha portato all'arresto di novanta persone accusate di far parte del clan Contini. La Direzione Nazionale Antimafia riferisce che prima di Gallipoli-Real Marcianise furono Salvatore Righi, Ivano Righi, Giuseppe Giannini (allenatore) e Luigi Dimitri (Direttore sportivo) ad accordare la cifra con cui corrompere i calciatori avversari, tra cui Michele Murolo, Massimo Russo e altri non identificati. La gara finì 3-2 e il Gallipoli venne promosso in Serie B. I soggetti coinvolti sono indagati per frode sportiva con l'aggravante della finalità mafiosa, ma è bene ricordare che stiamo parlando ancora di indagini e che nessun processo né tantomeno condanna ha attestato la veridicità di queste accuse.

 




Commenta con Facebook