• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Serie A > Serie A, ecco chi vince lo scudetto dei bilanci

Serie A, ecco chi vince lo scudetto dei bilanci

Tra le big, e' il Napoli la societa' piu' virtuosa: sette 'utili' di fila



02/01/2014 11:05

SERIE A SCUDETTO BILANCIO NAPOLI / MILANO - Col mercato di gennaio pronto ad entrare nel vivo, 'La Gazzetta dello Sport' propone oggi un'analisi dei bilanci delle 'big' della Serie A. A vincere questo speciale 'scudetto' è il Napoli: l’ultimo bilancio degli azzurri, relativo al 2012-13, si è chiuso con un utile di 8 milioni. La stessa musica per sette stagioni di fila, cioè da quando Aurelio De Laurentiis si è affacciato per la prima volta alla Serie B alla guida del club partenopeo. Il Napoli ha inanellato profitti per 52 milioni, finiti tutti tra le riserve del patrimonio netto. Come la Fiorentina, il club azzurro evita il ricorso al credito delle banche, anche sotto forma di anticipi dei contratti con tv e sponsor.

La Lazio, nell’era Lotito, ha sempre fatto quadrare i conti: in nove anni 7 volte in attivo e due sole in perdita. La stessa Fiorentina ha chiuso con un milione di utile l’esercizio al 31 dicembre 2012 e dovrebbe fare pareggio anche nel 2013. Per il Milan, la cura dimagrante negli stipendi si riverbererà sul bilancio 2013 consentendo un’altra annata in sostanziale equilibrio. È sulla strada buona la Juventus (da -95 a -49 a -16) anche se questa stagione dovrà andare fino in fondo all’Europa League per attutire i danni della Champions.

In ritardo la Roma: 40 milioni di perdite nel 2012-13 e ben 130 bruciati in tre esercizi. In casa Inter, Thohir ha messo in preventivo due stagioni di sofferenza. Il bilancio consolidato 2012-13 ha registrato un rosso di 81 milioni e non andrà molto meglio quest’anno.

S.D.




Commenta con Facebook