• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Juventus > Juventus-Roma, Del Piero: "Bel passo avanti se i bianconeri vincono. E dico di puntare sull'

Juventus-Roma, Del Piero: "Bel passo avanti se i bianconeri vincono. E dico di puntare sull'Europa League"

L'ex capitano bianconero: "Mi diverto ancora come 20 anni fa"


Alessandro Del Piero (Getty Images)
Marco Di Federico

03/01/2014 08:21

JUVENTUS ROMA DEL PIERO / SYDNEY (Australia) - Di gare contro la Roma ne ha giocate tantissime, anche importanti come quelle di domenica. Dalla lontana Australia Alessandro Del Piero guarda con grande affetto alle sorti della "sua" Juventus, che vincendo contro i giallorossi farebbe un bel salto avanti verso il 3° titolo di fila. "Per me è sempre stata una grande sfida, difficile sceglierne una. - le parole dell'ex capitano bianconetro a 'La Gazzetta dello Sport' - Direi comunque quella di Coppa Italia allo 'Stadium' (24-1-2012). Abbiamo vinto e ho realizzato il mio primo gol lì, centrando l'obiettivo di segnare con la maglia bianconera in quattro stadi diversi. Credo tantissimo nel valore della squadra bianconera, mi è dispiaciuto per l'eliminazione dalla Champions League ma ora c'è l'Europa League che non va snobbata. E non solo perché la finale si giocherà allo Juventus Stadium. Qualunque risultato domenica non sarà determinante. Certo, se vince la Juve sarà un bel passo avanti. Totti? É un grande campione ed è fondamentale per la Roma dentro e fuori dal campo".

FUTURO "Mi diverto come 20 anni fa. Come 30 anni fa. Forse, in mezzo, c'è stato qualche momento in cui mi sono divertito di meno. Ma non oggi. Sognare non basta, ma l'ambizione e la voglia di vincere, quasi un'ossessione per me, sono il motore fondamentale che ti spinge a dare il massimo. Il mondo, però, è pieno di sognatori che poi smettono di sognare quando c'è da sudare... Questo errore non l'ho mai commesso. Io non ho ancora deciso se smettere alla fine del 2014. Pensavo di arrivare a questo punto con le idee più chiare, ma non è ancora il momento di prendere decisioni. Non riesco a farlo ora, nel pieno di una stagione, con tutti gli obiettivi da raggiungere. Ne dobbiamo riparlare tra qualche mese. Dipenderà soprattutto dalla testa. Ho scelto di rimandare la decisione per la mia totalizzante concentrazione sul campo, sul Sydney, sui play-off da raggiungere e onorare. Di qui in avanti, il mio cervello e il mio cuore raccoglieranno le informazioni necessarie per scegliere". 




Commenta con Facebook