• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > PAGELLE E TABELLINO DI CROTONE-PALERMO

PAGELLE E TABELLINO DI CROTONE-PALERMO

Hernandez e Lafferty permetto ai rosanero di sbancare l'Ezio Scida. Dezi illude la formazione di Drago


Kyle Lafferty(Getty Images)
Giorgio Elia

29/12/2013 17:51

PAGELLE E TABELLINO DI CROTONE-PALERMO/CROTONE - Allo stadio 'Ezio Scida' il Palermo supera per 2-1 il Crotone nella ventunesima giornata del campionato cadetto. Hernandez e Lafferty regalano il successo ai rosanero che centrano così il titolo di campione d'inverno chiudendo il girone d'andata in testa. Nuova sconfitta per la formazione di Drago che non riesce così ad alzare la testa dopo la battuta d'arresto nel turno precedente con il Trapani.

CROTONE

Gomis 6 - Non ha responsabilità sulle due reti degli avversari.

Suagher 6 - Compito arduo quello di sostituire Del Prete con un paio di buone iniziative in avanti sulla fascia destra, mostrando anche una buona diligenza in fase difensiva. Dal 60's.t. Matute 6 - Lavora soprattutto in fase di non possesso.

Abruzzese 6,5 - Più attento e preciso nelle chiusure di Ligi, tiene bene nel confronto diretto con Hernandez.

Ligi 5,5 - Soffre la rapidità di Hernandez nelle situazioni di uno contro uno con la punta uruguaiana, non brillando neppure nel confronto fisico con Lafferty.

Mazzotta 6 - In sofferenza a tratti su Morganella commette qualche errore di troppo nel palleggio, perdendo Hernandez nell'azione della rete dell'uruguaiano. Quando spinge è comunque una dolorosa spina sul fianco del Palermo.

Cataldi 6,5 - Buona la sua intraprendenza nel far guadagnare metri alla sua squadra palla al piede e nel dettare il pressing sugli avversari, non disdegnando la via delle rete personale con conclusioni dalla distanza.

Crisetig 6,5 - Gestisce bene i ritmi della manovra in mezzo al campo mettendo spesso ordine nella zona nevralgica del campo, avanzando il proprio raggio d'azione in più di un'occasione per provare a supportare il gioco delle punte.

Dezi 7 - Si inserisce spesso in area di rigore avversaria facendosi notare per un colpo di testa debole nel primo tempo e per uno ben più insidioso nella ripresa, provando a impensierire Ujkani anche con tentativi dalla distanza. Aggiusta la mira nella ripresa con la rete che accorcia le distanze.

De Giorgio 6,5 - I suoi tagli verso l'area di rigore avversaria regalando una buona alternativa al gioco offensivo della sua squadra, con una sua buona conclusione dalla distanza neutralizzata da una parata in tuffo di Ujkani. Dal 68's.t. Bernardeschi 5,5 - Si fa notare per diagonale debole ma nulla di più. 

Pettinari 6 - Ingabbiato dai tre centrali avversari lavoro bene spalle alla porta nell'offrire sponde interessanti ai compagni di reparto, non riuscendo però a fare sentire il suo peso dalle parti di Ujkani. Dal 80's.t. Ishak s.v.

Bidaoui 6,5 - Tra i più ispirati in avanti cerca sempre la giocata nell'uno contro uno con il diretto avversario, regalando qualche suggerimento interessante mal sfruttanti dai compagni del reparto avanzato.

Allenatore Drago 6,5 - Il grande merito dei suoi ragazzi è quello di tornare subito in partita dopo il raddoppio ospite, non demordendo e senza disunirsi. 

PALERMO

Ujkani 7 - Buoni gli interventi in uscita e su De Giorgio nel primo tempo, superlativo quello su Dezi nel secondo che regala l'occasione alla sua squadra di portarsi poi sul 2-0 con Lafferty.

Munoz 6,5 - Torna dalla squalifica e la squadra ne guadagna in solidità e sicurezza del reparto arretrato, sempre molto concentrato in ogni intervento fa valere le sue doti nel gioco aereo.

Terzi 6 - Alterna buoni interventi a ritardi nelle diagonali difensive, riuscendo comunque a far valere la usa esperienza al centro del trio difensivo della squadra.

Andelkovic 6,5 - Prestazione ordinata da parte dello sloveno sempre molto essenziale e pulito nei suoi interventi, non lascia nulla all'avversario di turno. Prezioso in area di rigore avversaria nel far valere i suoi centimetri, come in occasione dell'assist fornito ad Hernandez per l'1-0 rosanero.

Morganella 6 - Conferma il buon momento offrendo una buona prestazione dopo la rete del successo siglata nell'ultimo turno contro la Ternana. In crescita nei ripiegamenti difensivi, regala un paio di spunti interessanti anche in fase di spinta riuscendo bene a liberarsi al cross peccando però in più di un'occasione in precisione.

Bolzoni 6,5 - Il solito inesauribile apporto in mezzo al campo in continuo movimento a caccia di palloni da offrire ai propri compagni, con l'ammonizione rimediata nel primo tempo che solo in parte ridimensiona il suo rendimento. Sarà pesante la sua assenza alla ripresa con il Modena, con il giallo rimediato che non gli permetterà di scendere in campo al Barbera per squalifica.

Verre 6 - Torna titolare davanti alla difesa offrendo una prova tra luci e ombre. Chiare le sue idee e la sua capacità di palleggio in fase di impostazione, viene intercettato in un paio di circostanze al momento del passaggio decisivo perdendo qualche pallone insidioso. Il suo apporto nel metter ordine in mezzo al campo è comunque prezioso, con margini di crescita nell'interpretazione di quel ruolo per il giovane centrocampista rosanero. Dal 78's.t. Ngoyi s.v.

Barreto 6,5 - Il capitano torna e fa valere la sua grinta in mezzo al campo intercettando un buon numero di palloni in mezzo al campo. Conferma i suoi progressi stagionali nella battuta dei calci da fermo, come in occasione del corner da lui battuto dal quale nasce la rete di Hernandez. Partecipa anche all'azione del 2-0 con il buon pallone offerta a Lafferty per la botta precisa di destro.

Pisano 5,5 - Non viene tirato in causa con frequenza dalla squadra che gioca soprattutto dal lato di Morganella, con la sua partita contraddistinta da un atteggiamento accorto e orientato al supporto dell'azione difensiva di Andelkovic. Tarda l'uscita in occasione della rete di Dezi, mantenendo in gioco il centrocampista del Crotone, riuscendo a riscattarsi solo in parte qualche minuto dopo con una gran chiusura su De Giorgio.

Lafferty 7,5 - Si spende tanto in avanti in fase di non possesso nell'aggredire i difensori avversari in possesso del pallone, realizzando un gran gol nella ripresa con una conclusione forte e precisa che regala il raddoppio alla sua squadra. Dal 86's.t. Dybala s.v.

Hernandez 6,5 - L'uruguaiano riesce subito a metter il pallone in rete e viene così galvanizzato dalla marcatura realizzata, mostrando stavolta una buona determinazione in campo anche nel provare a riconquistare la sfera di gioco in possesso degli avversari. Una prova che lascia ben sperare in vista della ripresa del campionato. Mercato permettendo.

Allenatore Iachini  6,5 - La sua squadra forse concede troppo nella ripresa arretrando troppo il suo raggio d'azione dopo la rete di Dezi, mostrando comunque nel complesso un buon atteggiamento su un campo difficile.

Arbitro  Di Bello 5,5 - Non perfetta la sua gestione dei cartellini, con un rosso per Bidaoui che manca per una gomitata a palla lontana su Lafferty da parte della punta del Crotone nella prima frazione di gioco. 

TABELLINO

CROTONE-PALERMO   1-2

CROTONE: Gomis; Suagher(Matute 60's.t.), Abruzzese (cap.), Ligi, Mazzotta; Cataldi, Crisetig, Dezi; De Giorgio(Bernardeschi 68's.t.), Pettinari(Ishak 80's.t.) Bidaoui. A disp.: Secco, Prestia, Galardo, Cremonesi, Torromino, Pasqualini. All.: Massimo Drago.

PALERMO: Ujkani; Munoz, Terzi, Andelkovic; Morganella, Bolzoni, Verre(Nagoyi 78's.t.), Barreto (cap.), Pisano; Lafferty(Dybala 86's.t.), Hernandez. A disp.: Fulignati, Di Gennaro, Troianiello, Stevanovic, Lores, Malele, Monteleone. All.: Giuseppe Iachini.

Arbitro: Di Bello

Marcatori: HernandezP) 4'p.t., Lafferty(P) 58's.t., Dezi(C) 63's.t.

Ammoniti: Barreto(P), Cataldi(C), Bolzoni(P), Ligi(C), Lafferty(P), Morganella(P), Ujkani(P) 




Commenta con Facebook