• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > PAGELLE E TABELLINO DI NAPOLI-SAMPDORIA

PAGELLE E TABELLINO DI NAPOLI-SAMPDORIA

Mertens scatenato, Higuain ricama: gli azzurri escono indenni dalla temuta gara post-vacanze, ma che sfortuna la Samp!


Mertens e Higuain decisivi (Getty Images)
AntonioPapa (Twitter: @antoniopapapapa)

06/01/2014 15:49

PAGELLE E TABELLINO DI NAPOLI-SAMPDORIA / NAPOLI - Firenze chiama, Napoli risponde. Lo fa in una partita meno semplice di quanto sembri, contro una Sampdoria che fino al vantaggio azzurro chiude bene gli spazi e prova spesso a ripartire. Poi salgono in cattedra Higuain e Mertens e sono dolori. La Samp si fa vedere in avanti ma è sfortunatissima: una traversa e un (doppio) palo negano a Mihajlovic e ai suoi la gioia del gol. 



NAPOLI
Rafael 6,5 - Sicuro nelle uscite, attento fra i pali. Neutralizza ogni occasione pericolosa senza patemi, e quando ne ha ci pensano i legni a dargli una mano. Bravo e fortunato. 


Maggio 6,5 - Bene in copertura, oggi riesce a farsi vedere più spesso anche in appoggio all'ala.

Fernandez 6,5 - Lo sgusciante Eder non è il più leggibile dei clienti, eppure lui si disimpegna al meglio perdendolo di vista molto raramente, fortunatamente senza danni.

Albiol 6 - Un paio di movimenti che lasciano perplessi, come quando Sansone lo manda a spasso prima di centrare quel doppio palo che fa tremare Benitez. Comunque tiene botta.

Reveillere 6 - Benitez lo toglie per avere più spinta sulla sinistra, visto che lui sembra troppo preoccupato di tenere a bada Gabbiadini. (Dal 3' st Armero 6 - Il suo ingresso dà quelle bollicine che oggi c'erano a destra ma mancavano a sinistra. Eppure i maggiori problemi per Rafael nascono dalla sua parte. segno che la fase difensiva non è all'altezza di quella offensiva).

Dzemaili 6,5 - Il tiro oggi non è impeccabile, ma non dovrebbe essere questo il suo lavoro. Per il resto riesce a ricucire bene anche le voragini aperte talvolta da Inler, formando con il compagno una coppia che a conti fatti si bilancia. 

Inler 5,5 - Non ci siamo. Troppi appoggi elementari sbagliati, segno di una scarsa tranquillità mentale dovuta alle tante voci di mercato che lo riguardano, indirettamente e ora anche direttamente. A tratti ordinato, ma quando perde la bussola rischia di fare parecchio male ai suoi.

Callejon 6,5 - Meglio quando parte più largo a destra, comunque il modo per rendersi pericoloso lo trova sempre. Peccato per quell'inserimento senza fortuna sul tracciante di Higuain, sarebbe stato un gol bello quasi quanto quello con la Fiorentina. (Dal 38' st Radosevic sv)

Mertens 7,5 - Dicevano che segnava poco, eppure i mezzi per andare a bersaglio li ha tutti. Devastante negli spazi larghi, mortifero in quelli stretti. Un bel piedino sui calci piazzati e un insolito fiuto in occasione del tap-in che sblocca il risultato. Se di solito è esplosivo oggi lo è anche di più.

Insigne 5.5 - Non gioca male, ma lo zero nella casella dei gol inizia a farsi pesante anche per lui. Oggi la palla per sbloccarsi se la trova servita su un piatto d'argento e riesce a sprecarla malamente. Attenzione, perché il topolino che c'era nella stanza sta diventando un elefante.

Higuain 7 - Tre istantanee della sua partita: la mezzaluna d'esterno che Callejon manca di un soffio, l'assist a Mertens dopo una fuga sensazionale sulla sinistra e quel colpo di tacco geniale a liberare lo stesso Mertens, che poi apre largo per Insigne. Se non fa il centravanti fa il rifinitore, ed è incredibile non riuscire ancora a capire in quale veste piaccia di più. (Dal 31' st Duvan sv)

All. Benitez 6,5 - C'è sempre timore per queste prime uscite dopo le vacanze. Dubbi scacciati via dopo un match non brillantissimo ma giocato con cinismo e sicurezza nei propri mezzi. Anche nel primo tempo, quando il gol non voleva arrivare, il Napoli è sempre sembrato convinto di farcela. Ma del resto i problemi di solito sono dietro, non lì davanti. 

SAMPDORIA 

Da Costa 5,5 - La punizione di Mertens è precisa ma non irresistibile, si fa infilare da un lob poco angolato. Più attento in altre occasioni, come nel primo tempo quando fa un vero e proprio miracolo su Higuain.

De Silvestri 6 - Insigne gli va via raramente, anche se in qualche occasione qualche interpretazione un po' "allegra" della diagonale mette a dura prova le coronarie dei suoi tifosi e dell'allenatore. Ma non sfigura.

Mustafi 6 - Il fallo di mano che dà origine alla punizione-gol di Mertens era inevitabile, che altrimenti il belga sarebbe andato dritto in porta. Per il resto vive una giornata naturalmente non semplice, ma il più delle volte ne esce a testa alta.

Gastaldello 5,5 - In ritardo su Mertens quando il 14 azzurro va ad infilare per la prima volta Da Costa. Un errore che pesa molto sul risultato.

Regini 5,5 - Dal suo lato si allarga Higuain, affonda Mertens, a volte si propone anche Callejon. Giornata da capogiro, ne esce dignitosamente ma non esente da colpe. (Dal 27' st Costa sv)

Palombo 6 - Ordine e sostanza in mezzo al campo, uno splendido pallone filtrante a metà primo tempo per Krsticic, che però spreca in malo modo.

Obiang 5,5 - Coriaceo come un muro d'ebano, nel disimpegno però è spesso impreciso, con qualche passaggio a vuoto che mette in seria difficoltà la difesa. forse non si è ancora abituato al nuovo modulo, del resto erano anni che giocava sempre a tre centrali.

Gabbiadini 6 - La gioia del gol gliela nega la traversa, che si frappone fra la rete e quel missile "Gabbiadini-style" dopo essersi accentrato bene. E' l'unico sussulto di una prestazione da predatore, pronto a sfruttare errori avversari che per sua sfortuna arrivano molto di rado.

Krsticic 5,5 - Ha sul piede il pallone per sbloccare il risultato, ma lì si palesa tutto il suo non essere attaccante: dribbla il portiere e incespica sul pallone, perdendo l'attimo vincente. Resta comunque prezioso il suo lavoro di raccordo con la linea mediana. (Dal 32' st Pozzi sv)

Soriano 5,5 - Il gol lo segna pure, ma era in fuorigioco. Poi non incide tantissimo sulla partita, sarà anche forse perché parte largo a sinistra, che non è propriamente la sua posizione ideale. (Dal 20' st Sansone 6 - Arriva vicinissimo al gol con un diagonale da biliardo, che prende due pali prima di allontanarsi dalla linea. Oggi la porta del Napoli sembrava quasi stregata).

Eder 5,5 - Si muove tantissimo, cerca di mandare per campi il diretto marcatore, ma gli dice male. Va vicino alla rete nel primo tempo da distanza ravvicinatissima, ma spedisce oltre la traversa.

All. Mihajlovic 6 - E' vero, perde 2-0, ma la sua Samp non dispiace per nulla. Fino al gol la gara è anche abbastanza equilibrata, e anzi i suoi vanno anche spesso vicini al gol. Poi è punito dai pali e dalla traversa. Forse troppo, almeno il gol la Doria lo meritava.

Arbitro Banti 6 - Buona la chiamata sul gol annullato alla Samp al 14' pt, il fuorigioco c'era tanto che i doriani non protestano neppure. Bene anche sul rigore reclamato da Mertens, mentre ci sarebbe da discutere qualcosa sul fallo in area di Armero su Regini. L'unica vera pecca, comunque, è forse un ricorso un po' schizofrenico al cartellino.

 

NAPOLI - SAMPDORIA 2-0

Napoli (4-2-3-1) - Rafael; Maggio, Fernandez, Albiol, Reveillere (3' st Armero); Inler, Dzemaili; Callejon (39' st Radosevic), Insigne, Mertens; Higuain (32' st Zapata). A disp.: Colombo, Contini, Uvini, Britos, Bariti, Pandev. All. Benitez.

Sampdoria (4-2-3-1) - Da Costa; De Silvestri; Mustafi, Gastaldello, Regini (26' st Costa); Obiang, Palombo; Gabbiadini, Soriano (21' st Sansone), Krstcic (32' st Pozzi); Eder. A disp.: Fiorillo, Rodriguez, Salamon, Renan, Castellini, Bjarnason, Berardi, Maresca, Wskolek. All. Mihajlovic

Arbitro: Luca Banti.

Marcatori: 8' st Mertens (N), 17' st Mertens (N).  

Ammoniti: Obiang (S), Regini (S), Mertens (N), Higuaìn (N), Mustafi (S), Zapata (N).




Commenta con Facebook