• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > PAGELLE E TABELLINO DI LAZIO-INTER

PAGELLE E TABELLINO DI LAZIO-INTER

Klose e Candreva decisivi tra i biancocelesti. Guarin nervoso, bene Rolando e Juan Jesus


Miroslav Klose(Getty Images)
Giorgio Elia

06/01/2014 21:19

PAGELLE E TABELLINO DI LAZIO-INTER/ROMA - Allo stadio 'Olimpico' la Lazio supera per 1-0 l'Inter nel match valido per la diciottesima giornata di campionato. Parte con un successo la seconda parentesi in biancoceleste di Reja, con alose a regalare il sorriso al suo allenatore. Battuta d'arresto per gli uomini di Mazzarri, che non danno così seguito alla vittoria nel derby del turno precedente. 

LAZIO

Berisha 6 - Una parata non in perfetto stile ma efficace su un colpo di testa di Nagatomo e alcune uscite precise, con buone risposte fornite in un match delicato come quello contro la formazione di Mazzarri.

Konko  s.v. - Nel giorno del rientro viene perseguitato dalla sfortuna, dovendo abbandonare il terreno di gioco dopo un quarto d'ora di gioco per un malore. Dal 15'p.t. Cavanda 6 - Poco efficace bei suoi affondi rischia poco o nulla in fase difensiva.

Biava 7 - Tante chiusure importanti e salvataggi a sventare pericoli verso la porta di Berisha, con l'esperto centrale che si immola in più di un'occasione evitando grattacapi al proprio estremo difensore. Da applausi un suo recupero su Palacio nella ripresa, con l'argentino arginato a pochi metri da Berisha.

Dias 6,5 - Con Biava tiene bene in marcatura su Palacio non concedendo spazi all'argentino, facendo valere la sua forza fisica in area di rigore.

Radu 6 - Sulla fascia mancina regala il suo contributo senza strafare, limitandosi ad agire in fase difensiva.

Ledesma 6 - Reja gli affida nuovamente le chiavi della cabina di regia e lui risponde con la sua esperienza. La gestione dei ritmi di gioco è scolastica e priva di particolari spunti ad attivare gli avanti della sua squadra, con la stessa che però che riesce a beneficiare del suo ritorno in campo.

Gonzalez 6,5 - Torna il mastino apprezzato nella prima gestione Reja in perenne movimento a tutto campo, con la sua azione continua che garantisce protezione alla linea arretrata della squadra. Dal 62's.t. Onazi 6 - Battaglia in mezzo al campo offrendo una prestazione di quantità.

Candreva 6,5 - Sempre il più determinante nel dettare il cambio di passo della squadra, lo si ritrova in ogni azione pericolosa dei biancocelesti. Prezioso nel regalare l'assist vincente a Klose. Dal 88's.t. Ederson s.v.

Hernanes 6 - Manca la continuità di rendimento ma le sue giocate sono sempre spettacolari, come in occasione del lancio ad innescare il contropiede di Candreva.

Lulic 6,5 - Tra i beneficiari del ritorno di Reja sfiora prima il vantaggio sfruttando un'incomprensione tra Jonathan e Ranocchia, offrendo poi diversi suggerimenti interessanti ai compagni del reparto offensivo.

Klose 7 - Spesso ostaggio dei tre centrali di difesa dell'Inter, capitalizza al meglio l'unica palla giunta dalle sue parti con la girata forte e precisa che fa secco Handanovic.

Allenatore Reja 6 - La sua squadra si mostra tonica e attenta in difesa, mostrando buoni meriggi di miglioramento. Saggia la scelta di affidarsi ai suoi uomini di fiducia. 

INTER

Handanovic  6- Viene chiamato in causa spesso con interventi lontano dai propri pali, riuscendo a far valere il suo temperamento. Non ha colpe sul gol di Klose.

Ranocchia 5 - La dormita con Jonathan nel primo tempo è di quelle clamorose e rischia di propiziare il vantaggio firmato Lulic, con altre disattenzioni in fase di marcatura figlie del passo diverso con il bosniaco. Perde Klose in occasione del vantaggio della Lazio. Dal 83's.t. Zanetti s.v.

Rolando 6,5 - In alcune circostanze soffre la marcatura di Klose in piena area di rigore con il tedesco che riesce a prendergli il tempo, protagonista tuttavia di una prova priva dii particolari sbavature.

Juan Jesus 6,5 - Riesce spesso a far vincere la sua vivacità e la sua sapiente lettura delle azioni di gioco, protagonista di diversi ripiegamenti preziosi con diagonali puntuali.

Jonathan 5,5 - Soffre Lulic mostrandosi spesso disattento e poco sveglio in alcune situazioni di gioco, come in occasione del pasticcio con Ranocchia che per poco non porta al vantaggio firmato Lulic.

Alvarez 6 - Si muove in tutte le zone del centrocampo alla ricerca di palloni giocabili provando a ravvivare la manovra offensiva della squadra con le sue sterzate, non riuscendo però nel suo intento con le sue conclusioni che non centrano lo specchio della porta difesa da Berisha.

Cambiasso 6,5 - Il più preciso e puntuale in mezzo al campo riesce a smistare nel migliore dei modi il gioco della squadra, regalando iil suo contributo anche in fase di recupero della sfera di gioco.

Kuzmanovic 5 - Scolastico in fase di palleggio, troppo spesso corpo estraneo della manovra della squadra. Dal 60's.t. Kovacic 5 - Non un buon impatto per lui, mai entrato nel vivo della partita. 

Nagatomo 6 - Perde sistematicamente il confronto con Candreva che gli fa vedere le streghe, riuscendo però a far meglio in fase offensiva con la sua conclusione di testa in piena area di rigore neutralizzato da Berisha.

Guarin 5 - Si fa notare in campo soprattutto per il nervosismo palesato in campo che lo porta a ricevere un giallo nel primo tempo, forse eccessivamente disturbato dalle vicende di mercato e dal possibile futuro in Inghilterra. Dal 76's.t. Milito s.v.

Palacio 5 - Stretto nella morsa di Biava e Dias non riesce a pungere in avanti guardato a vista dei due centrali della Lazio, correndo spesso a vuoto per i pochi rifornimenti dalle sue parti.

Allenatore Mazzarri 5 - Pecca in fase di costruzione della manovra la sua formazione con tanti errori di precisione e spesso scelte azzardate, non riuscendo a cambiare mai il proprio ritmo per impensierire gli avversari.

Arbitro Damato 6 - Buona la sua direzione di gara, sempre vicino all'azione di gioco. Nel primo tempo giusta l'ammonizione su Dias, con l'intervento del brasiliano che blocca una ripartenza avversaria ma non da considerare da ultimo uomo vista la presenza di Radu nella stessa azione di gioco. 

TABELLINO

LAZIO-INTER   1-0

LAZIO (4-2-3-1): 1 Berisha; 29 Konko(Cavanda 15p.t.), 3 Dias, 20 Biava, 26 Radu; 24 Ledesma, 15 Gonzalez(Onazi 62's.t.); 87 Candreva(Ederson 88's.t.), 8 Hernanes, 19 Lulic; 11 Klose, A disposizione: 55 Guerrieri, 95 Strakosha, 2 Ciani, 5 Biglia, 7 Felipe Anderson, 14 Keita, 27 Cana, 85 Novaretti, 99 Floccari Allenatore: Edy Reja

INTER (3-5-1-1): 1 Handanovic; 23 Ranocchia(Zanetti 83's.t.), 35 Rolando, 5 Juan Jesus; 2 Jonathan, 11 Alvarez, 19 Cambiasso, 17 Kuzmanovic(Kovacic 60's.t.), 55 Nagatomo; 13 Guarin(Milito 76's.t.); 8 Palacio A disposizione: 30 Carrizo, 12 Castellazzi, 6 Andreolli, 7 Belfodil, 9 Icardi, 16 Mudingayi, 18 Wallace, 25 Samuel, 31 Pereira Allenatore: Walter Mazzarri

Arbitro: Damato

Marcatori: Klose(L) 80's.t.

Ammoniti: Dias(L), Guarin(I), Radu(L), Alvarez(I), Ledesma(L)




Commenta con Facebook