• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > PAGELLE E TABELLINO DI CATANIA-FIORENTINA

PAGELLE E TABELLINO DI CATANIA-FIORENTINA

Matri e Pasqual devastanti, Rolin inguardabile


Matri (Getty Images)
Silvio Frantellizzi (Twitter: @SilFrantellizzi)

19/01/2014 18:10

PAGELLE E TABELLINO DI CATANIA FIORENTINA/ CATANIA – La Fiorentina ritrova il successo il campionato dopo lo stop in casa del Torino battendo 3-0 il Catania. Al 'Massimino' tutto facile per i viola che colpiscono con Matri (doppietta all'esordio) e Mati Fernandez. Male gli etnei nonostante il ritorno in panchina di Maran: Rolin soffre il cambio di ruolo, Bergessio e Barrientos non pungono.

CATANIA

Frison 5,5 – La difesa non lo aiuta ma dimostra scarsa reattività in occasione dei tre gol viola.

Rolin 4,5 – Maran lo sposta a destra facendo letteralmente un buco nell’acqua: la Fiorentina affonda sempre dalle sue parti trovando le reti che chiudono il match nel primo tempo. Dal 46’ Leto 5 – Entra in campo quando a giochi ormai fatti.

Bellusci 5 – Al pari di Spolli soffre la mobilità di Matri e gli inserimenti di Mati Fernandez.

Spolli 5 – Immobile sul traversone basso di Pasqual: Matri lo anticipa e fa 2-0.

Biraghi 6 – Voglia e determinazione non mancano: con un pizzico di coraggio riesce a limitare Cuadrado, con un po’ di fortuna in più potrà fare ancora tanta strada.

Plasil 5,5 – Non riesce a trovare quegli spunti estemporanei ai quali si sono aggrappati gli etnei nella primissime partite di campionato.

Izco  5 – Viene a mancare soprattutto nella ripresa, quando la Fiorentina inizia a legittimare (e difendere) il vantaggio grazie alle qualità dei suoi palleggiatori.

Rinaudo 5 – Male l’ex Livorno: lento, impacciato e privo di mordente. Dal 79’ Guarente sv

Castro 6  - Unica nota positiva nel disastroso pomeriggio degli etnei. Bene ad inizio gara quando prova in più occasioni a farsi vedere dalle parti di Neto. Dal 73’ Keko sv

Bergessio 5 – Sgomita contro la retroguardia gigliata senza avere mai l’occasione giusta per colpire.

Barrientos 5 – Nervoso, punge poco e si fa ammonire: giallo che lo costringe a saltare il match di domenica prossima contro l’Inter.

All.: Maran 4,5 – Peggio di così non poteva ricominciare la sua avventura sulla panchina del Catania. Tre a zero dopo 40 minuti di dominio viola. Per provare a salvarsi, servirà una scossa vera.

FIORENTINA

Neto 6 – Praticamente inoperoso, difende senza problemi la porta viola.

Tomovic 6 – Spinge e difende con la stessa intensità accorciando verso il centro per dare una mano a Rodriguez e Savic. Dal 46' Roncaglia 6 - Tiene botta contro un Catania ormai senza coraggio.

Gonzalo Rodriguez 6,5 – Partita senza troppi problemi per il centrale argentino: peccato per l’ammonizione inutile che gli costa il match contro il Genoa.

Savic 6,5 – Qualche minuto per prendere le misure a Bergessio: quando ci riesce, è notte fonda per l’attaccante del Catania.

Pasqual 7,5 – I tre gol viola nascono tutti dal suo piede sinistro: inarrestabile sulla fascia, trova praterie letali per gli avversari.

Mati Fernandez 7 – Sblocca il match con un grande tiro al volo dalla distanza e prova a ripetersi su punizione colpendo la traversa della porta difesa da Frison.

Pizarro 7 – A tratti si rivede il Pizarro dei tempi migliori: catalizzatore principe del gioco viola.

Borja Valero 6,5 – Meno appariscente del solito ma si vede sempre nel momento del bisogno. Dal 73' Ambrosini 6 - Muscoli e geometrie: sempre utile, anche a partita in corso.

Cuadrado 5,5 – Notizia di giornata: il colombiano si becca un’insufficienza. Niente di allarmante: la Fiorentina gioca soprattutto sulla fascia opposta e quando tocca a lui, Biraghi riesce sempre a cavarsela in un modo o nell’altro.

Matri 7,5 – Due gol e un assist in quaranta minuti: è questo il biglietto da visita dell’ex Milan, oggi al suo esordio con la maglia della Fiorentina. Con un Matri extra-large Montella si lecca i baffi: quando rientrerà anche Mario Gomez, l’assenza di Giuseppe Rossi sarà meno dolorosa. Dal 46' Matos 5,5 - Lontano dal giovane spensierato capace di fare la differenza in Europa League.

Vargas 6 – Non ingrana mai la marcia ma è utile il suo lavoro sulla sinistra soprattutto per favorire le incursioni di Pasqual.

All. Montella 7 - Scacco matto in 41': la sua Fiorentina insiste sul punto debole del Catania (Rolin), mette al sicuro il risultato e nella riprea è pura accademia. Con il Napoli che rallenta, il terzo posto (ri)diventa qualcosa in più di un sogno.

Arbitro Banti 6 - Partita senza troppi grattacapi per il fischietto di Livorno che fa buon uso della gestione dei cartellini e viene aiutato dagli assistenti in un paio di situazioni dubbie. Da rivedere gli interventi duri di Spolli su Matos e Rinaudo su Tomovic.

TABELLINO

CATANIA-FIORENTINA 0-3

Catania (4-3-3): Frison; Rolin (dal 46’ Leto), Bellusci, Spolli, Biraghi; Plasil, Izco, Rinaudo; Castro, Bergessio, Barrientos. All.: Maran.

Fiorentian (4-3-3): Neto; Tomovic (dal 46’ Roncaglia), Gonzalo Rodriguez, Savic, Pasqual; Mati Fernandez, Pizarro, Borja Valero; Cuadrado, Matri, Vargas. All.: Montella.

Arbitro: Banti
Marcatori: 25’ Mati Fernandez (F), 28’ Matri (F), 41’ Matri (F).
Ammoniti: 44’ Rinaudo (C), 49’ Rodriguez (G), 59’ Barrientos (G).




Commenta con Facebook