• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Italia > Italia, Lippi: "In Brasile possiamo vincere. Il mio rimpianto si chiama Rossi"

Italia, Lippi: "In Brasile possiamo vincere. Il mio rimpianto si chiama Rossi"

L'ex Ct della Nazionale ha analizzato le prospettive della squadra di Prandelli


Marcello Lippi (Getty Images)
Andrea Corti (Twitter: @cortionline)

27/12/2013 13:03

ITALIA LIPPI BRASILE PRANDELLI / ROMA - Intervistato da 'La Repubblica', l'ex Ct dell'Italia Marcello Lippi ha parlato della squadra ora nelle mani di Cesare Prandelli: "I Mondiali? Possiamo vincerli. Le indicazioni sono positive, Prandelli ha lavorato benissimo. L'Italia, per tradizione e vocazione, è una di quelle squadre che non vanno mai alla Coppa del mondo per turismo".

BRASILE - "I brasiliani sono l'essenza del calcio, sfornano 1500 giocatori all'anno, però hanno vinto appena un mondiale più di noi. E se i rigori di Pasadena nel '94 fossero andati in un altro modo, adesso noi avremmo cinque trofei e loro quattro. Saranno i favoriti. Ma Spagna, Argentina, Germania, Olanda e Italia lo sono altrettanto".

SUDAFRICA - "Accadde che mi mancarono, per varie ragioni, i fuoriclasse decisivi: Buffon, Pirlo, De Rossi. Poi, lo so anch'io che non si può perdere contro la SlovacchiaMi pento di una cosa sola: non avere portato al Mondiale Giuseppe Rossi. Rappresenta la più bella novità del nostro calcio in questo momento, so quanto ha sofferto e lo abbraccio".

LEGGI QUI LE DICHIARAZIONI DI LIPPI SUL SUO FUTURO




Commenta con Facebook