• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > PAGELLE E TABELLINO DI VERONA-NAPOLI

PAGELLE E TABELLINO DI VERONA-NAPOLI

Gara splendida, con eccellenze da entrambe le parti: vince la squadra piu' concreta e in grado di capitalizzare meglio le azioni


Si sblocca Lorenzo Insigne (Getty Images)
AntonioPapa (Twitter: @antoniopapapapa)

12/01/2014 18:19

PAGELLE E TABELLINO DI VERONA-NAPOLI / VERONA - Il clima che si respirava sugli spalti per una volta condiziona positivamente anche lo sport, che poi è l'unica cosa che conta davvero. Partita splendida fra due squadre che se la giocano a viso apertissimo, con un Napoli più concreto e un Verona comunque combattivo almeno fino allo 0-3. Un Mertens ancora strepitoso, Insigne che segna un gol dai tanti significati, di là Romulo e Jorginho scatenati e poche insufficienze pesanti. Quando i voti sono così alti vuol dire che la gara è stata davvero avvincente. 



VERONA 


Rafael 5,5 - Tre gol dove poteva poco e niente, purtroppo per lui il Napoli arriva sotto porta e concretizza bene.

Cacciatore 5,5 - In difficoltà su Mertens, le prova davvero tutte ma non riesce a contrastare lo scatenato belga. Gli dice meglio quando si propone in avanti per dare una mano a Romulo ed Iturbe.

Moras 5 - Dalla sua parte gravitano spesso Pandev e Mertens, suda sette camicie e spesso si ritrova sopraffatto dalla verve degli avversari. 

Maietta 5,5 - In marcatura su Higuaìn, riesce ad evitare che segni ma per farlo imbarca acqua dalle altre parti.

Agostini 5,5 - Meno impegnato di Cacciatore sia in fase attiva che in fase passiva, poi il tracollo al 27' del secondo tempo, quando Maggio gli va via e mette dentro per Insigne, che chiude il discorso. 

Romulo 7 - In condizione strepitosa, per oltre un'ora straccia l'erba come un trattore e va a servire sempre il compagno più libero. Di gran lunga il migliore in campo dei suoi.

Jorginho 6,5 - Un'altra dimostrazione cristallina del perché ci siano tante big su di lui, Napoli compreso. Dai suoi piedi passa ogni pallone importante, il gioco non può prescindere dalla sua approvazione. La sensazione è che se il Verona lo vende a gennaio rischia di afflosciarsi come un soufflé.

Hallfredsson 6,5 - L'espressione sofferente con cui abbandona il campo la dice lunga sulle sue condizioni fisiche, che erano tutto fuorché ottimali. Nonostante ciò combatte sempre a testa alta, con grande applicazione. (Dal 20' st Martinho 5,5 - Ingresso che porta poco al gioco offensivo dei suoi, sebbene Mandorlini lo avesse mandato in campo per dare una sterzata alla gara. Non incide).

Iturbe 6,5 - Quando prende palla è sempre pericolosissimo, c'è da dire che la difesa del Napoli lo segue come un sorvegliato speciale, conoscendone la pericolosità. Quando si libera, però, dà parecchi grattacapi agli avversari. (Dal 36' st Donadel sv)

Toni 6 - La palla buona per pareggiare ce l'ha, liberato alla grande da Iturbe, ma spara addosso a Rafael. Per tutta la partita comunque fa un lavoro sporco impressionante, servendo anche una palla splendida a Romulo nel primo tempo. Ma niente da fare, oggi la porta azzurra aveva il catenaccio. 

Gomez 5 - Di tutti è quello che si vede meno. Gravita troppo largo a sinistra e quasi mai riesce a liberarsi delle marcature. Presenza tutt'altro che importante nell'economia del match, il cambio è fin troppo tardivo. (Dal 33' st Cacia sv)

All. Mandorlini 6 - La sconfitta è di quelle che bruciano da morire, eppure non si può dire che il suo Verona non ci provi. Scende in campo determinato a fare la partita e in certi frangenti ci riesce pure, poi però è punito dalle ripartenze mortifere degli avversari. I complimenti comunque sono d'obbligo, la sua è una squadra che farà soffrire parecchie contendenti, soprattutto in questo stadio. 

NAPOLI 

Rafael 6,5 - Un paio di paratone su tiri che - ad essere onesti - erano piuttosto centrali. Comunque la tiene bloccata nei momenti più caldi. Bene così.

Maggio 7 - Dopo tanto tempo si rivede finalmente un Maggio attento in chiusura e propositivo in avanti. L'assist ad Insigne ed una chiusura in diagonale dall'altra parte del campo a testimoniarlo.

Fernandez 7 - Toni non gli dà un attimo di tregua, ma l'argentino ne esce sempre molto bene. Fisicità e senso dell'anticipo, scontro duro ma vinto ai punti.

Albiol 6 - Iturbe è un cliente durissimo, in più di un'occasione deve far ricorso all'aiuto dei compagni per sbrogliare situazioni complicate. Nonostante ciò la porta di Rafael resta inviolata.

Armero 6 - L'asse di destra del Verona funziona alla grande e a lui viene il mal di testa. Meglio quando appoggia Mertens in sovrapposizione.

Dzemaili 7 - E' uno dei mediani più disordinati che ci siano, ma per apporto fisico e tecnico alla partita merita comunque un applauso. Mette lo zampino anche nel gol di Insigne, dando il La all'azione rifinita da Maggio. Infine il punto esclamativo alla partita, per non farsi mancare proprio nulla. 

Inler 5,5 - Distratto in costruzione, sempre in ritardo in copertura. Romulo si infila fra lui e Armero come una lama bollente in un panetto di burro. (Dal 37' st Radosevic sv)

Callejòn 6 - Un'occasione buona a metà primo tempo, quando Higuaìn lo serve nello spazio e lui lascia partire un missile che Rafael neutralizza. Poi si nasconde, come spesso gli accade, ma il suo tocco c'è sempre quando il Napoli si fa vedere lì davanti.

Pandev 5,5 - Aleggia come un fantasma a cavallo della prima linea, nel primo tempo non lo si vede praticamente mai. Si palesa nella seconda frazione, ma i tentativi sono tutti da dimenticare. (Dal 20' st

Insigne 7 - Ha aspettato un intero girone per buttarla dentro, ma ha scelto la partita giusta. Fra il belga e lo svizzero c'è lui, il "terrone", che la chiude con un tap-in da zero metri. Non è il gol del secolo ma vale platino: per comprenderne il motivo basta farsi un giro sui profili social che fanno capo ai tifosi del Napoli).

Mertens 7,5 - Stop, controllo di palla e tiro a girare che tocca il palo ed entra in porta. Ci mettete più tempo voi a leggerlo di quanto ne abbia messo lui a farlo. Si ripete nella ripresa sfiorando l'incrocio dei pali: fosse entrata quella, santo subito. Un fenomeno, nel rapporto qualità-prezzo sicuramente il miglior acquisto del Napoli di quest'anno.

Higuaìn 6 - Anche oggi a secco, ma lui non gioca male neanche quando non fa il suo mestiere. Ricama per i compagni, serve la palla-gol a Mertens, tiene a bada l'intera difesa avversaria con il suo movimento. (Dal 35' st Britos sv)

All. Benitez 7,5 - In settimana ha appreso quanto sia sentita questa partita da una parte e dall'altra. Don Rafè decide che è il momento di sfoderare una delle migliori partite della stagione: il Napoli incassa, aspetta gli avversari e poi colpisce al momento giusto. Nella ripresa è tutto cinismo e contropiede contro un avversario che non dispiace per niente, anzi. Primo ad uscire con i tre punti dal Bentegodi (il Chievo non conta, era un derby), dove Roma e Juve ancora non hanno messo piede. Le aspetterà, sornione, sperando che incappino nel bel Verona di Mandorlini. 

Arbitro Doveri 6,5 - Direzione senza grossi sussulti, con la scelta "politica" di essere molto permissivo e di concedere cartellini solo in casi estremi. Una decisione che in una partita del genere paga, perché asseconda l'agonismo senza che trascenda in qualcosa di peggio.


TABELLINO

HELLAS VERONA - NAPOLI 0-3

Verona (4-3-3): Rafael; Cacciatore, Maietta, Moras, Agostini; Romulo, Jorginho, Halfredsson (22' st Martinho); Iturbe (36' Donadel), Toni, Gomez Taleb (33' st Cacia). A disp.: Borra, Nicolas, Albertazzi, Marques, Gonzalez, Donati, Laner, Cirigliano, Jankovic. All.: Mandorlini

Napoli (4-2-3-1): Rafael; Maggio, Albiol, Fernandez, Armero; Dzemaili, Inler (38' st Radosevic); Callejon, Pandev (22' st Insigne), Mertens; Higuain (35' st Britos). A disp.: Colombo, Con tini, Uvini, Reveillere, Bariti, Zapata, Hamsik. All.: Benitez

Arbitro: Doveri

Marcatori: 27' Mertens (N), 27 st Insigne (N), 32' st Dzemaili (N)

Ammoniti: Cacciatore (HV), Dzemaili (N)




Commenta con Facebook