• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > PAGELLE E TABELLINO DI GENOA-SASSUOLO

PAGELLE E TABELLINO DI GENOA-SASSUOLO

Bertolacci e Konate' inarrestabili. Pegolo l'ultimo ad arrendersi


Bertolacci (Getty Images)
Samuele Perotti

06/01/2014 18:20

 

PAGELLE E TABELLINO GENOA-SASSUOLO / GENOVA – Al Genoa basta un tempo per battere un Sassuolo che sembra essere ricaduto nella crisi di inizio stagione. Nelle file dei liguri i migliori sono Bertolacci e Konatè che con i loro inserimenti mandano in crisi la difesa ospite. Gilardino gioca per la squadra e sbaglia il secondo rigore, bene Mautalem di cabina di regia e De Maio in difesa. Opaca la prova di Biondini che mostra lacune sul piano atletico. Negli emiliani una prova super di Pegolo non basta di fronte alla pessima prestazione di tutto il reparto arretrato. Berardi è volenteroso ma troppo isolato, Marrone delude mentre Kurtic nella ripresa mette qualità e quantità al servizio della squadra.

GENOA

Perin 6,5 – Decisivo sul colpo di testa ravvicinato di Missiroli che consente al Genoa di mantenere il vantaggio.

De Maio 6,5 - Non fa rimpiangere Gamberini e si rende sempre pericoloso sui calcio piazzati a favore.

Manfredini 6 – Buono il suo apporto sia in fase offensiva che di copertura. Su di lui mister Gasperini può sempre contare.

Marchese 6 – Attento in marcatura, si fa vedere con una buona continuità in attacco soprattutto quando il Sassuolo spinge alla ricerca del goal.

Vrsaljko 6 – Il Genoa dalla sua parte non soffre mai complice una prova intelligente e l'aiuto di Biondini.

Biondini 5,5 – Non è al top fisicamente e si vede. Manca il suo apporto in fase propositiva; si limita a recuperare palloni

Matuzalem 6,5 – Prende per mano la squadra soprattutto in fase di impostazione. Troppo irruento nei contrasti ma sempre prezioso quando si tratta di accorciare la squadra.

Bertolacci 7,5 – Prezioso sia in copertura che in fase offensiva. Realizza il goal che spacca la partita. Da lui transitano tutti i palloni del Genoa. Dal 67' Cofie 6 - Entra quando la partita non ha più nulla da dire e non commette errori.

Antonelli 6,5 – Il ruolo di esterno alto esalta le sue caratteristiche. Attacca lo spazio con continuità e con un pizzico di furbizia si conquista il rigore che sblocca il risultato. Pegolo gli nega il meritato goal. Dal 88' Stoian sv.

Gilardino 6 – Lotta come un leone, crea gli spazi per gli inserimenti di Bertolacci e Konatè. Macchia la sua prestazione positiva con l'errore dal dischetto a risultato acquisito.

Konatè 7 – Grezzo da un punto di vista tecnico, mette in difficoltà gli avversari grazie alla sua velocità. Suo l'assist per il 2-0 di Bertolacci. Dal 75' Feftatzidis sv

All. Gasperini 6,5 – Memore di quanto accaduto con l'Atalanta, il Grifone punta a chiudere subito la partita. Alla sua squadra basta un tempo per ottenere i tre punti.

 

SASSUOLO

Pegolo 7 – Incolpevole sulle marcature del Grifone si esalta sulle conclusioni di Gilardino alla disperata ricerca della doppietta. Respinge al bomber di Biella il secondo penalty di giornata.

Antei 5 – Troppo spesso si fa trovare fuori posizione e perde tutti i duelli con gli avversari. Lento anche nel coprire le spalle ai compagni.

Bianco 4,5 – Prova disastrosa, sia con la difesa a tre che con quella a quattro. In velocità i genoani lo saltano continuamente e lui è costretto a ricorrere al fallo, come nel caso del secondo rigore di giornata.

Rossini 5 – Sempre in difficoltà quando Konatè lo sfida in velocità. Meglio nei duelli aerei ma non basta a garantirgli la sufficienza. Dal 46' Zaza 5,5 - Tanto movimento ma poche occasioni per mettersi in mostra.

Gazzola 5,5 – La sua ingenuità nel contrasto in area con Antonelli costa ai neroverdi lo svantaggio. Le continue folate dei liguri lo costringono a sacrificare la fase offensiva

Magnanelli 6 – Fa quello che può per arginare gli inserimenti dei centrocampisti avversari. Ordinato nel mantenere la posizione, soffre la superiorità numerica sulla trequarti.

Marrone 5,5 – Perde qualche pallone di troppo con la squadra in uscita, paga la vivacità degli avversari. Dal 46' Kurtic 6 - Gli unici spunti del Sassuolo partono dai suoi piedi. Prezioso anche in fase di interdizione.

Longhi 5,5 – Il Genoa sulle fasce fa quello che vuole. Soffre in difesa è ed impalpabile in attacco, dove non arriva mai sul fondo.

Berardi 5,5 – Qualche corsa a vuoto e tanta voglia di farsi vedere non bastano: la fase offensiva degli ospiti non può dipendere solo da lui.

Missiroli 6 – L'unica vera occasione del Sassuolo nasce da un suo inserimento. Sul suo colpo di testa ravvicinato Perin esalta i suoi riflessi.

Floro Flores 5 – La sua è una prestazione impalpabile. Il Sassuolo non riesce mai a giocar sulle fasce e lui non ha palloni giocabili. Dal 67' Farias 6 - Da alla manovra d'attacco un po' di vivacità.

All. Di Francesco 5 – Il Sassuolo non crea grosse occasioni e fin dalle prime battute sembra alle corde. Inefficace anche il cambio di modulo nella ripresa.

Arbitro: Gianluca Rocchi 6 – Chiamato ad una scelta difficile solo in occasione del primo rigore. Gestisce bene i cartelli gialli anche perché la partita non è particolarmente nervosa.

TABELLINO

GENOA-SASSUOLO

GENOA (3-5-2): Perin; De Maio, Manfredini, Marchese; Vrsaljko, Biondini, Matuzalem, Bertolacci (67' Cofie), Antonelli (88' Stoian); Gilardino, Konatè (75' Feftatzidis). Allenatore: Gasperini

SASSUOLO (3-4-3): Pegolo; Antei, Bianco, Rossini (46' Zaza); Gazzola, Magnanelli, Marrone (46' Kurtic), Longhi; Berardi, Missiroli, Floro Flores (67' Farias). Allenatore: Di Francesco.

Arbitro: Rocchi di Firenze

Marcatori: 27' Gilardino rigore (G), 45' Bertolacci (G).

Ammoniti: 22' Bianco (S), 35' Matuzalem (G), 35' Gilardino (G), 59' Missiroli (S), 69' Antonelli (G), 70' Longhi (S), 77' Antei (S).

Espulsi: -




Commenta con Facebook