• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > PAGELLE E TABELLINO DI ROMA-LIVORNO

PAGELLE E TABELLINO DI ROMA-LIVORNO

Destro, Strootman e Ljajic regalano ai giallorossi di Garcia un successo prezioso


Ljajic in azione (Getty Images)
Marco di Nardo

18/01/2014 21:38

PAGELLE E TABELLINO DI ROMA – LIVORNO/ROMA – Dopo la vittoria contro il Genoa la Roma vince anche contro il Livorno segnando tre reti. Ad evitare che la gara terminasse in goleada c’ha pensato il portiere del ospite Bardi, unico giocatore della squadra toscana a convincere per tutti i novanta minuti.

 

ROMA

De Sanctis 6 – Conquista la sufficienza giusto per l’uscita effettuata a metà secondo tempo su attacco del Livorno.

Torosidis  6 – Cerca di sostituire degnamente il brasiliano Maicon e lo fa degnamente anche se la differenza dal punto di vista tecnico si nota.

Benatia 6,5 – Cerca il suo sesto gol in campionato ma la mira poco precisa non lo aiuta. Amministra con ordine gli sterili attacchi livornesi

Castan 6 – Partecipa attivamente alla manovra offensiva della squadra capitolina iniziando quasi sempre lui l’azione dalla difesa.

Dodò  6 – Se nel primo tempo la squadra di Garcia ha attaccato solo centralmente e sulla destra è perché il giovane terzino brasiliano deve ancora maturare dal punto di vista tattico. Nonostante ciò disputa una partita ordinata

De Rossi 6,5 – Fa da schermo davanti alla difesa ed è colui che insieme a Pjanic imbastisce la manovra offensiva dimostrando di essere in possesso di grandi doti tecniche.

Strootman 6,5 – Cerca con insistenza la via del gol e dopo 36’ la rete arriva. Al suo attivo ha 5 gol e sei assist, a dimostrazione che si è ambientato bene nel calcio italiano.

Pjanic  6,5 – Insieme a De Rossi è il creatore del gioco della Roma. In alcuni momenti un po’ impreciso ma nonostante ciò dimostra di essere un grande centrocampista . Dal 69’  Nainggolan 6,5 – Dinnanzi a se ha tre ottimi centrocampisti ma lui cerca di non sfigurare fornendo assist a Ljajic e Destro.

Ljajic  6 – Nonostante il quarto gol in campionato con la maglia giallo rossa, il trequartista ex Fiorentina dimostra ancora di non aver trovato la giusta sintonia tattica con la squadra.

 Gervinho 6 – Corre, lotta, dribbla ma alla fine non segna mai. Finora ha segnato quattro reti, numero basso considerando la posizione di dove gioca e il numero di palloni che riceve sotto porta   . Dal 65’ Florenzi S.V. – Non pervenuto.

 Destro 6,5 – Da quando è ritornato a giocare si è dimostrato utile al gioco della Roma. Quattro reti in quattro gare tra campionato e Coppa Italia. Sarà lui il bomber giallo rosso del futuro . Dal 77’ Totti s.v. – Non pervenuto.

All. Garcia 6,5 – Non è mai semplice riprendersi dopo una brutta sconfitta come quella di Torino, così come non è semplice preparare una partita sulla carta semplice quando hai la Juventus il martedì. Per Rudi Garcia invece è stato semplice: vittoria con il Genoa, vittoria con il Livorno con turnover e con la possibilità di schierare in Coppa Italia l’undici titolare.

 

LIVORNO

Bardi 7 – Se non fosse stato per lui il Livorno avrebbe subito altri quattro gol. Nonostante la giovane età, l’estremo difensore di scuola Inter sta dimostrando, partita dopo partita, le sue qualità tecniche.

Piccini 5,5 – Cerca di affrontare Gervinho e Strootman prima e Florenzi dopo e grazie alla sua velocità riesce a vincere quasi tutti i contrasti. Peccato che dopo abbia dimostrato di essere impreciso nella fase di costruzione.

Rinaudo 5 Così come a Napoli anche con il Livorno sta dimostrando le solite amnesie difensive. Nonostante sia dei cinque il difensore più esperto, commette errori banali.

Valentini 5,5  – Cerca di districarsi come può contro Pjanic e Destro ma alla fine cede alla forza giallo rossa.

Ceccherini 5,5 – Prova in tutti i modi a fare dei corretti movimenti difensivi ma ciò non basta per evitare la sconfitta. Dal 70’ Lambrughi  5,5 – Ha il compito di metter ordine in difesa ma nonostante la sua caparbietà non riesce a fermare la furia giallo rossa.

Mbaye  5,5 – La sua reattività gli consente di chiudere alla meglio gli spazi sulla sinistra e ad attaccare senza però intimorire più di tanto la squadra  di casa.

Benassi 5,5 – Rispetto alle gare precedenti il giovane centrocampista livornese non da il giusto supporto in fase offensiva. Dal 80’ Mosquera – Al suo esordio in Serie A, il giocatore messicano del Livorno

Biagianti 5,5 – La sua esperienza sarebbe dovuta servire alla squadra di Perotti per limitare il possesso palla della Roma ma così non è stato.

Duncan 5 – La giovane età lo porta a sbagliare molto sia come posizionamento in campo sia in fase di costruzione. Dal 45’ Borja 5,5 – E’ stato inserito per giocare vicino a Paulinho e per creare problemi alla retroguardia della Roma ma così non è stato.

Greco 4,5 – Doveva fungere da seconda punta e pungere la sua ex squadra ma alla fine l’unica volta che si è visto è stato all’ottavo minuto del secondo tempo con un tiro terminato abbondantemente a lato.

Paulinho 5 – Come unica punta prova a fare il possibile per rendersi pericoloso ma da solo non basta ed infatti negli ultimi due mesi il Livorno ha segnato solo 2 reti.

All.: Perotti  5,5 – E’ ritornato a Livorno dopo una felice parentesi del 2012, si è presentato con un 5-3-1-1 ma alla fine né è uscito sconfitto. Dovrà lavorare tanto per riuscire nell’impresa che gli riuscì un anno e mezzo fa. 

 

Arbitro: Carmine Russo 6,5 – Giusta la scelta di annullare il gol di Destro al 44’ per fuorigioco di Castan. Gestisce la gara senza difficoltà.

 

TABELLINO

ROMA – LIVORNO

Roma (4-3-3): De Sanctis; Torosidis, Castan, Benatia, Dodò; De Rossi, Strootman, Pjanic  (69’  Nainggolan); Ljajic, Destro (77’ Totti), Gervinho (65’ Florenzi). All.: Garcia.

Livorno (5-3-1-1): Bardi; Piccini, Ceccherini (70’ Lambrughi), Valentini, Rinaudo, Mbaye; Benassi (80’ Mosquera), Biagianti, Duncan (45’ Borja); Greco; Paulinho. All.: Perotti.

Arbitro: Carmine Russo

Marcatori: 6’ Destro (R), 36’ Strootman (R), 77’ Ljajic (R)

Ammoniti: 81’ Castan (R)

 




Commenta con Facebook