• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > News > IL PAGELLONE DI CALCIOMERCATO.IT: Berardi da impazzire, Nocerino frastornato

IL PAGELLONE DI CALCIOMERCATO.IT: Berardi da impazzire, Nocerino frastornato

Top e Flop della 19a giornata di Serie A secondo i voti dei nostri inviati


Domenico Berardi (Getty Images)
Emiliano Forte

13/01/2014 09:12

PAGELLONE, BERARDI NOCERINO / MILANO – Al giro di boa la Serie A presenta una classifica in cui Juventus, Roma e Napoli stanno viaggiando a ritmi altissimi. Se da un lato Conte infila l'11esima vittoria di fila grazie ad un ottimo Llorente, dall'altro Garcia e Benitez continuano la rincorsa lanciati da due grandi protagonisti del girone di andata come Florenzi e Mertens. Continua a deludere il Milan che perde ancora sotto i colpi di un Berardi semplicemente perfetto. Prima parte di campionato decisamente al di sotto delle aspettative anche per il laziale Felipe Anderson che nella sfida contro il Bologna è stato sostituito dopo i primi 45 minuti. 

TOP

5.Totti (Roma) – Pur non essendo ancora al meglio dopo l'infortunio subito il capitano giallorosso gioca un match di grande sostanza. Tocca un gran numero di palloni dimostrandosi fondamentale negli schemi di Garcia. Trova anche il gol con un bel destro da fuori; l'ennesima perla di una carriera strepitosa. Leader. VOTO 7,5

4.Mertens (Napoli) – Il belga attraversa un momento di forma straripante. Ogni pallone che gioca lo trasforma in oro per la gioia di Benitez e dei tifosi partenopei. Firma ancora un gol d'autore a coronamento di un girone d'andata davvero esaltante. Scheggia. VOTO 7,5

3.Llorente (Juventus) – Capitalizza al massimo qualsiasi pallone giocabile arrivi dalle sue parti. E' l'uomo d'area in grado di sbrogliate anche le situazioni più complicate che tanto mancava alla Juve nelle stagioni passate. Provvidenziale. VOTO 7,5

2.Florenzi (Roma) – Torna a recitare un ruolo da protagonista nella Roma di Garcia dopo il calo di rendimento fatto registrare nelle ultime apparizioni. Generosità e tanta corsa a servizio della squadra sono le specialità della casa; ma quello che rimarrà nella memoria degli appassionati di calcio è quella rovesciata da cineteca che vale l'1-0 nel corso del 25esimo minuto. Un gesto tecnico e atletico sublime che non ti stancheresti mai di rivedere. Spettacolo. VOTO 8

1.Berardi (Sassuolo) – Non ha ancora vent'anni ma nei pressi della porta avversaria si muove con impressionante lucidità e concretezza; come solo i più grandi sanno fare. Talento in ascesa deciso a far suo non solo il futuro ma anche il presente. Argento vivo. VOTO 9

 

FLOP

5.F.Anderson (Lazio) – Parte largo a sinistra con il compito di cercare il fondo e all'occorrenza accentrarsi. Ma non gli riesce niente di tutto ciò. Riesce invece a spazientire Reja che lo sostituisce al termine del primo tempo. Mistero. VOTO 4,5

4.Adan (Cagliari) – Incerto e poco reattivo sulla conclusione dalla distanza di Marchisio che cambia completamente il volto del match. Pasticcione quando respinge malamente un tiro di Llorente che poi Lichtsteiner trasforma nel 4-1 finale. Maldestro. VOTO 4,5

3.Bonera (Milan) – Serata da incubo per l'esperto difensore rossonero che subisce impotente le folate offensive dei 'ragazzacci' di Di Francesco. Soprattutto Berardi lo castiga ad ogni esitazione. Intontito. VOTO 4,5

2.Matuzalem (Genoa) – Assente ingiustificato in campo decide di farsi notare almeno quando Gasperini lo richiama in panchina con una risposta tanto plateale quanto inutile ai cori dei tifosi giallorossi. La bravata gli costa il secondo giallo e quindi l'espulsione. Masochista. VOTO 4

1.Nocerino (Milan) – Gira a vuoto combinando poco o nulla in mezzo al campo. Si fa notare più per i palloni persi che per quelli giocati a favore dei compagni. Giocatore che proprio non riesce a ritrovarsi. Ombra di se stesso. VOTO 4




Commenta con Facebook