• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Udinese > Udinese, comunicato UFFICIALE: "Nessun eccesso dei calciatori"

Udinese, comunicato UFFICIALE: "Nessun eccesso dei calciatori"

Dopo la contestazione dei tifosi per una foto pubblicata da Zielinski la societa' interviene



21/01/2014 16:31

UDINESE COMUNICATO UFFICIALE ZIELINSKI MAICOSUEL / UDINE - Nessun eccesso, clamore esagerato: l'Udinese si schiera a difesa dei propri calciatori presi di mira dai tifosi dopo una foto pubblicata da Instagram da Zielinski. I friulani hanno diffuso un comunicato in cui si legge: "In relazione alla pubblicazione di una foto sul social network Instagram da parte del calciatore Piotr Zielinski, Udinese Calcio, pur consapevole dell'alto livello di 'attenzione' cui vengono fatti oggetto i propri tesserati considerando il momento particolarmente sfavorevole sotto il profilo dei risultati, esprime stupore per il clamore suscitato".

"La foto in questione, come peraltro gli stessi media hanno precisato, è stata scattata a casa del calciatore Maicosuel dove parte della squadra si era ritrovata per festeggiare il settimo compleanno della figlia, un momento di vita privata che nulla ha a che vedere con eccessi e comportamenti poco professionali per i quali la società sarebbe certamente intervenuta con i provvedimenti e le sanzioni previste dal rigido codice di condotta".

"Anche nella tempistica della pubblicazione non si rileva alcun elemento di gravità: la foto è stata "postata" su Instagram alle 21.30 di domenica, al termine del primo tempo di Milan-Verona, gara che i ragazzi stavano seguendo insieme davanti al televisore. Udinese Calcio ha sempre preteso dai propri calciatori un comportamento altamente professionale fuori dal campo e quando è stato necessario è intervenuta richiamandosi al citato codice di condotta".

B.D.S.




Commenta con Facebook