• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Inter > Calciomercato Inter, Angelomario Moratti: "Guarin potenziale grande giocatore. Lavezzi e Lamela

Calciomercato Inter, Angelomario Moratti: "Guarin potenziale grande giocatore. Lavezzi e Lamela..."

Il vicepresidente analizza i colpi nerazzurri in entrata e in uscita


Lavezzi (Getty Images)
Silvio Frantellizzi (Twitter: @SilFrantellizzi)

02/01/2014 08:18

CALCIOMERCATO INTER ANGELOMARIO MORATTI GUARIN LAMELA LAVEZZI/ ROMA - Angelomario Moratti, vicepresidente dell'Inter e figlio di Massimo Moratti rimasto in società come presidente onorario dopo aver passato il testimone ad Erick Thohir, ha concesso una lunga intervista a 'La Gazzetta dello Sport' nella quale ha parlato delle strategie di mercato dei nerazzurri. "Dove vedo Guarin a fine gennaio? Per rispondere come mio padre o Thohir dico che per il mercato rispondono gli uomini mercato - ha dichiarato Angelomario Moratti - questo vale anche per Lavezzi, Lamela e tutti quelli di cui si parla in questi giorni. Guarin lo vedo come un potenziale grande giocatore ma deve capire la responsabilità di caricarsi i compagni sulle spalle come ha fatto nel derby e a Napoli".

Angelomario spiega anche il ruolo di Mazzarri nella rinascita intersista: "Con lui un progetto il più lungo possibile: è un tecnico che piace perché è totalmente focalizzato su quello che fa. E’ importante che la squadra segua l’allenatore e che l’allenatore confidi nei giocatori che ha: è su queste basi che verranno fatte le prossime scelte di mercato. Parlare di anno zero può essere fuorviante: puntare in alto è un dovere, anche per motivare nel modo giusto la squadra. Ma è un dovere anche parlare chiaramente ai tifosi: l’aspettativa è tornare ai nostri livelli, ma con tempi e una progettualità diversa, che abbia uno sviluppo negli anni e non a breve termine. E per esigere pazienza, bisogna comunicare in modo chiaro: questo è quello che ha chiesto Mazzarri ".




Commenta con Facebook