• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > News > Calciomercato 2014, tra cessioni ed acquisti: ecco le strategie delle squadre di A

Calciomercato 2014, tra cessioni ed acquisti: ecco le strategie delle squadre di A

Le 20 formazioni della massima serie affilano le armi in attesa dell'apertura della finestra invernale


Cassano, classe '82 (Getty Images)

01/01/2014 12:02

CALCIOMERCATO SERIE A FINESTRA INVERNALE / ROMA - Mancano poche ore all'apertura della sessione di calciomercato invernale. Squadra per squadra, ecco il punto su tutte le mosse in entrata e in uscita dei club di Serie A.

 

ATALANTA - La finestra di mercato invernale nerazzurra si aprirà con l'arrivo in difesa di Benalouane dal Parma. A centrocampo, l'obiettivo numero uno sembra essere Hallfredsson del Verona, ma la concorrenza è folta. Tante le pretendenti per German Denis (Lazio in testa) ma difficilmente il club orobico si priverà di lui a gennaio. Più probabile, invece, la partenza di Livaja (piace al Catania e al Genoa).

BOLOGNA - Si prepara ad una vera e propria rivoluzione in attacco il Bologna con Bianchi ed Acquafresca in uscita. Il primo potrebbe essere usato come contropartita per arrivare a Paloschi, ma è conteso anche da Catania, Livorno e Sampdoria, il secondo volerebbe a Livorno in cambio di Emeghara. Il Torino punta con decisione su Kone e Gimenez prepara le valigie: futuro in Uruguay. In mediana si valutano Bacinovic e l'ex Mudingayi, mentre la suggestione, quasi impossibile, è il ritorno di Gaston Ramirez.

CAGLIARI - Liberi tutti: Massimo Cellino ha aperto alla cessione dei big del Cagliari. In uscita ecco allora Nainggolan (Juventus e Inter) e Astori (estero?). In uscita anche Agazzi e Ariaudo con il contratto in scadenza a giugno e finiti fuori squadra. In entrata, ormai tutto fatto per il brasiliano Adryan e occhi su Luiz Antonio, centrocampista del Flamengo. In attacco si pensa a Mancosu del Trapani.

CATANIA - La salvezza del club etneo passa dal mercato invernale e dai piedi di Francesco Lodi, che rientrerà alla base dopo la deludente esperienza a Genova. Sempre dal Genoa potrebbe arrivare Bertolacci ma il sogno rossazzurro è Piatti. In attacco, Maxi Lopez è in partenza: tra i possibili sostituti dell'argentino spiccano i nomi di Floccari e Livaja.

CHIEVO VERONA – Sarà un mercato concentrato sugli scambi per i veneti. In attacco attenzione alla possibile cessione di Paloschi: al suo posto potrebbe arrivare uno tra Bianchi e Marilungo. In difesa Dainelli ha corteggiatori in Giappone, mentre in entrata potrebbe esserci il ritorno di Andreolli; piace anche Medjani (Monaco). Infine a centrocampo nel mirino c'è Gentsoglou (Sampdoria).

FIORENTINA – Un rinforzo in difesa: la Fiorentina cercherà di sfruttare il mercato di gennaio per mettere al sicuro la retroguardia di Montella. Il sogno è Vidic del Manchester United, ma si seguono anche le piste che portano a Burdisso, Criscito e Kaboul. Per il portiere possibile che tutto venga rimandato a gennaio con Neto confermato tra i pali anche nella seconda parte di stagione. In uscita Alonso (già ufficiale al Sunderland), in partenza anche Iakovenko e Vecino.

GENOA - Solito fermento in casa rossoblu dove dopo Lodi e Ze Eduardo dovrebbe partire anche Antonelli, destinazione Napoli. Le piste Buttner e Peluso restano molto complicate, mentre si scalda l'ipotesi Marquinho. In mezzo si seguono Mudingayi e Acquah ed in attacco Barreto che potrebbe arrivare in cambio di Calaiò. Il sogno, invece, si chiama Giovinco.

INTER - Prima si vende, poi si reinveste. Chiaro, da tempo, il diktat del mercato nerazzurro. Il sacrificato eccellente della sessione invernale potrebbe essere Guarin, corteggiato soprattutto dal Chelsea, ma occhio anche a Ranocchia. Con le valigie pronte, invece, Mudingayi, Pereira e Kuzmanovic, mentre Andreolli è conteso dalle veronesi e dal Sassuolo e Belfodil potrebbe finire in prestito. In entrata si raffreddano le piste Nainggolan, Lavezzi e Lucas, mentre salgono le quotazioni di Mata e Lamela, con il secondo il leggero vantaggio. Sugli esterni torna di moda Basta e spunta De Ceglie con il nome di Ansaldi che resta sempre caldo.

JUVENTUS - Passa dalle cessioni il mercato bianconero che proverà a piazzare De Ceglie in prestito, mentre Vucinic fa gola soprattutto in Premier e Quagliarella piace anche a Lazio e Sampdoria. Biabiany resta il sogno di Antonio Conte con Nani sempre distante e la nuova suggestione Ocampos in  alternativa a Menez, obiettivo prioritario della dirigenza juventina.

LAZIO - Il primo colpo del mercato d'inverno in casa Lazio è il ritorno di Edy Reja sulla panchina biancoceleste. Col cambio di guida tecnica, appare scongiurato un possibile addio di Hernanes mentre diverso potrebbe essere il destino del suo connazionale Andre Dias: piace a Sampdoria, Verona e San Paolo. In difesa può arrivare dal Napoli Paolo Cannavaro mentre in attacco le piste più calde portano a Djordjevic (già bloccato per giugno) e a Quagliarella.

LIVORNO - Le mosse in entrata e in uscita del Livorno a gennaio dipenderanno dalla permanenza di Nicola sulla panchina amaranto. Tante le pretendenti per Paulinho, ma il club toscano per raggiungere la salvezza ha bisogno dei gol del suo bomber. Può partire invece Emeghara, che lascerebbe il posto in rosa a Robert Acquafresca. Il Livorno cerca poi rinforzi sulle corsie esterne: piacciono Mesbah, Molinaro e Peluso. Da decidere, infine, il destino di Ruben Botta (in prestito dall'Inter).

MILAN - Dopo gli arrivi di Honda e Rami la priorità del mercato rossonero è vendere. In uscita Gabriel, Vergara e Zaccardo, mentre l'infortunio di El Shaarawy blocca Robinho, sempre nel mirino del Santos, e la posizione di Nocerino resta legata al possibile arrivo di Nainggolan.  D'Ambrosio resta in pole per la fascia, ma dalla Spagna rimbalza il nome di Coentrao che sarebbe stato offerto dal Real. Allarme rientrato, invece, per Balotelli con Raiola e la dirigenza rossonera che hanno smentito ogni mal di pancia.

NAPOLI - Difesa e centrocampo, questi i reparti dove interverrà il Napoli a gennaio. Per il pacchetto arretrato i nomi caldi sono quelli di N'Koulou e Agger, mentre a centrocampo si punta su Gonalons. Benitez sogna Mascherano ma difficilmente l'affare andrà in porto, almeno a gennaio. Capitolo cessioni: Vargas e Uvini andranno al Santos, mentre Cannavaro aspetta la chiamata di uno dei suoi ex allenatori, Reja e Mazzarri, per dire addio agli azzurri. Valigie pronte anche per Armero se dovesse concretizzarsi l'arrivo di Antonelli dal Genoa.

PARMA - Cassano e Parolo: il mercato di gennaio dei 'ducali' dipende in gran parte dalla permanenza dell'attaccante barese (in odor di ritorno alla Sampdoria) e del centrocampista (piace soprattutto a Milan e Roma). In partenza anche Benalouane (verso l'Atalanta) e Valdes (destinazione Colo Colo). Tra i possibili nomi in entrata spicca quello dello svincolato Giandonato.

ROMA - Se la Roma vorrà davvero dare filo da torcere alla Juventus capolista per lo Scudetto, avrà bisogno di rinforzi importanti a gennaio. In difesa, molto dipenderà dal possibile addio di Burdisso: il sostituto dell'argentino non sarà però Heitinga, destinato alla Premier League. Sulle corsie esterne, nei giorni scorsi si è complicato l'arrivo di D'Ambrosio dal Torino: le piste alternative portano a Buettner, Corchia e Ghoulam. Il 'colpo ad effetto' può arrivare a centrocampo: Nainggolan, Parolo e Capoue i nomi sul taccuino di Sabatini. In attacco, si lavora all'arrivo dal Barcellona B di Antonio Sanabria. C'è Borriello in partenza.

SAMPDORIA - Fioccano le smentite, ma il ritorno di Antonio Cassano nella città della Lanterna è più di un'idea. L'alternativa è un altro gradito ritorno: quello di Fabio Quagliarella (richiesto da Mihajlovic). Nomi suggestivi anche per il reparto arretrato: per la porta piace Julio Cesar, in difesa spiccano i nomi di Burdisso e Dias.

SASSUOLO - Salvezza in bilico anche per i neroverdi: a gennaio urgono rinforzi, soprattutto in difesa. Nel mirino del Sassuolo vi sono Andreolli, Ariaudo, Dias, Gamberini e Peluso.

TORINO - In casa granata attendono di conoscere il destino di Danilo D'Ambrosio, in scadenza di contratto e nel mirino di Inter, Milan e Roma. Nel caso partisse con sei mesi d'anticipo, il Toro potrebbe mettere le mani su alcune contropartite eccellenti (Constant, Nocerino, Caprari, Marquinho, Nico Lopez...). Per la trequarti piace Kone del Bologna. In attacco, malgrado le smentite, circola con insistenza il nome di Sebastian Giovinco.

UDINESE - Porte girevoli in casa Udinese a gennaio: via Merkel e Ranegie (Watford), Maicosuel (Corinthians) e forse Badu (c'è il Liverpool). In entrata un tris di sudamericani: Alexis Zapata, Aranguiz e Vidales.

VERONA – Jorginho e Iturbe: sarà concentrato soprattutto sulle vendite il mercato del Verona. La rivelazione del campionato starà alla finestra in attesa dell'occasione giusta per offrire un rinforzo a Mandorlini (si parla di Dias della Lazio) e aspetterà le offerte per i due gioielli. Iturbe sembra destinato alla Roma, Jorginho piace a Fiorentina e Milan (ma non solo), entrambi però non lasceranno il Veneto prima di giugno. In uscita anche Bianchetti e Longo, seguiti dallo Spezia.




Commenta con Facebook