• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Juventus > Cagliari-Juventus, Conte: "Dimentichiamo la Roma. Noi nella storia"

Cagliari-Juventus, Conte: "Dimentichiamo la Roma. Noi nella storia"

Il tecnico bianconero parla alla vigilia del match contro i rossoblu


Conte (Getty Images)
Bruno De Santis (@Bruno_De_Santis)

11/01/2014 10:32

CAGLIARI JUVENTUS CONTE CONFERENZA / TORINO - Ultima giornata di un girone di andata che nel finale ha assunto i contorni della cavalcata trionfale: dopo il successo nello scontro diretto contro la Roma, la Juventus torna in campo a Cagliari. Antonio Conte parla in conferenza stampa alla vigilia del match contro i rossoblu: Calciomercato.it seguirà in diretta le parole dell'allenatore bianconero. 

ALTRO CAMPIONATO - "Per noi continua il campionato, nel senso che è importante dare seguito alla vittoria con la Roma. Stiamo dando continuità e domani andiamo su un campo ostico, con una squadra che ci ha sempre dato filo da torcere e poi con dieci partite vinte consecutive e gli avversari avranno voglia di interrompere questa striscia". 

MERCATO - "Ho sempre detto che di mercato non tocca a me parlare. Se ne occupa il direttore ed è giusto che sia lui a rispondere". 

RECORD - "Sono fatti per essere superati. Prima c'eravamo sempre fermati a nove, ora abbiamo eguagliato il record del quinquienno d'oro, ora possiamo scrivere un'altra pagina di storia, ma i record restano fini a sé stessi se non si arriva al traguardo finale. Comunque sono numeri storici, straordinari". 

CALCIATORI - "Un allenatore bravo deve per forza far crescere il proprio gruppo, sia a livello di squadra che di singolo. Gli attestati dei calciatori mi fanno piacere, poi ogni calciatore valuta la sua posizione".

FORMAZIONE - "Domani c'è Barzagli squalificato e stiamo valutando: Caceres rappresenta un'ottima soluzione perché Martin ha sempre fatto ottime partite, quindi sono tranquillo e sereno. Pepe sembra ha intrapreso la strada giusta per il ritorno: prima il traguardo sembrava lontano, invece sta crescendo l'intensità degli allenamenti e sono contento per lui. A breve potremo ritrovarsi con una freccia in più nel mio arco".

CAGLIARI - "Mi fa piacere giocare in Sardegna, è la prima volta da allenatore. Ci sono delle situazioni strutturali che ci faranno giocare davanti a cinquemila spettatori e non è il massimo: la gente di Cagliari deve essere messa in condizione di vedere una partita come Cagliari-Juventus. Mi auguro che in futuro venga risolta questa situazione. Il Cagliari è una squadra tosta, Lopez sta facendo un ottimo lavoro. E' una formazione quadrata tatticamente e con attaccanti importanti: lo scorso anno appena abbiamo sbagliato qualcosa ci hanno fatto male. Ibarbo, Pinilla, Sau, Cossu: poche squadra tra quelle che devono salvarsi hanno un attacco di questo livello. Sarà un impegno difficile e noi dobbiamo essere coscenti di questo".

ROMA - "È una partita ormai messa da parte. Le parole non valgono più, ci buttiamo anima e corpo sulla partita di Cagliari".  




Commenta con Facebook