• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > PAGELLE E TABELLINO DI CATANIA-BOLOGNA

PAGELLE E TABELLINO DI CATANIA-BOLOGNA

Ritorno convincente per Lodi. Disastro Natali


Lodi (Getty Images)
Antonio Russo

06/01/2014 18:35

PAGELLE E TABELLINO CATANIA-BOLOGNA / CATANIA – Il Catania ritorna a far divertire i propri tifosi con un Lodi straordinario (assist e goal su rigore), male invece il Bologna. Pochi infatti i giocatori felsinei capaci di strappare la sufficienza quest’oggi, con un Natali a dir poco disastroso. Per gli etnei oltre al grande ritorno del folletto partenopeo vi è da registrare anche la buona prestazione del rientrante Bergessio che sembra completamente ripresosi dall’infortunio che l’aveva tenuto lontano dai campi negli ultimi mesi.

 

CATANIA

 

Frison 6,5 – Non è chiamato a grossi interventi anche perché il Bologna dalle sue parti si fa vedere poco, quando serve però da sicurezza alla squadra con qualche buona uscita, nel finale evita il goal della bandiera ai rossoblù.

 

Peruzzi 7 – Il ragazzino è da tenere sottocchio, per sua sfortuna è arrivato in terra etnea nell’anno sbagliato ma questo calciatore è davvero molto, molto interessante, difende in maniera diligente e in fase propositiva mostra buona tecnica, non a caso ha già saggiato la camiseta albiceleste. Se son rose fioriranno.

 

Rolin 6 – Parte molto bene, dimostrando grande padronanza del ruolo, sul tramonto della prima frazione di gioco commette una grave sbavatura consegnando la sfera all’attacco bolognese. Nel secondo tempo cresce e narcotizza bene la sfuriata bolognese.

 

Spolli 6,5 – Prestazione maestosa del centrale argentino che annichilisce gli attaccanti rossoblù con interventi precisi e tempestivi. Di testa è implacabile e in più di un’occasione sbroglia situazioni potenzialmente complicate, spesso si concede a qualche sortita offensiva con buoni riscontri.

 

Alvarez P. 6,5 – Sulla sua fascia spinge tanto e mette in crisi la difesa felsinea, è a tratti incontenibile e costringe Crespo a restare molto basso, intorno all’ora di gioco circa è costretto a lasciare il campo, causa infortunio. Dal 60’ Biraghi 6 – Il gioiellino azzurro entra e non far rimpiangere l’ottimo Alvarez di quest’oggi, non fa cose trascendentali ma non commette nemmeno sbavature. Bravo.

 

Izco 6 – Il capitano è tutto cuore e polmoni, corre tanto e recupera qualche buon pallone, in fase offensiva va spesso in appoggio ai compagni. Utile e generoso.

 

Lodi 7,5 – La sua partenza era stata pesantissima per il Catania che senza la sua luce sembrava aver perso quel gioco spumeggiante che negli ultimi anni l’aveva portato a ridosso delle big. Lui torna da figliol prodigo e trasforma immediatamente gli etnei, che ora con lui possono sperare nella salvezza. Orchestra la manovra in modo magistrale e da palla inattiva come sempre inventa occasioni da goal, sua la rete ammazza match su calcio di rigore, i rossoazzurri possono sorridere, il re è tornato. Dal 87’ Guarente s.v. -

 

Plasil 6,5 – Perenne spina nel fianco dei petroniani, il centrocampista ceco è un rullo compressore, corre tanto e i suoi inserimenti costringono agli straordinari i difensori rossoblù.

 

Barrientos 5,5 – Ha avuto sicuramente giornate migliori, probabilmente la squadra andava ad una velocità esagerata per lui che in più di un’occasione pecca d’imprecisione nella foga di voler star dietro ai compagni che oggi erano davvero incontenibili.

 

Bergessio 6,5 – Quanto è mancato al Catania questo giocatore, è probabilmente lui il migliore acquisto di Gennaio per gli etnei. Punto di riferimento per i fantasisti siciliani che finalmente hanno qualcuno con cui dialogare e perenne incubo per la difesa rossoblù.

 

Castro 6,5 – Fantasia, colpi di tacco, corsa e tanta spregiudicatezza, il fantasista etneo continua ad essere immarcabile, dialoga alla perfezione con i compagni, purtroppo è ancora poco concreto sotto porta dove spesso la voglia di segnare pregiudica la qualità del suo tiro. Dal 82’ Legrottaglie s.v. -

 

All. De Canio 6,5 – Il Catania è tornato, cartolina spedita a quelli che davano gli etnei per già spacciati, i siciliani probabilmente grazie ai nuovi/vecchi innesti di Lodi e Bergessio sembrano aver riacquistato quella condizione psico-fisica che li aveva portati solo un anno fa a ridosso delle zone nobili del nostro campionato. Se questo è il Catania, Livorno, Sassuolo, Bologna e Chievo possono ritornare a tremare.

 

BOLOGNA

 

Curci 6 – Qualche uscita avventata nel primo tempo ma non può nulla sulle reti dei siciliani. Il portiere in partite come queste può solo sperare di contenere il passivo. Impotente.

 

Antonsson 6 – In difesa è sicuramente il meno peggio, non commette grosse sbavature individuali ma un solo difensore buono non basta per tenere il Catania di quest’oggi. Lupo solitario.

 

Natali 5 – Dovrebbe essere il padrone incontrastato dei cieli etnei, invece spesso si fa trovare impreparato sulle palle alte, dove gli attaccanti del Catania hanno vita facile. Pioli probabilmente gli ha dato licenza d’impostare ma il più delle volte lui sparacchia la palla in avanti senza un come e un perché. Vede maglie rossoazzurre spuntare un po’ da per tutto e non ci capisce quasi nulla, probabilmente a fine partita gli girerà la testa.

 

Mantovani 5,5 – Passano cinquanta secondi e lui si fa subito ammonire, è spesso impreciso in fase di appoggio e si perde più di una volta gli attaccanti avversari. Dal 67’ Bianchi 5 – Pioli manda in campo tutte le punte nel disperato tentativo di riprendere il match ma come spesso è accaduto in questa stagione loro non fanno granché per pungere. L’ex-Torino è sempre più un oggetto misterioso.

 

Crespo 5 – Ubriacato di finte da Alvarez sbanda maledettamente su quella fascia concedendo troppo spazio ai siciliani che sul suo out fanno quello che vogliono.

 

Perez 5,5 – Gli anni passano anche per la diga uruguayana che oggi è sembrato il più delle volte lento ed impacciato, tanti i falli commessi ai danni degli avversari che in questo pomeriggio di sole sembravano avere tutt’altro passo.

 

Della Rocca 5 – Più o meno stesso discorso fatto per Perez, sempre troppo lento, sempre troppo impreciso. Il centrocampista bolognese non riesce a fare filtro davanti alla difesa e il più delle volte si fa prendere d’infilata dagli avversari.

 

Morleo 5,5 – Ha dinanzi un cliente complicato come Peruzzi che per di più è anche in giornata di grazia, in fase offensiva prova qualche giocata interessante, in difesa invece spesso sembra spaesato e con una parata da terra consegna il rigore chiudi partita al Catania.

 

Kone P. 6 – In assenza di Diamanti a lui vengono affidate le chiavi del gioco felsineo, il ragazzo ha buona tecnica ma non ha certo i piedi del fantasista della nazionale. Cerca di creare la superiorità numerica con qualche dribbling ma è poco assistito dalla squadra. L’unico che tenta di sovvertire l’inerzia del match sino alla fine ma non può molto da solo contro undici.

 

Moscardelli 5,5 – Non vede quasi mai palla e quelle poche volte che la tocca si precipita a riconsegnarla alla difesa etnea. Così non va, l’attacco del Bologna non esiste.

 

Cristaldo 5,5 – Tocca la palla con le mani più volte lui che il portiere Curci, stranamente il fiscale Orsato lo grazia. Nel primo tempo sui suoi piedi capita l’unica occasione degna di nota per il Bologna ma lui spreca tutto incespicando sul pallone. Dal 74’ Acquafresca 5,5 – Leggermente meglio di Bianchi, ma non basta a sovvertire il risultato, ne tantomeno a riaprire il match.

 

All. Pioli 5 – Se questo è il Bologna la serie B si avvicina, la squadra è sembrata lenta e spaesata contro un Catania che andava palesemente al doppio della velocità. Le lacune di questa rosa sono ormai palesi da tempo, serve almeno un attaccante importante da doppia cifra e un vice-Diamanti. Vedremo cosa porterà il mercato di Gennaio, per ora per Pioli c’è solo carbone nella calza.

 

Arbitro Orsato 6 – Molto fiscale, sembra quasi si diverta ad ammonire tutti i calciatori che gli passano davanti. La partita in realtà è molto maschia e il più delle volte i provvedimenti disciplinari presi dal direttore di gara sono corretti. Manca un giallo a Cristaldo per un tocco di mano, giusto invece il calcio di rigore concesso agli etnei anche se in quel caso manca l’ammonizione a Morleo. Piccole sbavature ma arbitraggio buono.

 

TABELLINO



CATANIA-BOLOGNA 2-0



CATANIA (4-3-3): Frison; Peruzzi, Rolin, Spolli, Alvarez P.(60’ Biraghi); Izco, Lodi(87’ Guarente), Plasil; Barrientos, Bergessio, Castro(82’ Legrottaglie). All. De Canio.

 

BOLOGNA (3-4-1-2): Curci; Antonsson, Natali, Mantovani(67’ Bianchi); Crespo, Perez, Della Rocca, Morleo; Kone P.; Moscardelli, Cristaldo (74’ Acquafresca). All. Pioli.

 

Arbitro: Daniele Orsato

 

Marcatori: 23’ Bergessio (C), 66’ Lodi (C)

 

Ammoniti: Mantovani (B), Perez (B), Rolin (C), Barrientos (C), Moscardelli (B), Spolli (C), Peruzzi (C), Della Rocca (B)

 

Espulsi:




Commenta con Facebook