• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > News > VIDEO CM.IT - Serie B, Abodi: "Calcioscommesse? Si rientra in gioco con troppa facilita'&qu

VIDEO CM.IT - Serie B, Abodi: "Calcioscommesse? Si rientra in gioco con troppa facilita'"

La Lega 'cadetta' sta lavorando per arginare il fenomeno dell'alterazione illecita dei risultati delle partite di calcio


Federico Scarponi

15/01/2014 18:13

SERIE B ABODI CALCIOSCOMMESSE / ROMA - Dopo la presentazione in Lega Serie B lo scorso ottobre, è partita la fase operativa del progetto europeo 'Staying on Side: How to Stop Match-Fixing' per prevenire e contrastare il fenomeno dell’alterazione illecita dei risultati delle partite di calcio. Stamane presso la Camera di Commercio di via de’ Burrò a Roma, si è tenuto il workshop formativo organizzato da Transparency International - il network internazionale leader mondiale nella lotta contro la corruzione – rivolto alle società di Serie B. Il progetto è sostenuto dalla Commissione Europea e in Italia dalla Lega. Quello di Roma è il primo dei tre seminari formativi previsti fra gennaio e marzo ( gli altri due si terranno a Palermo e Brescia). Il Presidente della Lega cadetta, Andrea Abodi, si è intrattenuto a margine dell'evento con la stampa per chiarire alcuni tratti di questo programma.  

"Possiamo sbagliare tutti...chi sbaglia, deve avere una seconda opportunità - ha sollineato Abodi ai giornalisti presenti tra cui quello di Calciomercato.it - Obiettivamente, però, vedo una corrispondenza tra una giustizia che si perde nel percorso e una facilità con la quale si rientra in gioco che mi fanno capire che dobbiamo ancora lavorare molto, sia nella rimodulazione delle norme (sono stata chieste in tal senso sanzioni più severe, ndr), sia nella definizione del percorso della giustizia, sia nella selezione del personale sportivo, tanto dirigenziale quanto tecnico. Parlo spesso con i nostri presidenti e convengo con loro, che oltre ai piedi vadano scelte le teste, Molto spesso ho l'idea che nella selezione, non venga tenuto conto della qualità delle persone. Va alzato il profilo della qualità selettiva di  questo nostro mondo. Dobbiamo migliorare anche pescando all'esterno del nostro sistema. E' difficile che venga nel mondo del calcio qualcuno che venga da altri sistemi lavorativi, industriali...Altre esperienze europee invece sono di tutt'altro esempio...".  




Commenta con Facebook